Digitare per la ricerca

POLIZIA / CARCERE

Cambiamenti nell'accordo di riferimento Significano che i bambini immigrati affrontano un trattamento più duro negli Stati Uniti

Molti migranti che richiedevano asilo in 2019 hanno viaggiato fino al confine con i bambini. Foto di Jenna Mulligan
Molti migranti che richiedevano asilo in 2019 hanno viaggiato fino al confine con i bambini. (Foto: Jenna Mulligan)

L'amministrazione Trump ha chiesto di modificare un accordo che consentirebbe loro di trattenere indefinitamente i bambini migranti, ma le organizzazioni di attivisti hanno promesso di combatterlo.

(Di Kevin Johnson, The Conversation) L'amministrazione Trump sta cercando di porre fine all'insediamento di Flores, un accordo legale che determina come i bambini immigrati vengono trattati nella detenzione degli immigrati negli Stati Uniti.

L'insediamento 1997 ha stabilito standard di base per il trattamento dei minori non accompagnati che erano in custodia delle autorità federali per violazione delle leggi sull'immigrazione.

It richiede il governo federale mettere i bambini con un parente stretto o un amico di famiglia "senza inutili ritardi", piuttosto che trattenerli, e mantenere i bambini immigrati che sono in custodia nelle "condizioni meno restrittive" possibili. In generale, ciò significa che i bambini migranti possono essere tenuti in detenzione federale per immigrati solo giorni 20.

Ma un nuovo regolamento, originariamente proposto dall'amministrazione Trump in 2018 e finalizzato in agosto 21, voluto rimuovere i requisiti dell'insediamento Flores.

Il caso ha richiesto anni

Negli 1980, l'amministrazione Reagan ha usato aggressivamente la detenzione di centroamericani come mezzo per scoraggiare migrazione da quella regione, dove violente guerre civili avevano causato la fuga di decine di migliaia.

I centroamericani arrestati al confine tra Stati Uniti e Messico sono stati tenuti in custodia, compresi molti che hanno cercato asilo negli Stati Uniti perché temevano la persecuzione se fossero tornati a casa.

I gruppi per i diritti degli immigrati hanno intentato una serie di azioni legali sfidando vari aspetti delle politiche di detenzione, incluso il rifiuto dell'accesso ai consulenti da parte dei migranti, prendendo provvedimenti per incoraggiarli a "acconsentire" alla deportazione e detenendoli in luoghi isolati lontano da famiglie e avvocati.

Una causa è stata presentata dall'American Civil Liberties Union in 1985 per conto di Jenny Lisette Flores, un 15 di El Salvador. Era fuggita dalla violenza nel suo paese d'origine per vivere con una zia che era negli Stati Uniti

Ma Flores è stata detenuta dalle autorità federali al confine con gli Stati Uniti per non avere la documentazione adeguata che le permettesse di rimanere negli Stati Uniti

L'American Civil Liberties Union ha accusato che detenere Flores ha violato indefinitamente la Costituzione degli Stati Uniti e le leggi sull'immigrazione. Il caso Flores si diresse lentamente verso la Corte suprema degli Stati Uniti.

In la sua sentenza 1993 nel caso, il tribunale ha dichiarato che un regolamento che consente al governo di rilasciare un figlio migrante a un familiare stretto o tutore legale negli Stati Uniti era legale.

Ma l'eredità principale del caso era il successivo insediamento, con il quale sia l'amministrazione Clinton che i querelanti concordarono in 1997.

L'insediamento di Flores è un accordo fondamentale in gran parte perché i centroamericani continuano a fuggire dalla violenza nelle loro terre d'origine e il governo degli Stati Uniti ha risposto con la detenzione di massa di bambini immigrati.

Sebbene l'accordo fosse gradito all'amministrazione Clinton, il L'amministrazione Trump desidera fortemente detenere le famiglie, compresi i bambini, per periodi più lunghi di quanto consentito dall'insediamento Flores - in effetti, a tempo indeterminato.

