Digitare per la ricerca

NAZIONALE

Il dipartimento degli interni di Trump è inondato di lobbisti del settore

vietare i lobbisti
Il presidente Donald Trump parla durante un incontro di gabinetto alla Casa Bianca, lunedì 16, 2017, a Washington, come segretario degli interni Ryan Zinke, e il segretario di stato Rex Tillerson, centro, ascolta. (AP Photo / Evan Vucci)

La campagna Trump ha promesso di vietare i lobbisti e "drenare la palude" a Washington, ma sta facendo il contrario.

Al Dipartimento dell'Agricoltura, un lobbista di pesticidi è ora incaricato di deregolamentare l'industria che una volta rappresentava, Rapporto su ProPublica e The New York Times. Il presidente ha nominato un lobbista della droga a guidare il Dipartimento della salute e dei servizi umani. Scott Pruitt, capo della Environmental Protection Agency, ha scambiato i migliori esperti ambientali del Science Advisory Board per gli scienziati con legami industriali, Reveal from The Center for Investigative Reporting trovato la settimana scorsa.

E al Dipartimento degli Interni, lobbisti per i taglialegna, le compagnie petrolifere, le imprese minerarie e gli utilizzatori di acqua agricola pesante - insieme a un avvocato specializzato nell'aiutare i clienti a ricavare denaro da un programma di prestiti di dipartimento - hanno intrapreso programmi di gestione di negozi che una volta cercavano di influenza per guadagno finanziario, secondo i dati forniti dal Progetto Western Values.

È comune che i migliori funzionari si spostino tra l'industria e il governo, a seconda di quale partito è al potere. Ma in questa amministrazione, tali mosse sono in contrasto con la campagna promossa da Trump di vietare i lobbisti e "drenare la palude" a Washington.

Ecco alcuni esempi di come questi legami dell'industria abbiano già avuto luogo al Dipartimento degli Interni:

Doug Domenech, adesso un assistente segretario, ha lavorato al Dipartimento degli Interni sotto il presidente George W. Bush, poi ha iniziato a fare pressioni per taglialegna, compagnie petrolifere e servizi pubblici, i documenti mostrano. Più recentemente, è stato direttore del Fueling Freedom Project, che è stato costituito per opporsi al Clean Power Plan dell'amministrazione Obama, uno sforzo per frenare il riscaldamento globale.

Il progetto, che sosteneva quello che chiamava il "caso morale dimenticato per i combustibili fossili", era gestito dalla Texas Public Policy Foundation, un think tank conservatore finanziato in parte da servizi pubblici, compagnie petrolifere e il conglomerato dei fratelli Koch.

Scott Cameron, principale vice assistente segretario, era anche un funzionario del Dipartimento degli Interni sotto George W. Bush. Successivamente, come lobbista, rappresentò Shell Oil e la Marcellus Shale Coalition, un gruppo di sviluppatori di energia con sede in Pennsylvania che impiegano il fracking per sviluppare giacimenti di gas naturale. Secondo il suo Profilo LinkedIn, Cameron si è specializzata in problemi di conformità ambientale, incluse le "leggi sulla gestione dei terreni pubblici".

Tara Sweeney, assistente segretario degli affari indiani, è un ex assistente del governatore dell'Alaska Frank Murkowski. Originaria dell'Alaska, ha esercitato pressioni per decenni per aprire la Riserva Artica Nazionale per la tutela dell'ambiente alle trivellazioni petrolifere. Più di recente, è stata responsabile degli affari del governo per il Arctic Slope Regional Corp., un'entità commerciale di $ 2 miliardi di proprietà nativa che ha affittato vaste tratte sulla North Slope dell'Alaska per lo sviluppo energetico.

Sweeney ha avversari criticati dello sviluppo del petrolio nel rifugio come "coloro che vogliono chiudere vaste aree di terra in tutto l'Artico senza parlare con la popolazione locale qui". Ha detto che il suo obiettivo è "assicurare che la comunità imprenditoriale e le popolazioni indigene abbiano voce in una crescita economica responsabile "sul North Slope.

Gavin Clarkson, vice segretario aggiunto per la politica e lo sviluppo economico dell'Ufficio per gli affari indiani del dipartimento, ha aiutato i clienti a manipolare un programma di garanzie sui prestiti che ora supervisiona, secondo ProPublica.

