Digitare per la ricerca

EUROPA

Come popolazione di rifugiati sulle isole greche gonfia, 30 ferito in attacco su rifugiati

Campo profughi greco di Lesbo

Due manifestazioni non correlate si sono scontrate domenica sera quando un gruppo di militanti di estrema destra greci ha attaccato una barriera della polizia e ha attaccato un gruppo di migranti in cerca di asilo a Mytilene, capitale dell'isola di Lesvos.

Senza essere provocati, questi aggressori hanno lanciato pietre e razzi, ricoverando un totale di rifugiati e poliziotti 30 secondo l'agenzia di stampa Atene-macedone (ANA-MPA).

Più di 200 individui provenienti dall'Afghanistan, dalla Siria e da altre nazioni sono stati accampati nella centrale Piazza Sappho di Mitilene fin da martedì scorso per protestare contro le condizioni di vita di Moria, un campo profughi e hotspot dove si svolgono i rifugiati durante i ritardi nelle loro richieste di asilo.

Quasi una settimana da quando è sorto l'accampamento dei rifugiati a Sappho Square, una dimostrazione di diverse centinaia di persone è arrivata a Piazza Saffo in una pubblica dimostrazione di sostegno a due soldati greci che sono stati imprigionati in Turchia dall'inizio di marzo.

A circa 8 pm, una parte di questi manifestanti ha girato e ha tentato di attraversare la barriera di polizia che separava i due gruppi. Commenti come "bruciali vivi" sono stati pronunciati dagli aggressori, secondo il quotidiano greco Ekathimerini.

Una catena armata di rifugiati e uomini migranti e alcuni operatori umanitari si formarono attorno a donne e bambini e le coperte furono sollevate per proteggersi dalle pietre gettate.

Donne e bambini sono protetti dalla polizia antisommossa e da una catena di compagni di rifugiati e migranti.

Gli attacchi continuarono per ore e si dissolvevano in molti piccoli fuochi attorno a Mytilini. I funzionari della Guardia costiera greca hanno bloccato gli individui non identificabili 15 dall'avvicinarsi alle mazze da baseball, secondo relazioni sulla CNN. A 3 am, tutti gli individui locali sono stati banditi dall'area.

Subito dopo 5 di lunedì mattina, la polizia antisommossa ha disperso le tensioni e caricato con la forza i rifugiati e i migranti radunati nella piazza su autobus che li avrebbero trasferiti a Moria.

ANA-MPA ha riferito lunedì pomeriggio che i rifugiati e i migranti 120 sono stati detenuti in seguito agli eventi.

Poiché l' Accordo Turchia-UE fatto a marzo di 2016Ai richiedenti asilo è stato impedito di trasferirsi nella Grecia continentale fino alla loro approvazione, attualmente confinando più di 5,300 individui a Moria, che ha una capacità di circa 2,000.

Periferia dell'hotspot Moria.

Lo scorso martedì, un tribunale di Atene ha stabilito che a tutti i nuovi arrivi sarà permesso di spostarsi dalle isole alla Grecia continentale mentre attendono il loro verdetto di asilo, un cambiamento che non includeva quelli che sono arrivati ​​negli ultimi 2 anni.

Secondo i numeri riportati dal ministero della migrazione, il governo greco ha ricevuto le domande di asilo 58,661 solo in 2017.

In attesa di questa decisione della corte, la popolazione di Lesbo ha registrato crescenti tensioni quando il governo locale ha manifestato la necessità di ricollocare parte della popolazione di rifugiati e migranti nella Grecia continentale.

"Da novembre [2017], gli attacchi sono aumentati," Lorraine Leete del Centro legale di Lesbo ha detto Al Jazeera. Leete ha espresso la sua osservazione che gli elementi di estrema destra della popolazione locale sono stati incoraggiati dalla campagna.

Ora, sia i migranti che il governo locale sosterranno il cambiamento dell'esclusione dei residenti a lungo termine di Moria dall'attendere la loro decisione di asilo sulla Grecia continentale.

Non sono emerse segnalazioni di arresti o conseguenze per gli aggressori.

La "Guerra dei razzi" di Pasqua, dove due chiese greche lanciano i missili Rocket Back & Forth

Se ti è piaciuto questo articolo, ti preghiamo di prendere in considerazione il supporto di notizie indipendenti e di ricevere la nostra newsletter tre volte a settimana.

tag:

Potrebbe piacerti anche

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.