Digitare per la ricerca

AMBIENTE

Una battaglia è stata avviata per salvare Orecchie degli Orsi, i Parchi Nazionali del Chaco Canyon

Veduta aerea della Valle degli Dei a Orsi Orsi monumento nazionale. (Foto: US Bureau Land Management)
Veduta aerea della Valle degli Dei a Orsi Orsi monumento nazionale. (Foto: US Bureau Land Management)

"Era davvero una questione di lobbisti che si grattavano le spalle. "Lanciamo una pila di soldi per il carbone nel tentativo di distruggere Bears Ears, se i greggi al pascolo getteranno dei soldi di mucca ai nostri sforzi per estrarre GSENM e Chaco. Tutti vincono! '"

Durante il suo mandato, Barack Obama diede all'incirca 553 milioni di acri di protezione nazionale della terra (più del famoso conservatore Theodore Roosevelt) stabilendo o aggiungendo ai monumenti nazionali 29, segnalando un impegno senza precedenti per proteggere la terra americana culturalmente e storicamente significativa.

Tuttavia, dalla sua elezione, gli ambientalisti hanno temuto che Donald Trump e la sua amministrazione avrebbero ridotto notevolmente la quantità di terra sacra e tribale protetta dalla legge federale.

Uno dei più grandi colpi che l'amministrazione ha riservato alle nazioni indigene degli Stati Uniti sudoccidentali è la proclamazione di 2017 che ha ridotto le dimensioni di Bears Ears National Monument a un semplice 15 percentuale delle sue precedenti dimensioni.

Le cause sperano di salvare le orecchie degli orsi

L'amministrazione di Trump ha usato l'Antiquities Act per giustificare la sua proclamazione, una mossa che molti hanno sostenuto è illegale secondo la legge federale. Diverse azioni legali sono state archiviate tentando di scavalcare la proclamazione federale. Molte persone sono sconvolte dall'uso della legislazione che dovrebbe proteggere i monumenti nazionali utilizzati per distruggerli. The Antiquities Act è stato firmato in legge da Theodore Roosevelt in 1906 e ha dato al governo federale il potere di creare monumenti nazionali da terre pubbliche.

"La decisione di ridurre drasticamente Bears Ears è a dir poco spaventosa", ha detto Paul F. Reed, archeologo di conservazione presso Archeology Southwest, a Citizen Truth. "Before Bears Ears, la legge sull'antichità non è mai stata utilizzata per ridurre le dimensioni di un monumento dichiarato da un presidente precedente. Se la riduzione sta, quindi nessun Parco Nazionale o Monumento è veramente protetto ".

Protesta per salvare Orecchie degli Orsi. (Foto: KristineL761)

Protesta per salvare Orecchie degli Orsi. (Foto: KristineL761)

L'esito delle cause intentate per salvare Bears Ears determinerà più del destino di un solo monumento nazionale, in quanto il precedente che sarà stabilito se la proclamazione di Trump è autorizzata a mettere in pericolo tutti i parchi nazionali e monumenti.

RE Burrillo, un'archeologa che attualmente lavora a Bears Ears, ha detto al cittadino Verità che la proclamazione di Trump era esasperante e priva di senso.

"In termini di precedenti legali, ciò che è al contempo ironico e irritante per la riduzione del monumento è che il reclamo GOP principale sulla legge sulle antichità è che dà troppo potere al ramo esecutivo. Espandere la sua definizione funzionale per consentire all'esecutivo di creare e distruggere monumenti nazionali è in realtà un'espansione di quel potere.

"Considerato da una prospettiva orientata verso destra o sinistra, prende qualcosa che è già pericolosamente ambiguo da interpretare e ampliare. Questo è estremamente pericoloso in termini di protezione e gestione delle risorse. Fa precipitare una situazione di ping-pong in cui le terre possono floppare tra protezione elevata e nessuna protezione su base quadriennale, il che è semplicemente ridicolo ", ha detto Burrillo.

Il dott. William D. Lipe, archeologo e professore emerito presso la Washington State University, ha fatto eco alle preoccupazioni di Burrillo sulla Citizen Truth.

"Se lo sforzo dell'amministrazione Trump di ridurre drasticamente la dimensione del Monumento Nazionale delle Orecchie degli Orsi sopravvive alle sfide nei tribunali federali, rappresenterebbe un cambiamento molto grande nell'applicazione dell'1906 Antiquities Act - perché sarebbe una riduzione senza precedenti da parte dell'azione esecutiva di un monumento proclamato da un precedente presidente. Ciò potrebbe anche incoraggiare futuri assalti esecutivi ad altre leggi che sono state utilizzate per proteggere le risorse culturali e ambientali sulle terre pubbliche federali ".