Clarkson, avvocato e membro della Choctaw Nation, era un dirigente di una società di consulenza creata per promuovere lo sviluppo economico tribale. La tribù Sioux del Sud Dakota del Brule Inferiore ha chiesto l'aiuto di Clarkson per finanziare l'acquisto di una travagliata società di Wall Street. Clarkson non ha fatto pressioni per la tribù, ma "ha svolto un ruolo chiave in una complicata transazione che ha floppato e ha lasciato il Dipartimento degli Interni respingendo una passività di $ 20 milioni che è ancora in contenzioso anni dopo", secondo ProPublica. Questa è la percentuale 25 della quantità che il programma può garantire in un anno. Allo stato attuale, quel denaro non può essere utilizzato per garantire nuovi prestiti. lui rassegnato il suo nuovo post la scorsa settimana dopo la storia di ProPublica.

David Bernhardt, il principale assistente del segretario dell'interno Ryan Zinke, è il più eminente degli ex lobbisti del dipartimento. La sua lista di clienti comprendeva trivellatori petroliferi, ideatori di impianti idrici e problematiche agroindustriali, molti dei quali con affari davanti al dipartimento degli interni.

Le e-mail di Bernhardt, riportate da Svelare, ha battuto la sua testimonianza giurata al Senato di aver smesso di fare lobbying per il suo più grande cliente, il potente Westlands Water District nella Central Valley della California. La rivelazione suscitò l'udienza di conferma del Senato. La senatrice Dianne Feinstein, D-Calif., Si è opposta a Bernhardt a causa della proprietà della sua azienda Cadice Inc., una società con un piano controverso per attingere a una falda acquifera sotto il deserto del Mojave e vendere l'acqua a Los Angeles.

Bernhardt ha promesso di seguire le regole del conflitto di interessi dell'agenzia ei senatori repubblicani gli hanno dato i voti necessari per essere confermati.

Il gruppo Western Values ​​Project, gruppo ambientalista del Montana, ha riportato alla luce i dati del dipartimento interno che mostravano le nomine dei lobbisti, che Reveal controllava in modo indipendente.

Il Dipartimento degli Interni è "appesantito dai lobbisti per interessi speciali", ha dichiarato Jayson O'Neill, vice direttore del Western Values ​​Project.

Oltre ai lobbisti, il gruppo ambientalista ha detto che un altro 26 Trump nominato è venuto all'agenzia dai lavori nelle cosiddette "industrie estrattive" - ​​aziende energetiche, industrie minerarie e altre imprese che spesso cercano di sviluppare risorse naturali scoperte nelle terre federali.

Durante la campagna elettorale, Trump chiamò i lobbisti un'influenza corruttrice che sarebbe stata sgradita nella sua amministrazione. Una volta eletto, ha detto che doveva fare affidamento su di loro perché Washington era "un grande lobbista."

"A meno che tu non sia un dirigente di una compagnia come Exxon", ha scritto Kelly Mitchell di Greenpeace in un estate op-ed, il "Dipartimento degli Interni probabilmente non si preoccuperà di te o della tua comunità".

Il Dipartimento degli Interni, tuttavia, afferma che promuove "una cultura etica tra i dipendenti del DOI, consentendo sia ai dipendenti che al pubblico di avere fiducia nella gestione delle vaste risorse naturali e culturali dell'America", secondo il dipartimento pagina web di etica.

"Costruiamo questa cultura etica fornendo consulenza etica, consulenza e formazione ai dipendenti di DOI".

Inviaci le informazioni in modo sicuro: leak.revealnews.org.

Lance Williams può essere raggiunto a [Email protected]e Matt Smith può essere raggiunto a [Email protected]. Seguili su Twitter: @LanceWCIR e @SFMattSmith.

Se ti è piaciuto questo articolo, ti preghiamo di prendere in considerazione il supporto di notizie indipendenti e di ricevere la nostra newsletter tre volte a settimana.

tag:
Lauren von Bernuth

Lauren è uno dei co-fondatori di Citizen Truth. Si è laureata in economia politica presso la Tulane University. Trascorre gli anni seguenti a fare il giro del mondo e ad avviare un'attività ecologica nel settore della salute e del benessere. Ha trovato la sua strada verso la politica e ha scoperto la passione per il giornalismo dedicato a trovare la verità.

    1

Potrebbe piacerti anche

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.