Digitare per la ricerca

EUROPA

Cinque take away dal summit di Trump-Putin

Trump Putin Helsinki
Trump, Putin Helsinki Conference via Wikimedia Commons

A luglio 16, il presidente Donald Trump e il suo omologo russo Vladimir Putin hanno tenuto colloqui a Helsinki, la capitale della Finlandia. L'incontro è stato preceduto da un'accusa contro le spie russe 12 per l'ingerenza nelle elezioni presidenziali americane dell'2016. I russi sono stati accusati di aver violato e-mail appartenenti al comitato nazionale democratico e alla candidata presidenziale democratica, Hillary Clinton.

Prima del summit Trump e la Russia hanno condiviso uno scambio amichevole su Twitter. "Il nostro rapporto con la Russia non è mai stato peggiore, grazie a molti anni di follia e stupidità degli Stati Uniti e ora, la Rigged Witch Hunt!", Ha detto su Twitter.

Il ministero degli Esteri russo ha risposto: "Siamo d'accordo".

L'incontro della scorsa settimana è stato il primo summit che ha coinvolto entrambi i presidenti. In precedenza, entrambi si sono incontrati e hanno avuto una breve conversazione al vertice G-20 ad Amburgo, in Germania, a luglio, 2017 e al vertice APEC in Vietnam, cinque mesi dopo.

Alla luce delle indagini in corso sul coinvolgimento della Russia nelle elezioni 2016 e sulla natura poco chiara della relazione tra Putin e Trump, l'incontro è stato visto come un punto di riferimento per le relazioni USA-Russia. Ecco cinque take-away da uno dei summit più attesi:

Trump ha etichettato un traditore a casa

A Helsinki, Trump ha detto che la Russia non è un nemico per gli Stati Uniti e il miliardario ha rifiutato di accusare Mosca di ingerenza nelle elezioni 2016. La dichiarazione di Trump ha suscitato feroci critiche da parte di molti politici di alto profilo, sia da parte dei repubblicani che dei democratici.

Il senatore repubblicano John McCain ha convocato la riunione Trump-Putin a "tragico errore"E Paul Ryan, relatore della Camera repubblicana, ha detto che Trump" deve apprezzare che la Russia non è un nostro alleato ". L'ex direttore della CIA John Brennan ha definito le azioni di Trump al vertice" onesto ".

Il direttore dell'intelligence nazionale Dan Coats ha risposto alla posizione di Trump sulla Russia, rilasciando una dichiarazione in cui spiegava il ruolo della Russia nelle elezioni americane di due anni fa.

"Il ruolo della comunità di intelligence è quello di fornire le migliori informazioni e valutazioni basate sui fatti possibili per il presidente e i responsabili politici. Siamo stati chiari nelle nostre valutazioni sull'ingerenza russa nelle elezioni 2016 e nei loro continui, pervasivi sforzi per indebolire la nostra democrazia, e continueremo a fornire un'intelligenza chiara e obiettiva a sostegno della nostra sicurezza nazionale " Cappotti dichiarati.

L'ex vicepresidente Joe Biden ha sbattuto Trump per aver disonorato l'ufficio presidenziale e difendendo il nemico numero uno del paese, non gli interessi degli americani.

"Oggi il nostro presidente ha avuto la possibilità di affrontare un avversario che ha attaccato - e continua ad attaccare - la nostra democrazia e i nostri alleati. Avrebbe potuto difendere gli interessi e i valori americani. Ha scelto di non farlo " Disse Biden. "La conferenza stampa di oggi è stata al di sotto della dignità dell'Ufficio del Presidente".

I media russi hanno salutato il summit un "successo"

Le organizzazioni dei media russe hanno visto il Vertice di Helsinki come un importante passo avanti. Secondo il Financial Post"Le reti televisive, i siti web e i giornali della Russia, in gran parte favorevoli al Cremlino, ritraevano Trump come un politico anticonformista che viene bersagliato ingiustamente dai suoi compatrioti".

Nella conferenza stampa, i giornalisti russi hanno anche criticato i media americani che si sono concentrati solo sul presunto intervento della Russia nelle elezioni americane in 2016 che hanno aiutato Trump a prendere il potere.

"Putin ha confermato al mondo che non ha interferito nelle elezioni" disse Olga Skabeyeva dalla stazione TV Rossiya-1.

Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ha definito il risultato dell'incontro "meglio di un super".

Mixed International Reactions

Il vertice ha suscitato reazioni contrastanti dagli alleati di Washington. Il tabloid tedesco Bild ha chiamato l'incontro "troppo debole, troppo sottomesso - una disgrazia". Secondo a sondaggio condotto da YouGov Rilasciato alla vigilia del summit, 64 per cento dei tedeschi intervistati ha dichiarato che Trump rappresentava un pericolo maggiore per la sicurezza mondiale rispetto a Putin, mentre il 16 per cento degli intervistati ha dichiarato che Putin era un pericolo maggiore. E la percentuale di 56 ha detto che Putin era un leader più competente di Trump, mentre il 5% ha detto che Trump era più competente.

Il ministro degli Esteri tedesco ha detto che il vertice è stato un segnale che la Germania aveva bisogno di allinearsi più strettamente con l'Europa. "Per mantenere la nostra partnership con gli Stati Uniti, dobbiamo riaggiustarlo" Heiko Maas ha detto. "La prima chiara conseguenza non può che essere la necessità di allinearci ancora più strettamente in Europa".

Il giornale inglese The Sun ha descritto sarcasticamente Trump come "il barboncino di Putin". La Francia, che ha celebrato il successo della sua squadra nazionale di calcio nella vittoria della 2018 World Cup ha descritto il summit come una partita di calcio vinta da Putin.