The Antiquities Act è stato progettato per proteggere la terra storicamente importante e culturalmente significativa negli Stati Uniti, non per dare al ramo esecutivo l'ultima parola sulla protezione e l'uso di queste aree. L'atto conferisce al ramo esecutivo il potere di creare un monumento nazionale o di ampliarne uno esistente utilizzando una proclamazione presidenziale, ma attualmente solo il Congresso ha il potere di rimuovere la terra da queste aree.

Da quando è stata presa la decisione di ridurre le dimensioni delle Orecchie degli Orsi, i funzionari tribali hanno temuto che la loro terra sacra non sia più protetta e vulnerabile agli atti di vandalismo, come il Vice Presidente di Hopi Clark Tenakhongva ha detto alla PBS Arizona.

"C'è molto vandalismo, c'è un sacco di saccheggi e questo continua ancora", ha detto Tenakhongva. "Quindi questa è la paura che ha Hopi perché abbiamo i nostri legami spirituali con le kivas lì a Bears Ears".

Depositi di petrolio e gas nella terra sacra Spinge la decisione di ridurre le dimensioni delle orecchie degli orsi

Le parti di Orecchie degli Orsi che non sono più protette sono piene di siti archeologici significativi e l'area è considerata terra sacra da quasi tutte le culture indigene che vivono nell'area. Le quattro lingue principali della regione, Ute, Dine, Hopi e Zuni, tutte si riferiscono all'area come "Orsi da Orso", a significare la profonda connessione spirituale che questa terra ha con lo spirito dell'orso. L'importanza storica e culturale di Bears Ears è immensa e terrificante.

"L'area di Bears Ears è stata più o meno occupata ininterrottamente dalle popolazioni indigene per circa 13,000 anni. Ci sono siti archeologici noti 30,000, la maggior parte dei quali ancestrale ai popoli moderni di Pueblo (ad esempio, Hopi e Zuni), e c'è una stima totale dei siti 100,000. Inoltre, fa parte della geografia sacra di almeno 26 diverse tribù ", ha detto Burrillo.

La terra che occupa il monumento nazionale Bears Ears non è solo terreno sacro per numerose diverse culture indigene americane, ma contiene anche informazioni preziose sulla storia della regione.

Tuttavia, molti speculano sul fatto che la decisione di ridurre le dimensioni di Orecchie degli Orsi era per lo più motivata da interessi relativi ai giacimenti di petrolio e gas naturale situati in terreni protetti a causa della sua designazione come parte di un monumento nazionale. Rendendo il problema ancora più complicato, la giustificazione per l'apertura di terreni storicamente significativi e culturalmente sacri per l'estrazione delle risorse era giustificata dal fatto che i soldi di queste iniziative avrebbero aiutato a finanziare le scuole pubbliche dello Utah.

Il New York Times ha riferito che a marzo dei rappresentanti di 2017 dall'ufficio del senatore Orrin Hatch, un repubblicano dell'Utah, ha inviato e-mail al Dipartimento federale dell'interno affermando"Si prega di vedere allegato per uno shapefile e pdf di una mappa che mostra un cambiamento di confine per la parte sud-est del monumento Orsi Bears." Secondo l'e-mail, il "nuovo confine raffigurato sulla mappa risolverebbe tutti i conflitti minerali noti per SITLA [ School and Trust istituzionale Land Administration] all'interno della Bears Ears. "

Questa mappa era usato come base per la massiccia riduzione di Trump nella dimensione del monumento delle Orecchie degli Orsi in 2017, che ha finito per portare via ancora più terra dal monumento rispetto a quanto originariamente suggerito dagli staff di Hatch.

Tuttavia, Burrillo avverte che l'estrazione di combustibili fossili è in realtà poco pratica. "I combustibili fossili sono essenzialmente inesistenti all'interno del confine originale del BENM [Bears Ears National Monument]. Sono lì, un po ', ma non in un grande negozio e non in qualsiasi ambiente in cui sia economicamente fattibile seguirli ", ha detto Burrillo a Citizen Truth.

"Era davvero una questione di lobbisti che si grattavano le spalle. "Lanciamo una pila di soldi per il carbone nel tentativo di distruggere Bears Ears, se i greggi al pascolo getteranno dei soldi di mucca ai nostri sforzi per estrarre GSENM e Chaco. Tutti vincono! '"

Questo tipo di manovre politiche mostra il pericolo del quid pro quo natura del lavoro di lobbying - dove la politica viene adottata senza comprendere le conseguenze e il beneficio di lobbisti, politici e amministratori delegati, mentre gli americani e il patrimonio americano pagano i costi.

