Digitare per la ricerca

VETRINA NAZIONALE

Intervista: lavorare come EMT al confine tra Stati Uniti e Messico

Le persone si riuniscono sul lato americano della barriera di confine tra il Messico e gli Stati Uniti durante un servizio interreligioso contro il muro di confine del presidente americano Donald Trump, a Ciudad Juarez, in Messico, febbraio 26, 2019. REUTERS / Jose Luis Gonzalez - / Foto del file
Le persone si riuniscono sul lato americano della barriera di confine tra il Messico e gli Stati Uniti durante un servizio interreligioso contro il muro di confine del presidente americano Donald Trump, a Ciudad Juarez, in Messico, febbraio 26, 2019. REUTERS / Jose Luis Gonzalez - / Foto del file

“Le politiche che abbiamo al confine e questa militarizzazione, costruendo recinti, non sono iniziate con Trump. Sono molte le politiche che sono proseguite dall'amministrazione Obama molto prima ... Bush e Clinton ".

Citizen Truth ha avuto il piacere di parlare con Ieva Jusionyte, che ha trascorso oltre un anno di volontariato come EMT nella zona di confine di Nogales, in Arizona. Jusionyte è anche assistente professore di antropologia e studi sociali presso l'Università di Harvard e autore di Soglia: soccorritori di emergenza al confine tra Stati Uniti e Messico, che dettaglia la sua esperienza come paramedica al confine e la complessità delle comunità di confine e della vita di confine.

Ieva Jusionyte nella sua foto del profilo per il Border Rescue Project in cui agisce come investigatrice principale. (Foto: Border Rescue Project)

Ieva Jusionyte nella sua foto del profilo per il Border Rescue Project in cui agisce come investigatrice principale. (Foto: Border Rescue Project)

La combinazione unica di Jusionyte di competenza accademica e il suo tempo trascorso come EMT Soglia una lettura avvincente e importante in un mondo di crescenti tensioni ai confini e mentre assistiamo alla crescente militarizzazione e criminalizzazione del nostro confine meridionale.

Goditi le parti della nostra intervista qui sotto, puoi anche guardare l'intervista completa sulla nostra Canale YouTube.

Oggi stiamo parlando con Ieva Jusionyte e tu sei un professore di antropologia ad Harvard. Inoltre, hai appena scritto un libro intitolato Risponditori di emergenza di soglia al confine tra Stati Uniti e Messico. Ma ho anche scoperto che hai scritto un libro sul confine in Argentina, giusto? Hai un interesse particolare per i confini?

Credo di si. Sono sempre stato interessato al confine tra Stati Uniti e Messico. Quando stavo facendo le mie ricerche di tesi, non potevo andare al confine tra Stati Uniti e Messico. Ho appena studiato i giornalisti e il modo in cui denunciano la violenza, quindi stavo cercando un'altra area in cui porre le stesse domande. Ma penso che provenga dalla Lituania, questo fa parte del motivo per cui sono così interessato alle società che si trovano nel mezzo. La nostra storia lituana era sempre molto lontana tra est e ovest ed erano paesi diversi di cui facevamo parte. Quindi sono rimasto molto incuriosito da questa divisione dello spazio e della comunità politica.

Qual è stata la tua esperienza in termini di sensazione laggiù? Ti sembra una specie di area combattiva, con ostilità o accettazione? Ovviamente, ci sono molte comunità diverse.

Penso che tu possa sentire questa forte presenza delle forze dell'ordine federali nella regione e le persone che erigono i posti di blocco sono, questi sono agenti di pattuglia di frontiera, di solito non dalla zona. Sono ruotati da altre parti del paese e vivono nella comunità, ma per un tempo molto breve.

Mentre i locali, siano essi allevatori o soccorritori di emergenza o imprenditori locali, hanno opinioni diverse sulla necessità o meno di proteggere il confine. Alcuni dicono di sì, altri dicono di no.

Bene, c'era molto attivismo attorno ai posti di blocco, molta protesta. C'è un sacco di profiling in corso per persone che sono di nazionalità messicana, discendenza o cittadini doppi che sollevano sospetti quando passano attraverso i checkpoint. Anche i soccorritori con cui ho lavorato sono stati spesso interrogati solo perché gli agenti di pattuglia di frontiera non potevano capire, forse nelle loro prime settimane al confine, che questa è la composizione della comunità proprio qui.

