Digitare per la ricerca

EUROPA

La Slovacchia si dimette in seguito allo sdegno per l'omicidio del giornalista Jan Kuciak

Protesta per l'omicidio del giornalista slovacco Jan Kuciak

La Slovacchia è stata scossa dall'assassinio del giornalista investigativo Jan Kuciak, un giovane reporter che indagava sulla corruzione politica. L'attuale governo slovacco sta ora cercando di mantenere il potere.

Il primo ministro della Slovacchia Robert Fico si è ufficialmente dimesso per temperare la crisi politica innescata dall'omicidio del giornalista investigativo slovacco, Jan Kuciak, alla fine di febbraio di 2018.

In precedenza, Fico ha dichiarato di essere pronto a smettere a condizione che il suo partito socialdemocratico (Smer-SD) trovi il suo successore. Fico ha nominato il vice primo ministro Peter Pellegrini, membro del partito Fico's Smer-SD, per formare un nuovo governo

La decisione scioccante di Fico di dimettersi è attribuita al suo desiderio di mantenere la sua coalizione tripartita al potere e di evitare elezioni improvvise, note anche come sondaggi a schiera. Il primo ministro ha aggiunto che i sondaggi a schiocco potrebbero portare all'instabilità e al caos.

L'omicidio del giornalista Jan Kuciak innesca il caos politico in Slovokia

Il governo di Fico era sotto il fuoco dopo l'uccisione di Jan Kuciak, un giornalista investigativo di 27, e della sua fidanzata, Martina Kusnirova. Kuciak e Kusnirova sono stati uccisi a colpi d'arma da fuoco nella sua casa a Velka Maca il febbraio 25. Kuciak, un reporter per aktuality.sk, stava indagando su uno scandalo di corruzione su vasta scala che coinvolgeva politici slovacchi e un sindacato criminale italiano.

I comandanti della polizia slovacca stanno dicendo che il motivo dietro l'omicidio era probabilmente il suo lavoro investigativo incompiuto. La morte della coppia fece arrabbiare i civili slovacchi, spingendo decine di migliaia per inscenare proteste di massat invitare l'attuale governo a dimettersi.

La manifestazione di venerdì scorso è stata la più grande del paese dopo le dimostrazioni anti-comunismo di 1989.

Jan Kuciak ha indagato sulla frode fiscale

La scrittura di Kuciak si concentra per molti mesi sulle transazioni societarie legate all'uomo d'affari Marian Kocner e su uno schema di frode fiscale che coinvolge un complesso di appartamenti di lusso nella capitale Bratislava.

La posizione del complesso di appartamenti di lusso divenne il centro di uno scandalo politico che collegava Robert Kaliňak, il numero due di Fico e il ministro degli Interni slovacco, alla società di sviluppo. Robert Kaliňak e Marian Kocner negano entrambe le accuse.

Eppure la pagina Facebook di Kuciak mostra che ha riportato in ottobre 2017 all'ufficio del pubblico ministero una telefonata minacciosa ricevuta da Kocner. "Sono trascorsi giorni 44 da quando ho presentato una denuncia penale ... per le minacce. E il caso probabilmente non ha nemmeno un poliziotto in particolare " disse Kuciak.

Robert Kaliňak ufficialmente abbassato anche per mantenere la stabilità. Molti hanno ritenuto che la morte di Kuciak non avrebbe ricevuto un'indagine giusta ed indipendente, dato che Robert Kaliňak ha supervisionato la polizia nel suo ruolo di ministro degli Interni.

L'ultimo articolo di Jan Kuciak

Nel lavoro incompiuto di Kuciak, il giornalista ha scritto sulla connessione tra presunti membri della mafia italiana e gli stretti collaboratori di Robert Fico.

Il suo ultimo articolo pubblicato era il febbraio 9. Il titolo diceva: "Mafia italiana in Slovacchia; I suoi tentacoli raggiungono la politica. "

All'inizio di marzo, la polizia slovacca ha arrestato Antonio Vadalà, che vive in Slovacchia da anni, suo fratello Bruno e suo cugino Pietro Catroppa, insieme ad altri quattro italiani in relazione all'omicidio di Kuciak. Tutti gli uomini arrestati sono stati rilasciati giorni dopo senza accusa.

Vadalà è stato nuovamente arrestato a marzo 13th dalla polizia italiana in relazione a un mandato di cattura per possesso di droga. Nessuna persona è stata accusata in relazione alla morte di Kuciak.

La corruzione in Slovacchia

La crescita economica della Slovacchia ha mostrato un miglioramento soddisfacente nell'ultimo trimestre di 2017. Secondo i dati del governo, il tasso di disoccupazione è sceso al 7.7 per cento nel quarto trimestre dello scorso anno, rispetto al 8.0 per cento nel terzo trimestre.

Nel secondo trimestre di 2017, il tasso di espansione ha raggiunto il 3.7 per cento, con il volume del prodotto interno lordo (PIL) della nazione che salta del 3.5 per cento nell'ultimo trimestre di 2017.

La transizione economica non ha placato i cittadini o le grida di corruzione temperate. Gli slovacchi non sono contenti di come Fico gestisce la corruzione. La Slovacchia ha guadagnato un punteggio di 50 su 100 sul livello percepito di frode pubblica in 2017. Diversi organi di stampa locali hanno scritto articoli che affermano che le società collegate al primo ministro 53, Fico, hanno vinto gare per diversi progetti governativi.

Quali sono le prospettive per la Slovacchia?

Tutti i partiti dell'opposizione sono favorevoli a scrutinio a scatto, ovvero quando viene richiesta un'elezione anticipata del previsto. Un sondaggio istantaneo è improbabile.

Il successore designato di Fico, Vice Primo Ministro Peter Pellegrini sembra avere il supporto necessario per essere confermato. La coalizione di governo dice che ha i voti 79 necessari.

Fico stesso ha dichiarato di rimanere un membro di spicco del partito politico Smer-SD. Lui disse dopo aver consegnato le dimissioni al presidente: "Signore e signori, non sto ancora dicendo addio".

I cittadini slovacchi non sono solo arrabbiati con Fico, ma anche con il partito Smer-SD. La nomina di Pelligrini potrebbe non migliorare la percezione di un governo corrotto.

La polizia sta ancora indagando sull'uccisione di Kuciak. Jan Kuciak è diventato un eroe e gli slovacchi sono investiti nel vedere la giustizia per il suo omicidio. Le attuali condizioni si dimostreranno mature per una rivolta del partito populista?

Correlata:

Una finta protesta per la finzione "Tabarnia" ha richiamato decine di migliaia in Spagna

Proteste dell'Iran, A Rocky Start di 2018 e ora un futuro incerto

Notizie dal Regno Unito: "I consulenti elettorali di Trump hanno filmato dicendo che usano tangenti e prostitute per ingannare i politici"

Se ti è piaciuto questo articolo, ti preghiamo di prendere in considerazione il supporto di notizie indipendenti e di ricevere la nostra newsletter tre volte a settimana.

tag:
Yasmeen Rasidi

Yasmeen è uno scrittore e laureato in scienze politiche all'Università Nazionale di Giacarta. Copre una varietà di argomenti per la verità del cittadino, tra cui la regione Asia e Pacifico, conflitti internazionali e problemi di libertà di stampa. Yasmeen aveva già lavorato per Xinhua Indonesia e GeoStrategist in precedenza. Scrive da Jakarta, in Indonesia.

    1

Potrebbe piacerti anche

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.