Chaco Culture National Historical Park

Chaco Culture National Historical Park (Foto via Wikimedia)

Altri siti minacciati da interessi politici

Un altro sito importante che è stato recentemente minacciato da interessi corporativi e politici è Chaco Canyon, formalmente conosciuto come Chaco Culture National Historical Park.

"Chaco Canyon era il centro di una fiorente società che fiorì nella regione di Four Corners del New Mexico da 850-1150 CE. I Chacoans ei gruppi affiliati di Pueblo hanno costruito centinaia di grandi strutture pueblo in tutta la regione e collegato molti di questi luoghi con chilometri di strade e altre caratteristiche paesaggistiche. Al suo apice, il mondo dei Chacoan era grande quanto il paese dell'Irlanda e decine di migliaia di persone erano partecipanti ", ha detto Reed, che è anche un noto studioso del Chaco Canyon.

Il significato culturale e storico di Chaco Canyon è immenso, ma gli archeologi e gli antropologi non sono ancora certi se fosse il centro politico urbano della cultura Chaco o un sito cerimoniale scarsamente popolato che attirava visitatori da molto lontano come gli stati maya in Messico.

Inoltre, i Chacoan abbandonarono bruscamente il sito attorno a 1100 CE, un mistero che continua a scervellare archeologi e studiosi. Tuttavia, il fracking e l'estrazione di gas naturale potrebbero far sì che questo mistero non venga mai risolto e una preziosa comprensione della cultura Chaco potrebbe essere persa per sempre.

Molte aree importanti al di fuori dei confini del Parco Nazionale devono ancora essere scavate, e alcuni studiosi ritengono che questi siti potrebbero rappresentare la chiave per comprendere la cultura del Chaco. Thomas Vaughn, un ex sovrintendente del Chaco Canyon, ritiene che le risposte potrebbero trovarsi al di fuori dei confini del canyon, nell'area non protetta conosciuta come il bacino di San Juan. È pronto a sottolineare che "Chaco è una storia molto più grande di quello che c'è in quel canyon" come ha detto al Sierra Club.

Reed concorda sul fatto che molte aree di importanza storica e antropologica non sono protette dal parco, aggiungendo che "il Parco storico nazionale di Chaco Culture protegge solo una piccola parte degli importanti siti archeologici e culturali in questa area di diversi milioni di ettari".

Il Bacino di San Juan è anche il sito di più di pozzi verticali 40,000 per l'estrazione di gas naturale e petrolio, e l'attuale piano del Bureau of Land Management consente di collocare fino a 5,600 nei prossimi due anni.

Negli ultimi mesi, il Bureau of Land Management ha offerto più terreno proprio accanto a Chaco Canyon per la vendita a società energetiche. I conservazionisti ritengono che ci siano buone possibilità che l'estrazione di petrolio e gas naturale in queste zone possa seriamente danneggiare aree di immensa importanza religiosa e culturale, oltre a distruggere prove antropologiche insostituibili e il suo contesto.

Un'ingiunzione temporanea è stata recentemente emessa da un giudice federale che blocca la vendita della terra, ma questa non è una misura permanente ed è improbabile che rimanga in vigore a lungo come salvaguardia.

Archeologia e paesaggi culturali

Lipe ha raccontato a Citizen Truth il potenziale danno a Chaco Canyon che è previsto e ha spiegato il concetto di "paesaggio culturale".

"Gli sviluppi economici proposti potrebbero interferire con la comprensione visiva e spirituale e l'apprezzamento del paesaggio culturale che circonda il Chaco Historical Park; danneggiare fisicamente sottili aspetti archeologici come strade e santuari che rappresentano l'espansione dell'influenza culturale e politica di Chacoan nella regione che circonda il parco; e cambiare il contesto fisico dei singoli siti archeologici e culturali abbastanza da interferire con il loro apprezzamento e significato dai discendenti nativi dei Chacoans e dal pubblico in generale. Cioè, i Chacoans hanno creato un "paesaggio culturale" che si estende in terre pubbliche fuori dai confini del parco nazionale stesso. "

Questa idea di un paesaggio culturale sta iniziando a essere un argomento importante nel campo dell'archeologia. Paul Ermigiotti, archeologo ed educatore del Crow Canyon Archaeological Center di Cortez, in Colorado, spiega che "l'idea del paesaggio culturale è molto più che solo i siti archeologici oi villaggi ancestrali; montagne, mesas, ruscelli, persino le piante, le rocce e la fauna selvatica sono importanti nei modi indigeni di conoscere e relazionarsi con un luogo ".