Oltre agli agenti di pattuglia di frontiera, cosa sta succedendo lì, ci sono anche questi miliziani volontari che si sono trasferiti nell'area e ... sì, stanno prendendo in mano la legge e la loro presenza è anche molto complicata. Molte persone locali non li vogliono, ma altri sono d'accordo con loro.

Quindi i confini sono come altrove. Le persone hanno opinioni diverse su di esso, ma lo vivono davvero quotidianamente.

Lascia che ti chieda, perché hai voluto scendere? Cosa stavi guardando dal punto di vista antropologico?

Quindi, sai, diciamo che il confine deve essere protetto, abbiamo bisogno di costruire un muro, dobbiamo inviare più agenti di pattuglia di confine alla linea, abbiamo bisogno di tutta questa tecnologia di sorveglianza. Ma per le persone che vivono in queste comunità di confine, si sentono più sicure? Si sentono meno sicuri quando si verifica tutto questo accumulo di sicurezza?

Essendo un soccorritore di emergenza e lavorando con soccorritori di emergenza, ho pensato che fosse un ottimo approccio o un punto di accesso per capire il problema perché i soccorritori si trovano nelle peggiori situazioni, sia che si tratti di un infarto o che si tratti di un migrante disidratato che attraversa il confine, che si tratti di un incendio o di un diluvio, sono lì quando le persone non sono sicure o insicure nei modi più tangibili.

Anche perché i soccorritori hanno un ruolo molto contraddittorio. Da un lato, lavorano per il governo. Funzionano per il governo locale ... e poiché 9-11, molti dipartimenti di emergenza, quindi dipartimenti di soccorso antincendio, sono stati integrati nel sistema internazionale di preparazione ... la missione è stata spostata un po 'per includere anche potenziali attacchi terroristici se attraversare il confine e ha cercato di intrufolarsi con armi chimiche o qualcosa del genere.

D'altra parte, sono anche professionisti medici, quindi le loro responsabilità primarie nell'aiutare le persone indipendentemente dal loro status legale, nazionalità, precedenti penali. Quindi, hanno questo imperativo umanitario per aiutare chiunque. E allo stesso tempo, lavorano per il governo che sta facendo rispettare queste leggi - che fa male ad alcune persone. Quindi ho pensato che sarebbe stato utile anche per un antropologo mostrare come i processi statali contraddittori siano sul campo.

Quindi cosa hai trovato? Pensavi che la comunità locale si sentisse più sicura con una forte presenza di frontiera o rafforzando il confine, costruendo un muro più grande, mettendo più soldi per più sorveglianza o così via?

No. E non è stato molto sorprendente. La sicurezza, la militarizzazione ha chiaramente un impatto negativo sui legami sociali tra le due comunità che dipendono l'una dall'altra in caso di emergenza.

Quindi ci sono situazioni in cui i soccorritori del Messico devono venire negli Stati Uniti per aiutare ad esempio con grandi incendi e viceversa. Quando ci sono grandi incidenti materiali pericolosi in questi maquiladoras o impianti di assemblaggio che stanno producendo molti componenti per l'industria americana, gli americani forniscono formazione, attrezzature fornite.

Quindi c'è questa collaborazione che è stata danneggiata, non tanto dalla retorica, ma dagli interventi molto materiali nel paesaggio. Come la recinzione di confine, i primi soccorritori erano abituati a far passare le manichette antincendio attraverso la recinzione di confine, ma man mano che la recinzione si ingrandisce o il muro diventa più grande e ora esiste questa rete che non consente nemmeno di passare il tubo attraverso gli spazi nella recinzione di confine , diventa più difficile.

È più difficile per i soccorritori ottenere i visti per attraversare gli Stati Uniti, cosa che facevano sempre. Per aiutare, fornire manodopera ai soccorritori statunitensi. Inoltre, sono membri di queste comunità più grandi in Messico e poi negli Stati Uniti, che persino la retorica o il discorso, le politiche più grandi, vengono distrutti.

Quando parli dei soccorritori, per me dipinge un'immagine di queste due comunità che in realtà sono molto intrecciate e lavorano l'una con l'altra e poi questo confine, quindi la militarizzazione che facciamo semplicemente continua a dividerlo - il che in realtà crea più problemi piuttosto che la comunità originale che ha funzionato bene insieme.

