Digitare per la ricerca

ASIA / PACIFICO

Nuovi documenti rivelati in Cina: la battaglia degli Stati Uniti contro l'esecutivo cinese

Meng Wanzhou. (Immagine via YouTube)
Meng Wanzhou. (Immagine via YouTube)

L'arresto del chief financial director cinese Huawei di Huawei introduce un nuovo capitolo dopo che i nuovi documenti mostrano stretti legami con le possibili compagnie "shell" di Huawei.

Secondo un Reuters rapporto, nuovi documenti hanno rivelato che la multinazionale tecnologica cinese Huawei presumibilmente ha stretti legami con due ditte oscure. Uno, operato a Teheran, in Iran, è un'azienda che vende attrezzature per telecomunicazioni. Mentre l'altra società è il proprietario dell'azienda, una società madre registrata a Mauritius. La connessione con le aziende può aiutare a condannare un dirigente di Huawei in cima al punto di ingannare le istituzioni finanziarie in transazioni autorizzative in violazione delle sanzioni statunitensi sull'Iran.

I documenti ottenuti da Reuters e originariamente depositati in Iran e in Siria mostrano che un dirigente di Huawei sembrava essere stato nominato direttore di Iran Skycom. Hanno anche mostrato che almeno tre persone cinesi avevano i diritti di firma per i conti bancari dell'Iran e di Huawei. Huawei aveva precedentemente sostenuto che Skycom e la casa madre Canicula Holdings erano indipendenti da Huawei.

La Reuters ha anche scoperto che un avvocato del Medio Oriente ha detto che Huawei operava in Siria attraverso la compagnia Shell Canicula. I legami, che non erano stati riportati in precedenza, hanno portato gli Stati Uniti a intraprendere azioni legali contro il capo direttore finanziario di Huawei (CFO), Meng Wanzhou, arrestato in Canada lo scorso dicembre su richiesta di Washington. L'arresto ha scioccato il mondo quando è accaduto durante gli sforzi degli Stati Uniti e della Cina per ridurre le tensioni dovute alla disputa commerciale.

Meng è stato poi rilasciato su C $ 10 milioni di cauzione il dicembre 11, 2018. È ancora a Vancouver mentre gli Stati Uniti stanno cercando di estradarla. Negli Stati Uniti la donna di 46 sta affrontando accuse di cospirazione per l'inganno di diverse istituzioni finanziarie e condanne fino a 30 per ogni carica.

Finora, le parti collegate a Meng, Huawei, Canicula e al Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti devono ancora commentare gli ultimi sviluppi. Il destino di Meng e Huawei giocherà pesantemente in Cina e nel rapporto degli Stati Uniti, che è stato tenue a causa di una guerra commerciale tra i due paesi. La Cina ha espresso attivamente disapprovazione per l'arresto di Meng, ma ha più recentemente preso le distanze da Huawei forse nel tentativo di recuperare la controversia commerciale.

Huawei e Skycom: la relazione spiegata

Diverse banche hanno interrogato Huawei sugli articoli pubblicati su 2012 e 2013 sulla relazione tra il gigante tecnologico e Skycom, come da documenti giudiziari presentati dall'autorità canadese su richiesta degli Stati Uniti lo scorso dicembre.

Reuters ha citato i dati del file confidenziale indicando che le autorità statunitensi hanno detto che le altre società di Meng e Huawei hanno ripetutamente mentito alle banche sulla natura dei legami dell'azienda con Skycom.

A causa dell'inganno di Huawei alle istituzioni finanziarie, le banche hanno cancellato centinaia di milioni di dollari di transazioni che erano in violazione delle sanzioni statunitensi sull'Iran che impedivano di condurre affari con il paese.

I giornali hanno anche spiegato che in un incontro privato con un dirigente di banca in agosto 2013, Meng ha detto che Huawei aveva venduto le sue azioni in Skycom. Meng non ha detto che l'acquirente di Skycom era la società controllata da Huawei.

Nei documenti giudiziari, Huawei avrebbe detto alle istituzioni finanziarie senza nome che avrebbe rilasciato le sue azioni in Skycom in 2009, lo stesso anno in cui Meng si è dimesso dal consiglio di amministrazione di Skycom. L'acquirente di Skycom non è stato menzionato in quei file.

È noto dai dati Skycom di Hong Kong che le azioni della società sono state trasferite a Canicula a novembre 2007. Canicula, registrata a Mauritius in 2006, ha controllato le azioni di Skycom per circa un decennio.

Fonti di Reuters hanno anche detto che le autorità statunitensi sono sulle operazioni di Canicula. L'azienda ha un ufficio a Damasco e opera in Siria con il marchio Huawei. Queste fonti hanno anche aggiunto che tra i clienti di Canicula ci sono tre grandi compagnie di telecomunicazioni, come MTN Syria, controllate dal gruppo MTN sudafricano Ltd.

Gli Stati Uniti considerano Huawei una minaccia per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti

La ragione che sta dietro i timori degli Stati Uniti riguardo a Huawei è che la società ha sviluppato diverse tecnologie che possono costituire una minaccia per la privacy di un paese. Ecco perché il mondo e in particolare gli Stati Uniti diffidano del produttore di smartphone. Gli Stati Uniti hanno anche creduto che Huawei avesse legami con il governo cinese, che la compagnia ha sempre negato.

Le accuse rivolte a Huawei affermano che i suoi dispositivi sono carichi di capacità di spionaggio che potrebbero accedere a informazioni interne potenzialmente sensibili degli Stati Uniti - una convinzione che potrebbe anche essere un fattore che contribuisce all'arresto di Meng Wanzhou. Anche se la società ha negato le accuse di qualsiasi capacità di spionaggio, paesi come il Giappone, l'Australia e la Nuova Zelanda hanno vietato i prodotti Huawei sui propri mercati.

Nel frattempo, Huawei sta rafforzando la sua posizione nel mercato degli smartphone e desiderosa di espandere il proprio mercato. Basato su dati dalla International Data Corporation (IDC), Huawei ha superato Apple nel mercato mondiale degli smartphone per il secondo trimestre di 2018.

Secondo quanto riportato da Phone Arena in agosto 1, 2018, IDC ha registrato che durante il secondo trimestre di 2018, Huawei ha spedito 54.2 milioni di unità con una quota di mercato che raggiunge il 15.8 per cento, in aumento di 40, .9 per cento rispetto allo stesso periodo del precedente anno.

Il gigante degli smartphone della Corea del Sud Samsung ha ancora dominato guadagnando il 20.9 percentuale della quota di mercato globale in quel periodo.

Se ti è piaciuto questo articolo, ti preghiamo di prendere in considerazione il supporto di notizie indipendenti e di ricevere la nostra newsletter tre volte a settimana.

tag:
Yasmeen Rasidi

Yasmeen è uno scrittore e laureato in scienze politiche all'Università Nazionale di Giacarta. Copre una varietà di argomenti per la verità del cittadino, tra cui la regione Asia e Pacifico, conflitti internazionali e problemi di libertà di stampa. Yasmeen aveva già lavorato per Xinhua Indonesia e GeoStrategist in precedenza. Scrive da Jakarta, in Indonesia.

    1

Potrebbe piacerti anche

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.