Problema controverso di vecchia data

Le controversie sull'applicazione dell'insediamento di Flores sono esplose durante l'amministrazione Trump, che ha arrestato i bambini migranti in condizioni sfavorevoli lungo il confine tra Stati Uniti e Messico sin da subito dopo l'entrata in carica.

Le cause comprendono un caso giudiziario portato dai gruppi per i diritti degli immigrati e le libertà civili in risposta a quella che hanno definito la "minaccia imminente per la salute e il benessere" dei bambini migranti detenuti. I funzionari di frontiera statunitensi avrebbero dovuto "rilasciare prontamente bambini ai loro parenti e fornire condizioni di detenzione sanitarie e sicure per tutti i bambini in custodia", ha affermato un avvocato che rappresenta i gruppi che hanno avviato l'azione.

Allo stesso modo, nell'estate di 2018, basato sull'insediamento di Flores, un tribunale federale ha vietato alle autorità di immigrazione di somministrare ai bambini droghe psicotrope senza il consenso dei genitori o dei tutori legali.

Apparentemente le condizioni non sono migliorate nei centri di detenzione in tutto il paese. Diversi bambini hanno è morto in custodia da gennaioe le proteste pubbliche per le condizioni di detenzione per i migranti hanno portato a numerose lotte giudiziarie.

Durante i recenti contenziosi che cercano di far valere l'insediamento di Flores, il Il Dipartimento di giustizia ha fatto notizia per la sua difesa delle condizioni di detenzione dei bambini migranti. I giudici della corte d'appello furono increduli per l'affermazione del governo sapone e uno spazzolino da denti non erano necessariamente necessari per i bambini migranti detenuti. Non sorprendentemente, la corte ha respinto categoricamente la richiesta del governo.

L'anno scorso, l'amministrazione Trump richiesto di modificare l'accordo per consentirgli di trattenere indefinitamente i bambini migranti.

Le corti hanno costantemente negato queste richieste e hanno continuato a monitorare la detenzione di bambini migranti, come richiesto dall'insediamento di Flores.

È importante sottolineare che la nuova norma consentirà al Dipartimento per la sicurezza interna e la salute e i servizi umani di rispondere ai cambiamenti significativi che si sono verificati da quando è stato messo in atto l'accordo di insediamento di Flores, compresi aumenti drammatici del numero di minori non accompagnati e di unità familiari che attraversano il Stati Uniti.

La regola è prevista per avere effetto su 23 di ottobre. Ma i sostenitori dell'immigrazione e delle libertà civili hanno giurò di contestare la regola in tribunale, che metterà la modifica proposta di fronte al giudice distrettuale statunitense Dolly M. Gee. Gee è il giudice che l'anno scorso ha negato la richiesta dell'amministrazione di estendere le detenzioni familiari.


Kevin Johnson, Decano e professore di diritto di interesse pubblico e studi Chicana / o, University of California, Davis

Questo articolo è ripubblicato da The Conversation sotto una licenza Creative Commons. Leggi il articolo originale.

Se ti è piaciuto questo articolo, ti preghiamo di prendere in considerazione il supporto di notizie indipendenti e di ricevere la nostra newsletter tre volte a settimana.

tag:
Ospite Messaggio

Citizen Truth pubblica articoli con il permesso di una varietà di siti di notizie, organizzazioni di difesa e gruppi di controllo. Scegliamo articoli che riteniamo siano informativi e di interesse per i nostri lettori. Gli articoli scelti a volte contengono un misto di opinioni e notizie, tali opinioni sono quelle degli autori e non riflettono le opinioni di Citizen Truth.

    1

Potrebbe piacerti anche

1 Commenti

  1. Larry N Stout 24 Agosto 2019

    La specie umana è sempre stata e rimane fuori controllo. Ora siamo fuori controllo con una vasta sovrappopolazione, una pistola in ogni mano e armi nucleari. “Sostenibile”? No.

    Rispondi

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.