Sì, è assolutamente corretto ... Quindi queste comunità sono collegate ... le comunità sono collegate socialmente attraverso il lavoro, la scuola, gli affari. Molte città nel sud dell'Arizona non hanno tasse sulla proprietà, quindi vivono di tasse sulle vendite e molti clienti fanno shopping. Quindi anche i servizi municipali che hanno bisogno di denaro dei contribuenti in un certo senso dipendono da questo movimento transfrontaliero.

Allo stesso tempo, è anche infrastruttura. L'acqua, anche i liquami, i liquami dal Messico, la maggior parte di questi tunnel negli Stati Uniti per gli impianti di trattamento. Ci sono discussioni per creare reti elettriche binarie. L'inquinamento atmosferico è un altro grosso problema. In un modo che è causato da lunghe file che i camion devono attendere alle ispezioni per entrare negli Stati Uniti. Rimangono inattivi lì per ore e ciò peggiora l'inquinamento atmosferico rispetto a qualche anno fa.

E la pattuglia di confine ha costruito queste barriere all'interno dei tunnel. A causa del paesaggio, il Messico è in salita, controvento e a monte degli Stati Uniti. Quindi, quando piove, ad esempio, l'acqua si precipita verso l'Arizona e installano queste barriere nei tunnel che l'acqua deve attraversare creando un tappo che finisce per esplodere o provocare esplosioni nelle strade del Messico, inondando parte della città.

Quindi è molto ... è un ambiente, e l'aria, l'acqua, il fuoco non vedono questi confini politici come rilevanti. E le persone che vivono lì dipendono anche da questa comprensione condivisa che dobbiamo pensare a questo spazio come uno e ci sono degli sforzi davvero carini in corso. L'EPA, Environmental Protection Agency, ha lavorato con le loro controparti messicane e ha cercato di trovare soluzioni alle emergenze ambientali nella zona di confine. E la zona di confine è intesa come centinaia di chilometri a nord e sud del confine. Quindi dovremmo davvero pensarci come un'unica regione: addestrare ed equipaggiare i soccorritori di entrambe le parti e trovare soluzioni politiche per l'inquinamento atmosferico, l'inquinamento idrico che attraversa queste giurisdizioni nazionali.

Pensi che ci sia un luogo in cui è necessario discutere di cosa fare in termini di gestione dell'immigrazione e del problema? ... Invece di fingere che non ci siano problemi?

Whoa, è una domanda che puoi scrivere diversi libri a riguardo.

In termini di situazione attuale con i richiedenti asilo, questo non ha davvero nulla a che fare con il muro di confine perché queste persone vengono e chiedono asilo nei porti di ingresso o si presentano non appena attraversano il confine, non lo sono anche cercando di eludere le autorità.

Ma il muro di confine era, è politicamente commercializzato principalmente per impedire alle droghe illegali di entrare nel paese e di impedire l'ingresso non autorizzato di persone nel paese. Ed è stato controproducente per entrambi.

Per quanto riguarda le droghe, la maggior parte di loro passa attraverso i porti di entrata, nascosta nei veicoli o viene portata in aree molto remote o lanciata con catapulte o portata attraverso tunnel per le persone - succede allo stesso modo. Migranti non autorizzati che erano soliti venire - non gli attuali richiedenti asilo, ma persone che erano solite venire qui per lavoro e non avevano nemmeno provato a chiedere asilo - molti di loro hanno dovuto pagare molto. Grandi tasse per i gruppi criminali organizzati che controllerebbero queste aree più remote del deserto dove ci sono diversi giorni di viaggio per raggiungere quelle aree. Quindi ha aiutato quasi nella nostra applicazione del confine, ha contribuito ad aumentare, consolidare e finanziare la criminalità organizzata in Messico. Quindi è molto controproducente penso.

Quindi hanno creato un settore di lavoro per aggirare il confine. E quindi quando guardi questo, vai avanti e allarghi il confine, stai solo rinforzando il settore che è già lì che lavora per aggirare il confine?

Esattamente. Perché non ci sono ... gli incentivi, le motivazioni non sono cambiate. Quindi lo rende solo più redditizio e più costoso a seconda di chi sei.

... ci sono paesi che hanno politiche diverse su come ammettere gli immigrati e su come concederli, che si tratti di un permesso di lavoro temporaneo o di uno status permanente. Ed è qui che devono venire molte soluzioni. Sicuramente, per gli attuali richiedenti asilo, ci sono molti fattori di spinta e paesi centroamericani che li fanno desiderare di fuggire.

