Digitare per la ricerca

CONTRO LA GUERRA MEDIO ORIENTE

È un vettore statunitense nel Golfo Persico un segno di guerra onnisciente con l'Iran?

Un colpo di prua aereo di: USS Abraham Lincoln (CVN-72) durante il suo impiego regolarmente programmato per condurre operazioni di combattimento a sostegno dell'Operazione Southern Watch
Un colpo di prua aereo di: USS Abraham Lincoln (CVN-72) durante il suo regolare dispiegamento di operazioni di combattimento a supporto dell'Operazione Southern Watch. Novembre, 2002 (Foto: US Navy Kittie VandenBosch)

Questa visione - che Bolton sta portando Trump in un pericoloso confronto militare con il principale nemico dell'America in Medio Oriente - sta rimbalzando in tutto il mondo.

"Sotto un cielo stellato, i caccia da combattimento della US Navy si sono catapultati fuori dal ponte della portaerei e sono volati a nord sopra le acque scure del Mare Arabico settentrionale, un segnale inconfondibile per l'Iran che il principale simbolo della portata globale dei militari americani è tornato il suo quartiere, forse per rimanere ", inizia un Associated Press (AP) rapporto su quello che potrebbe essere un segno premonitore dei tempi a venire in Medio Oriente.
"La USS Abraham Lincoln, con il suo contingente di cacciatorpediniere e incrociatori della Marina e una forza combattente di circa 70, è il fulcro della risposta del Pentagono a quelle che chiama minacce iraniane di attaccare le forze statunitensi o il trasporto commerciale nella regione del Golfo Persico. Negli ultimi anni, non c'è stata alcuna presenza regolare di portaerei statunitensi in Medio Oriente, "il pezzo continuerebbe.

Forze che spingono per la guerra con l'Iran

Un recente Washington Post rapporto di Joshua Partlow, David A. Fahrenthold e Taylor Luck descrivono quello che potrebbe essere visto come un tentativo di pressione da parte del ricco sceicco iracheno Nahro al-Kasnazan per iniziare un conflitto con l'Iran.
"A luglio [2018], un ricco sceicco iracheno di nome Nahro al-Kasnazan ha scritto lettere al consigliere per la sicurezza nazionale John Bolton e al segretario di stato Mike Pompeo, invitandoli a stringere legami più stretti con coloro che cercano di rovesciare il governo iraniano", ha iniziato l'investigativo pezzo. "Quattro mesi dopo, ha fatto il check-in al Trump International Hotel di Washington e ha trascorso notti 26 in una suite all'ottavo piano - una visita stimata costerebbe decine di migliaia di dollari".
Con la loro ricerca, le suite dell'hotel Trump vanno da circa $ 1,000 a $ 2,000 a notte. Né l'hotel, la Casa Bianca, né l'ufficio della sicurezza nazionale hanno commentato la notizia sul Washington Post. Kasnazan afferma che non ha usato la sua permanenza nel tentativo di fare pressione sull'amministrazione Trump, ma il Washington Post ha riferito di aver cercato incontri informali con membri del dipartimento di stato.
La comunicazione di Kasnazan con Bolton ha attirato molta attenzione in quanto giornalisti e attivisti che tenevano d'occhio il mandato di Bolton nell'amministrazione Trump, insieme alla sua carriera in politica, credono di avere a lungo cercato un conflitto militare con l'Iran. Un articolo di maggio dagli USA Today descritta la sua dinamica con il presidente Trump.
Questa visione - che Bolton sta portando Trump in un pericoloso confronto militare con il nemico principale dell'America in Medio Oriente - sta rimbalzando attraverso il globo, da Teheran a Washington. Ma gli esperti di sicurezza nazionale dentro e fuori la Casa Bianca dicono che il ruolo di Bolton è stato esagerato - e la sua influenza con il presidente è stata sopravvalutata, in particolare quando si tratta della prospettiva di una guerra costosa con l'Iran.

La guerra con l'Iran è in arrivo?

"Da quando abbiamo operato nella regione, abbiamo avuto diverse interazioni con gli iraniani", ha dichiarato il contrammiraglio John FG Wade, comandante del gruppo di sciopero Lincoln quando parla all'AP. "A questo punto tutti sono stati al sicuro e professionali - nel senso, gli iraniani non hanno fatto nulla per impedire la nostra manovrabilità o hanno agito in un modo che ci obbligava a prendere misure difensive".
All'inizio di maggio, dopo che le petroliere dell'Arabia Saudita sono state attaccate, tutte le colpe sono state imposte all'Iran. Tuttavia, le prove corazzate devono ancora vedere la luce pubblica, e l'Iran nega ogni coinvolgimento con gli attacchi contro il loro avversario. Bolton e il Segretario di Stato Mike Pompeo sono saltati sull'attacco e le accuse. Il guardiano segnalati al tempo:
Sulla scia degli attacchi della petroliera, l'amministrazione ha alzato la posta. Anche i dettagli di una riunione della sicurezza nazionale della Casa Bianca sono trapelati. Hanno rivelato che Patrick Shanahan, il segretario alla difesa [sic], aveva presentato un nuovo piano per inviare truppe 120,000 in Medio Oriente, presumibilmente per scoraggiare l'Iran. Un'altra opzione in discussione è stata il lancio di missili lanciati via mare e aerei sulle strutture militari iraniane e su sospetti obiettivi relativi al nucleare.
Mentre i funzionari dell'amministrazione Trump hanno affermato che l'Iran rappresenta una minaccia imminente per gli Stati Uniti e i loro alleati, sia a livello internazionale che nazionale, le richieste sono accolte con scetticismo. Da parte sua, il presidente Trump sembra scavato nella posizione di non lanciare una guerra contro l'Iran, eppure ha cambiato idea su numerosi argomenti durante la sua presidenza.

Se ti è piaciuto questo articolo, ti preghiamo di prendere in considerazione il supporto di notizie indipendenti e di ricevere la nostra newsletter tre volte a settimana.

tag:
Walter Yeates

Walter Yeates è un giornalista, romanziere e sceneggiatore che si è iscritto a Standing Rock con Veterani e Primo Popolo a dicembre 2016. Egli copre una gamma di argomenti a Citizen Truth ed è aperto a suggerimenti e suggerimenti. Twitter: www.twitter.com/GentlemansHall o www.twitter.com/SmoothJourno Muckrack: https://muckrack.com/walteryeates

    1

Potrebbe piacerti anche

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.