Digitare per la ricerca

Stati Uniti

Riserve di petrolio che sgorgano dalla Guyana, sarà un boom o una maledizione?

Immagine della bandiera della Guyana verde, rossa e gialla
La Guyana sta per sperimentare un guadagno di petrolio, ma aumenterà gli standard di vita o porterà alla corruzione e al degrado ambientale? Immagine via Pixabay.

La Guyana ha vinto la lotteria dell'oro nero, ma cosa succederà alla nazione sudamericana con una popolazione di soli 800,000 e il più piccolo PIL del continente ora che il petrolio è stato trovato al largo?

In 2015 ExxonMobil ha trovato petrolio al largo delle coste della Guyana e ha praticato otto pozzi di scoperta da quando tutti hanno suggerito che ExxonMobil ha trovato una riserva di petrolio abbastanza grande da trasformare potenzialmente l'economia della Guyana. Gli esperti prevedono che entro la fine del prossimo decennio le riserve di petrolio della Guyana potrebbero generare fino a $ 20 miliardi all'anno, un numero impressionante per un paese con un PIL annuale di $ 6 miliardi.

Lo scorso giugno ExxonMobil ha annunciato il completamento dell'ottava scoperta, il pozzo Longtail-1, e ha affermato che ha creato il potenziale per lo sviluppo di ulteriori risorse nell'area.

"La scoperta di Longtail si trova in prossimità della scoperta di Turbot a sud-est del campo di Liza," disse Steve Greenlee, presidente di ExxonMobil Exploration Company. "I risultati di perforazione Longtail sono in fase di valutazione. Tuttavia, le risorse recuperabili stimate combinate di Turbot e Longtail supereranno 500 milioni di barili di petrolio equivalente e contribuiranno alla valutazione delle opzioni di sviluppo in questa parte orientale del blocco. "

Il piano iniziale è per un progetto di pozzo 17 collegato a una "flottante produzione, stoccaggio e scarico (FPSO) nave progettata per produrre fino a 120,000 barili di petrolio al giorno." ExxonMobil sta prendendo di mira 2020 per la prima produzione di petrolio. La fase 2 del piano di ExxonMobil dovrebbe essere simile a Phase 1 ma con una capacità di produzione di barili 220,000 al giorno. È previsto anche un terzo sviluppo, ma la capacità produttiva prevista non è stata annunciata.

La Guyana è pronta per l'olio?

La scoperta del petrolio fuori dalla Guyana potrebbe significare la realizzazione di sogni e un aumento della qualità della vita per la popolazione della Guyana, come ha dichiarato il ministro delle risorse naturali della Guyana, Raphael Trotman. Mentre altri hanno espresso preoccupazione per la mancanza di esperienza del paese nella gestione di importanti progetti petrolchimici, nella negoziazione con grandi compagnie internazionali e nella regolamentazione di un'industria petrolifera.

Trotman, tuttavia, ritiene che il paese sia preparato per qualsiasi sfida normativa o ambientale.

"Questi sono i rischi e questi sono i pericoli che dobbiamo preparare. Non dovremmo darli per scontati o credere che abbiamo a che fare con qualcosa che è così lontano dalla nostra coscienza o dalla nostra realtà che non dobbiamo essere preparati " Trotman ha detto una consultazione nazionale sulla stesura del piano nazionale di emergenza in caso di fuoriuscita di petrolio presso la Commissione per la protezione civile.

"Deve essere preso sul serio e mentre gli standard del settore sono molto alti, abbiamo un rischio. Riconosciamo che c'è un rischio. Tuttavia, il governo sta facendo ogni sforzo per prepararsi a tale rischio. Ci aspettiamo che nei 24 mesi in cui andremo in produzione nel primo trimestre di 2020, incontreremo non solo standard minimi previsti, ma passeremo oltre e oseremo dire a noi stessi e in particolare al mondo che siamo pronti per qualsiasi eventualità ", ha detto.

Racconti di olio prudenti

Il recente collasso economico del vicino vicino della Guyana, il Venezuela, fornisce una notizia cauta di creare un'economia troppo dipendente dal petrolio. Mentre il Venezuela ha scoperto il petrolio secoli fa, il paese si è sviluppato in un'economia prospera, ma quasi interamente dipendente dall'industria petrolifera. I prezzi del petrolio si sono schiantati e l'economia venezuelana è andata d'accordo.

Il sito FMI previsto che l'inflazione in Venezuela avrebbe colpito 1,000,000 per cento in 2018, rendendola una delle peggiori crisi economiche della storia.

Anche la Guinea equatoriale, una piccola nazione dell'Africa occidentale, ha sperimentato una manna dal petrolio negli ultimi anni, ma la sua storia avverte del potenziale di corruzione una volta scoperto il petrolio. Il paese ha portato 45 miliardi di $ nelle entrate petrolifere tra 2000 e 2013, ma il paese è rimasto uno dei paesi più poveri del mondo a causa di corruzione nel governo che ha portato a spendere spese su case di lusso, automobili e altri oggetti di lusso.

Il Belize è un altro paese che un esperto sta raccomandando alla Guyana come guida. Tyrone Hall, un dottorato di ricerca Candidato all'università di York che sta seguendo la scoperta della Guyana, esorta la Guyana a considerare come il Belize abbia gestito una crescita economica potenziale nella sua industria petrolifera.

La porzione di Belize della Mesoamerican Barrier Reef System, forse la barriera corallina vivente più lunga del mondo, è stata rimossa dalla categoria a rischio di patrimonio mondiale nel giugno di 2018 dopo quasi un decennio nella lista. La decisione è stata presa dopo che il Belize ha demolito i piani per espandere la sua industria petrolifera.

"Ci sono lezioni che possiamo trarre dall'esperienza del Belize per alzare il tiro e reinventare coraggiosamente le risposte ambientali di fronte a un riorientamento petro-economico" Hall ha detto.

"In altre parole, mentre è improbabile che l'esplorazione petrolifera venga fermata in Guyana a questo punto, la comunità ambientalista, e la società civile più ampia, non devono accontentarsi di disposizioni vassalle come il sussidio degli aiuti", ha aggiunto Hall.

Come tutto può essere deciso in 2020, quando il petrolio dovrebbe entrare in produzione e quando il paese avrà le sue prossime elezioni. I risultati delle elezioni potrebbero determinare il destino del raccolto di petrolio e il destino del paese.

Cosa sta succedendo in Venezuela? Una crisi costituzionale, carenza di cibo e partiti politici di duello

Se ti è piaciuto questo articolo, ti preghiamo di prendere in considerazione il supporto di notizie indipendenti e di ricevere la nostra newsletter tre volte a settimana.

tag:
Lauren von Bernuth

Lauren è uno dei co-fondatori di Citizen Truth. Si è laureata in economia politica presso la Tulane University. Trascorre gli anni seguenti a fare il giro del mondo e ad avviare un'attività ecologica nel settore della salute e del benessere. Ha trovato la sua strada verso la politica e ha scoperto la passione per il giornalismo dedicato a trovare la verità.

    1

Commenti

  1. Patricia Gulifield Segal Settembre 7, 2018

    Tutti i combustibili fossili sono una maledizione. RLS

    Rispondi
  2. Larry L. Cunningham Settembre 7, 2018

    Maledizione! Le persone corporative violenteranno economicamente le persone e la terra!

    Rispondi
  3. Michael Spence Settembre 7, 2018

    Guarda le altre nazioni con economie dominate dalla produzione di petrolio.

    Rispondi
  4. Shirley Hawkins Settembre 7, 2018

    La maledizione degli altri.

    Rispondi

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.