Fino a poco tempo fa, l'idea della conservazione archeologica era basata sul mantenimento e sulla protezione di siti e aree specifici ritenuti meritevoli di conservazione. La mentalità è ancora presente nel modo in cui la legislazione viene utilizzata per proteggere queste aree, ma gli archeologi moderni sostengono che questo approccio lascia molti aspetti importanti del retaggio culturale di un sito non protetto.

"Le leggi esistenti sulla conservazione storica tendono a concentrarsi sulla conservazione dei singoli siti archeologici e storici, ma in generale non sono molto adatti per la conservazione del paesaggio culturale del tipo di cui si discute qui", ha detto Lipe.

Cresce l'influenza del Big Oil

Foto di manifestanti a New Orleans che protestano contro il petrolio. (Foto: nfrogmation di New Orleans)

Foto di manifestanti a New Orleans che protestano contro il petrolio. (Foto: nfrogmation di New Orleans)

Le grandi compagnie petrolifere hanno guadagnato una quantità senza precedenti di influenza del governo negli ultimi anni. David Bernhardt, che in passato era un avvocato per l'Independent Petroleum Association of America e che ha passato anni a fare lobbying per l'industria petrolifera a Washington, è stato nominato Vice Segretario degli Interni nell'agosto dello scorso anno.

Bernhardt sta attualmente ricoprendo il ruolo di Segretario degli Interni facente parte, rendendolo l'autorità finale sull'uso e lo sfruttamento delle aree protette e di proprietà del governo federale.

Dato che il Dipartimento dell'Interno dovrebbe proteggere le preziose risorse che la terra degli Stati Uniti ha da offrire, la decisione di mettere qualcuno che ha contribuito attivamente a distruggere queste aree è allarmante per gli ambientalisti, se non addirittura considerati subdoli.

Molte delle aree più storiche e culturalmente significative dell'America sono anche ricche di risorse nazionali; questo è uno dei motivi per cui queste aree sono state sviluppate e ritenute sacre dalle tribù degli indiani d'America.

"La spinta a produrre più petrolio e gas in questo paese è la più grande minaccia per l'antica eredità della nostra nazione", avverte Reed.

"Se consentiamo a gasolio e altri interessi industriali di affittare tutte le terre senza proteggere le aree sensibili culturali e naturali, perderemo molto di ciò che rende Chaco e altre aree speciali. I nostri parchi e monumenti diventeranno piccole isole in questo mare di sviluppo schiacciante e il loro significato e valore per i nativi americani e il pubblico americano sarà compromesso per sempre. Dobbiamo evitare che ciò accada ", ha aggiunto Reed.

La possibilità che la terra dentro e intorno al sito del Chaco Canyon sia aperta al fracking e ad altre forme di estrazione del gas naturale è preoccupante in molti modi. Non è solo questo che equivale a profanare un'area archeologica sacra e storicamente significativa, ma presenta anche molti problemi relativi dal punto di vista ambientale e della salute pubblica.

Gli Stati Uniti sudoccidentali sono una regione arida e desertica e l'acqua è una risorsa incredibilmente preziosa e scarsa. Tuttavia, il fracking "usa acqua preziosa in un paesaggio molto arido e utilizza sostanze chimiche che potrebbero porre seri problemi di salute, soprattutto nella regione del Chaco situata nella riserva Navajo, dove le persone sono sparse per il paesaggio", secondo Ermigiotti.

"Penso che un'ulteriore minaccia al paesaggio archeologico sia l'effetto dei test sistematici e del fracking sulla stabilità della fragile architettura. In che modo la creazione di strade e infrastrutture influisce sul paesaggio culturale e naturale? "Ha aggiunto.

I politici indigeni che proteggono i siti sacri affrontano un'opposizione severa

I politici indigeni che hanno reso prioritario proteggere Orsi delle Bears e altri siti sacri come Chaco Canyon hanno subito una forte opposizione. Willie Grayeyes, un politico democratico della nazione Navajo che recentemente ha vinto un seggio nella Commissione della contea di San Juan nello Utah, è stato quasi negato il diritto di candidarsi alle elezioni quando il suo status di residenza è stato messo in discussione dagli oppositori repubblicani.