Ma ci sono anche problemi con il nostro sistema di immigrazione che è molto complicato e le soluzioni possono essere trovate attraverso politiche come permessi di lavoro stagionali temporanei o famiglia, diversi programmi di ricongiungimento familiare o talvolta a causa di ... beh, non voglio davvero approfondire questo perché la legge sull'immigrazione non è di mia competenza. Ma ci sono alcune regole molto strane che rendono le persone, le fanno aspettare 10 anni, per esempio, per portare il tuo coniuge dal Messico negli Stati Uniti - che potrebbe essere semplificato. E motiverà anche più persone ad essere lavoratori stagionali, come una volta, andare avanti e indietro tra i paesi.

Molte persone che sono venute qui prima, sono bloccate perché sanno quanto sia difficile attraversare di nuovo se avessero bisogno di venire, sai, per ottenere un lavoro di costruzione e poi tornare nel loro paese d'origine ... Ora sanno non potevano tornare negli Stati Uniti, quindi molti di loro sono motivati ​​a rimanere qui. E ancora, questo non ha nulla a che fare con l'aumento delle altezze del muro di confine.

Hai esaminato il ruolo dei media nel confine tra Stati Uniti e Messico?

Non l'ho studiato in modo specifico, ma ovviamente ho lavorato molto con i giornalisti mentre ero al confine e ora che è uscito il mio libro. Sono molto interessato a come ne parliamo, quali problemi vengono messi in primo piano, come descriviamo il confine come questo luogo di crisi e insicurezza.

Penso che ci sia molto buon giornalismo in corso ora, dove le persone si preoccupano davvero - come fanno le comunità locali a sperimentare questa militarizzazione o intensificazione della retorica sulla crisi dei confini? Ma troppo spesso più ci si allontana dal confine, meno ne si conosce e più si è colpiti dalla paura dalla paura. Penso che i media abbiano una grandissima responsabilità di non dare a ciò, non di fare solo titoli che rafforzano la comprensione molto spesso semplicistica delle persone da entrambe le parti.

Sai, come dici, non sono ... le politiche che abbiamo al confine e questa militarizzazione e la costruzione di recinzioni, non sono iniziate con Trump. Cioè, molte politiche sono proseguite dall'amministrazione Obama, molto prima - Bush e Clinton. Questo fa parte di ciò che la nostra istituzione politica ha fatto per molti decenni.

E sì, ci sono droghe che arrivano attraverso il paese o oltre confine. Ma ancora una volta, il motivo è perché c'è una forte domanda negli Stati Uniti. Quindi forse dovremmo affrontare il problema della dipendenza e considerarlo come salute pubblica e non necessariamente attraverso un obiettivo di applicazione. Quindi penso che queste siano conversazioni molto, molto importanti, che non sono sempre facili da inserire in una narrazione semplice e breve.

Grazie. Grazie per la tua esperienza andando laggiù e scrivendo il libro Soglia, includeremo un link ad esso. Le persone possono verificarlo. Spero di saperne di più da te. Quindi cercherò di rimanere in contatto perché penso che quello che stai facendo sia affascinante e importante. Quindi grazie.

Grazie. Restiamo in contatto. Stai attento.


* Nota per chiarezza questa trascrizione è stata modificata dalla versione video. Dai un'occhiata al nostro video intervista con Ieva Jusionyte sul nostro canale YouTube, dove puoi goderti il ​​resto della nostra conversazione e la sua intuizione.

Soglia: soccorritori di emergenza al confine tra Stati Uniti e Messico è disponibile tramite il Università della California Press e Amazon.

Se ti è piaciuto questo articolo, ti preghiamo di prendere in considerazione il supporto di notizie indipendenti e di ricevere la nostra newsletter tre volte a settimana.

tag:
Lauren von Bernuth

Lauren è uno dei co-fondatori di Citizen Truth. Si è laureata in economia politica presso la Tulane University. Trascorre gli anni seguenti a fare il giro del mondo e ad avviare un'attività ecologica nel settore della salute e del benessere. Ha trovato la sua strada verso la politica e ha scoperto la passione per il giornalismo dedicato a trovare la verità.

    1

Potrebbe piacerti anche

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.