Digitare per la ricerca

CONTRO LA GUERRA

'A Dangerous Low': Trump ignora la scadenza per segnalare i civili uccisi dagli attacchi dei droni statunitensi

droni

"Le vittime delle azioni letali del nostro governo meritano di meglio, così come il pubblico americano nel cui nome l'amministrazione Trump sta segretamente uccidendo la gente".

(Common Dreams di Jessica Corbett) L'amministrazione Trump di martedì ha messo in chiaro due scadenze importanti per rivelare il numero di civili uccisi dalle forze militari statunitensi: un rapporto pubblico che è stato imposto da un ordine esecutivo dell'era di Obama e si è concentrato sulle morti degli scioperi dei droni; e un rapporto al Congresso che dovrebbe dettagliare tutte le morti civili legate alle operazioni militari statunitensi.

"La decisione dell'amministrazione Trump di non rispettare anche i magri requisiti di trasparenza dell'ordine esecutivo è un basso pericoloso", dichiarata Hina Shamsi, direttrice del progetto di sicurezza nazionale dell'American Civil Liberties Union.

"È inaccettabile", ha aggiunto, "che il governo si rifiuti semplicemente di rilasciare il numero di persone uccise, per non dire le loro identità, le regole che governano le sue decisioni mortali o le indagini su presunti illeciti illeciti".

Un portavoce della Casa Bianca detto la Il Washington Post"L'ordine esecutivo che richiede la denuncia dei civili è sotto esame" e può essere "modificato" o "rescisso", mentre un portavoce del Pentagono ha dichiarato che la relazione del Congresso è prevista per giugno 1.

Un team di esperti di controterrorismo e diritti umani a Solo sicurezza inserire le scadenze mancanti nel contesto, delineando i cambiamenti più ampi che l'amministrazione ha compiuto in relazione a droni mortali e operazioni militari:

Da quando il presidente Donald Trump è in carica, la sua amministrazione lo ha fatto segretamente cambiato Le regole della politica americana sull'uso della forza letale all'estero, si sono rifiutate anche a ammettere la nuova politica esiste, ha aumentato il numero di operazioni letali in luoghi come Yemen e Somaliae, secondo i gruppi di monitoraggio indipendenti come Airwars- era responsabile di un significativo uptick nelle morti civili in Iraq e in Siria in 2017. In questo contesto di maggiore segretezza, operazioni militari ampliate e accuse credibili di vittime civili, l'esame congressuale del potere esecutivo è cruciale.

"Questa maggiore segretezza sui costi e le conseguenze delle politiche di uccisione di Trump impedisce il controllo pubblico e la responsabilità per le morti illecite", ha detto Shamsi. "Le vittime delle azioni letali del nostro governo meritano di meglio, così come il pubblico americano nel cui nome l'amministrazione Trump sta segretamente uccidendo la gente".

Mariya Parodi, un addetto stampa di Amnesty International USA, ha twittato martedì sera:

Mentre i gruppi indipendenti hanno ripetutamente criticato l'amministrazione Obama per aver fornito stime vaghe e basse per il numero di civili uccisi, almeno hanno prodotto i rapporti mandati. Come il Inviare dettagli:

Il primo rapporto sugli incidenti causati da attacchi anti-terrorismo è stato rilasciato a luglio 2016 e divulgato alle vittime civili 116 durante sette anni di scioperi. Il rapporto è stato criticato da gruppi indipendenti, come la New America Foundation e il Bureau of Investigative Journalism, che ha stimato tra 200 e 325 morti civili in un periodo simile. Poco prima che Obama lasciasse l'ufficio nei primi 2017, l'amministrazione pubblicò un secondo rapporto che rivelò la morte dei combattenti 441 e di un civile in 2016.

Anche se la Casa Bianca ha rifiutato di rilasciare i numeri, un portavoce ha scritto in una e-mail che non vi era alcun aumento delle vittime civili in 2017.

Ma gli esperti di antiterrorismo gettano dubbi su tale asserzione, osservando che c'è stata una grande ondata di attacchi con droni in 2017, specialmente nello Yemen, dove gli Stati Uniti hanno lanciato attacchi 127, risalendo da 32 a 2016.

"È quasi impossibile affermare che non ci sia stato un aumento delle vittime civili", ha detto Luke Hartig, un collega della New America specializzato in antiterrorismo. "È difficile guardare ciò che sappiamo dai resoconti pubblici - sia l'aumento degli scioperi totali che le denunce di vittime civili - e dire che nulla è cambiato".

Airwars segnalati all'inizio di quest'anno che la Coalizione avanzava una campagna aerea contro ISIS - che comprende Stati Uniti, Regno Unito, Francia, Belgio e Australia, più possibilmente Giordania e Arabia Saudita - "bombe e missili 39,577 cumulati in attacchi aerei contro ISIS in 2017", che probabilmente ha ucciso "tra 3,923 e 6,102 non combattenti ... un aumento percentuale 215 dei civili 1,243 rispetto a 1,904 stimati come probabilmente uccisi dagli attacchi della Coalizione in 2016".

Se ti è piaciuto questo articolo, ti preghiamo di prendere in considerazione il supporto di notizie indipendenti e di ricevere la nostra newsletter tre volte a settimana.

tag:
Ospite Messaggio

Citizen Truth pubblica articoli con il permesso di una varietà di siti di notizie, organizzazioni di difesa e gruppi di controllo. Scegliamo articoli che riteniamo siano informativi e di interesse per i nostri lettori. Gli articoli scelti a volte contengono un misto di opinioni e notizie, tali opinioni sono quelle degli autori e non riflettono le opinioni di Citizen Truth.

    1

Potrebbe piacerti anche

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.