Wendy Black, un politico repubblicano di Blanding, nello Utah, ha presentato un modulo di richiesta di registrazione degli elettori con il sindaco della contea, ma lo ha fatto dopo la scadenza per presentare una simile sfida in relazione alle elezioni imminenti. Ciononostante, il sindaco della contea, John David Nielson, approvò la forma retrodatata, rendendo così il suo ufficio complice nel tentativo di negare a Grayeyes il suo diritto costituzionale di candidarsi.

Il giudice David Nuffer della Corte distrettuale degli Stati Uniti ha decretato il vuoto della sfida, sostenendo che mancavano prove sufficienti e violato l'14 di Grayeyesth diritti di modifica al giusto processo.

"La tempistica per determinare una sfida per la candidatura non è stata rispettata, e l'imputato Nielson ha cercato impropriamente di estendere questo lasso di tempo usando lo statuto della sfida degli elettori per fare una sfida di backdoor alla candidatura di Plaintiff Grayeyes. L'imputato Nielson ha oltrepassato il suo ruolo assumendo un ruolo di pubblico ministero; un ruolo investigativo; e dirigere la signora Black per completare una sfida elettorale. Ha anche falsificato la sfida degli elettori una volta ricevuta " Nuffer ha detto.

C'è stato un movimento di opposizione visibile che lavora per proteggere queste aree in crescita in termini di dimensioni e potenza, ma senza il sostegno del pubblico americano generale, molto probabilmente prevarranno i grandi interessi corporativi e politici.

"Il pubblico ha un ruolo importante da svolgere nel proteggere questi luoghi fragili e meravigliosi del nostro passato e i cittadini preoccupati devono essere coinvolti, contattare le agenzie e lasciare che la nostra delegazione del Congresso sappia quanto siano preoccupati per lo sviluppo incontrollato di petrolio e gas, "Ha detto Reed.

Molti gruppi diversi come Utah Dine Bikeyah, Grand Canyon Trust e persino la gigantesca patagonia di abbigliamento outdoor stanno lavorando per proteggere aree come il Bears Ears National Monument, ma una popolazione educata e preoccupata è essenziale per la loro causa.

Se ti è piaciuto questo articolo, ti preghiamo di prendere in considerazione il supporto di notizie indipendenti e di ricevere la nostra newsletter tre volte a settimana.

tag:

Potrebbe piacerti anche

1 Commenti

  1. Kurt Aprile 10, 2019

    Quando dico che il denaro è un'arma, questo è uno dei problemi di cui sto parlando.
    T Roosevelt non era il grande eroe americano che è stato creato per essere. Era un capitalista, e uno sguardo a ciò che ha fatto durante la sua vita rifletterà proprio ciò che è un CAPITALISTA
    e come i soldi vengono usati contro l'umanità
    Teddy un eroe della guerra ispano-americana.
    Quindi come è iniziata questa guerra? L'affondamento del principale nel porto di L'Avana. Ad oggi non ci sono prove che gli spagnoli abbiano affondato il Meno.
    Chi era il segretario della Marina quando è successo? TEDDY!
    Mark Twain pensava che Teddy fosse il miglior presidente di tutti per aver rimosso il corrotto governo spagnolo, che teneva i cubani in povertà. Fino a quando non ha visitato Cuba per scoprire che Teddy permetteva ai gangster americani corrotti di tenere i cubani in povertà. Dopodiché Twain si riferì a Teddy come il peggiore.
    Il Canale di Panama! Davvero un risultato monumentale. Fino a quando non scoprirai che Panama non era Panama. Era la Colombia,
    e la Colombia non voleva un canale. per fortuna
    proprio in quel periodo un gruppo di ribelli ha causato una rivoluzione che ha separato quello che ora è Panama dalla Colombia. "Potrebbe essere stato il servizio segreto o OSS chi erano i ribelli?
    Ora abbiamo il parco nazionale. Avevamo anche un trattato che diceva che la terra governativa inutilizzata tornava agli indiani.
    Quindi Teddy lo ha riservato per il futuro quando papà potrebbe averne bisogno, e qui siamo oggi in lotta per la terra indiana,
    o la terra del parco nazionale che veniva rubata agli indiani sotto le spoglie del Parco Nazionale.
    Quindi chi in questo paese ha dei diritti.
    Il corrotto e avido banchiere d'investimento.
    Questo è ciò che mi fa credere con tutto il cuore che l'unico modo in cui l'umanità sarà mai nulla più che il bestiame per i banchieri d'investimento è Nazionalizzare tutto e mettere fuori legge banche e denaro.
    In altre parole, andare oltre il comunismo.
    I comunisti non mi hanno portato a questa conclusione. Lo hanno fatto i banchieri d'investimento guerrafondaio, ladri, menzogneri, tirannici.

    Rispondi

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.