Mentre il primo ministro polacco Mateusz Morawiecki ha detto che il vertice non è stato così grave come molti avevano temuto. Trump non ha concesso alcuna concessione alla Russia in merito alle sanzioni imposte a Mosca a causa della guerra nell'Ucraina orientale.

"Guardo gli ultimi sviluppi, tra cui Helsinki, dove potrebbe essere che un presidente del nostro paese vicino (Putin) stava facendo pressioni sul presidente americano per le concessioni. Ma non ho visto alcuna concessione, né per quanto riguarda l'annessione della Crimea né la guerra in Ucraina. Nessuna delle voci che apparivano in anticipo come ipoteticamente possibili - le concessioni degli Stati Uniti - si sono materializzate. Quindi non vedo dove lui (Trump) abbia fatto concessioni significative " Morawiecki ha detto.

L'ex stato comunista è anche membro dell'Unione europea (UE) e della NATO. La Polonia ha esortato i membri della NATO a incrementare le loro spese per la difesa, specialmente dopo che la Russia ha forzatamente annesso la penisola di Crimea dall'Ucraina a 2014.

Benefici di Israele

L'incontro si è concluso come una vittoria per Israele, poiché Trump ha sostenuto che entrambi i paesi erano impegnati a proteggere Israele. briscola disse Putin era un "credente in Israele" e un forte sostenitore del primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu

"Abbiamo raggiunto molte buone conclusioni. Una conclusione davvero buona per Israele. Qualcosa di molto forte, " Trump ha detto a Fox News, aggiungendo che certe cose da fare in Siria devono avere cose da fare con la sicurezza di Israele.

Putin ha fatto eco alla dichiarazione dicendo "La situazione sulle Alture del Golan deve essere ripristinata a quello che era dopo l'accordo 1974, che stabiliva i termini per il disimpegno delle forze tra Israele e Siria". Putin ha aggiunto che "ridare tranquillità all'altezza del Golan, portare un altro relazioni pacifiche tra la Siria e Israele, e anche fornire sicurezza allo stato di Israele ".

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha elogiato e ringraziato entrambi i leader per le loro osservazioni nel sostenere la sicurezza dello stato ebraico.

Niente di cambiamenti in Siria

Trump ha suggerito un approccio congiunto alla Siria, nonostante negli ultimi anni si sia trovato da parti opposte della guerra siriana. "Le nostre forze armate sono andate meglio dei nostri leader politici per un certo numero di anni. E andiamo d'accordo anche in Siria " ha dichiarato.

Il vertice ha riaffermato Il ruolo più importante della Russia in Siria, ma Putin e Trump non hanno specificamente spiegato cosa fare in Siria ai giornalisti dopo il summit.

"Nessuna nuova guida per me come risultato delle discussioni di Helsinki fino ad ora", ha detto Generale dell'esercito americano Joseph Votel, che come capo del Comando Centrale sovrintende alle forze militari statunitensi in Medio Oriente.

Cosa c'è di nuovo?

Tornando a casa, Trump ha preso una posizione più dura in Russia e ha detto che "ha missato" a Helsinki. Ha inoltre affermò di averlo detto a Putin faccia a faccia per rimanere fuori dalle elezioni americane dicendo: "Gli faccio sapere che non possiamo avere questo. Non abbiamo intenzione di averlo, e questo è il modo in cui sarà ", ha detto Trump.

Lo scorso mercoledì Trump ha ricordato ai critici che gli Stati Uniti stanno ancora sanzionando la Russia e hanno espulso diplomatici russi, sostenendo che nessun altro presidente è stato così duro come ha fatto con la Russia.

Un nuovo disegno di legge sponsorizzato da Sens. Marco Rubio (R-Fla.) E Chris Van Hollen (D-Md.) Ha guadagnato altri otto sponsor lo scorso giovedì. Il disegno di legge cerca di imporre automaticamente sanzioni economiche alla Russia o ad altri paesi che pubblicano annunci politici o crea notizie false per interferire con le elezioni americane.

Nonostante le critiche che sta affrontando a casa, Trump ha detto che inviterà Putin alla Casa Bianca entro la fine dell'anno.

La segretaria stampa della Casa Bianca Sarah Sanders ha detto che Trump sta spingendo per una visita di Putin questo autunno. "Il presidente Trump ha chiesto (consigliere per la sicurezza nazionale John Bolton) di invitare il presidente Putin a Washington in autunno e quelle discussioni sono già in corso", disse Sanders.

Trump ha annunciato il suo entusiasmo per il secondo incontro su Twitter lo scorso giovedì.

Se ti è piaciuto questo articolo, ti preghiamo di prendere in considerazione il supporto di notizie indipendenti e di ricevere la nostra newsletter tre volte a settimana.

tag:
Yasmeen Rasidi

Yasmeen è uno scrittore e laureato in scienze politiche all'Università Nazionale di Giacarta. Copre una varietà di argomenti per la verità del cittadino, tra cui la regione Asia e Pacifico, conflitti internazionali e problemi di libertà di stampa. Yasmeen aveva già lavorato per Xinhua Indonesia e GeoStrategist in precedenza. Scrive da Jakarta, in Indonesia.

    1

Potrebbe piacerti anche

0 Commenti

  1. Linda Bednarz Luglio 23, 2018

    Cosa ho ottenuto da questo ...
    Trump ama i dittatori
    Trump odia i nostri alleati
    Trump deve andare!

    Rispondi
  2. Barbara Dean Luglio 23, 2018

    Grazie per aver condiviso questo post con noi

    Rispondi

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.