Digitare per la ricerca

NAZIONALE

John Bolton si scontra con Trump mentre esce dall'amministrazione

John R. Bolton parla alla 2017 Conservative Political Action Conference (CPAC) a National Harbor, nel Maryland.
John R. Bolton, Consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti, intervenuto alla 2017 Conservative Political Action Conference (CPAC) a National Harbor, nel Maryland. (Foto: Gage Skidmore)

Non è chiaro se John Bolton sia stato licenziato o si sia dimesso, ma una cosa è certa, il consigliere falco di Trump è fuori.

Il presidente Trump ha licenziato il suo falco consigliere per la sicurezza nazionale John Bolton martedì, tweeting, "Ieri sera ho informato John Bolton che i suoi servizi non sono più necessari alla Casa Bianca".

“Non ero molto d'accordo con molti dei suoi suggerimenti, come altri dell'Amministrazione, e quindi ho chiesto a John le sue dimissioni, che mi sono state date stamattina. Ringrazio molto John per il suo servizio. La prossima settimana nominerò un nuovo consigliere per la sicurezza nazionale ", ha continuato Trump.

Bolton e Trump si scontrano per licenziamento

Bolton ha contraddetto la narrazione del presidente, dicendo rapidamente ai media che aveva preso la decisione di dimettersi.

"Cerchiamo di essere chiaro, mi sono dimesso, dopo essermi offerto di farlo ieri sera", ha detto Bolton in un messaggio a Il Washington Post. “Devo dire la mia a tempo debito. Ma ti ho dato i fatti sulle dimissioni. La mia unica preoccupazione è la sicurezza nazionale degli Stati Uniti. "

Gli analisti hanno visto Bolton tra le forze trainanti che hanno intensificato le tensioni con l'Iran per tutta l'estate. Il Washington Post scrive che la sua relazione sfilacciata con il Segretario di Stato Pompeo, che credeva che la rigidità e l'aggressività di Bolton fossero pericolose, contribuì alla sua estromissione.

Bolton si oppose a ripetuti incontri con la Corea del Nord e incontri diretti con l'Iran. Bolton ha anche spinto contro i negoziati di pace in Afghanistan con i talebani, un'arena in cui è apparso di recente successo attraverso il controverso ritiro di Trump dai negoziati con il gruppo sabato.

Bolton segna l'ultimo di una lunga serie di appuntamenti del governo Trump estromessi. Era il terzo consigliere per la sicurezza nazionale del presidente dopo Michael Flynn e HR McMaster.

Bolton è stato sottosegretario al controllo degli armamenti e ambasciatore degli Stati Uniti presso le Nazioni Unite sotto George W. Bush ed è stato uno dei sostenitori più stridenti dell'invasione dell'Iraq di 2003.

Partenza di John Bolton allietata

I sostenitori della guerra hanno celebrato la partenza di Bolton, probabilmente il membro più falco dell'intero gabinetto di Trump.

"John Bolton ha minacciato giudici e pubblici ministeri della Corte penale internazionale per aver indagato sui crimini di guerra degli Stati Uniti in Afghanistan", ha dichiarato il direttore del progetto per i diritti umani dell'ACLU Jamil Dakwar. “Lui celebre quando alle vittime di tortura è stata negata l'opportunità di rendere responsabili i loro torturatori. Ha rinunciato alla responsabilità del nostro Paese nei confronti dei suoi impegni internazionali in materia di diritti umani. Niente di tutto questo era apparentemente abbastanza spiacevole per il presidente. "

Il senatore libertario Rand Paul ha elogiato la decisione:

"Penso che fondamentalmente il presidente Trump e Bolton abbiano diverse visioni del mondo", ha detto ai giornalisti il ​​senatore Paul. "Non so esattamente cosa sia scatenato [la sua partenza], ma il presidente merita le persone intorno a lui che attueranno le sue politiche ... Penso che le possibilità di guerra diminuiscano notevolmente con John Bolton che lascia l'amministrazione. Il presidente merita qualcuno che capisca la sua prima politica americana ".

Nel frattempo, il senatore falco Lindsey Graham ha espresso rammarico alla partenza di Bolton, lodando Bolton come "perseguire sempre un'agenda che non solo aiuta il Presidente ma rende l'America sicura".

"Spero che il presidente sceglierà qualcuno con un forte background nella sicurezza nazionale e una visione del mondo che non vi è alcun sostituto per il potere americano quando si tratta di ordine mondiale e che la forza è migliore della debolezza", ha detto Graham.

Il record controverso di Bolton

L'anno scorso, il Mehdi Hasan di Intercept profilò Bolton e intervistò José Bustani, ex diplomatico brasiliano che lavorava come capo dell'Organizzazione per il proibizionismo delle armi chimiche (OPCW) prima della guerra in Iraq, e fu minacciato da Bolton per aver sfidato la razionale dell'amministrazione Bush per l'invasione dell'Iraq.

“È venuto nel mio ufficio e ha detto: 'Cheney ti vuole fuori. Hai 24 ore per lasciare l'organizzazione, e se non rispetti la decisione di Washington, abbiamo modi per vendicarti contro di te ", ha detto Bustani a Hasan. Dopo che il diplomatico brasiliano ha protestato, Bolton avrebbe detto "Devi essere pronto ad affrontare le conseguenze, perché sappiamo dove vivono i tuoi figli".

Sebbene Bustani sarebbe stato confermato nella sua convinzione che l'Iraq non avesse armi di distruzione di massa, il governo brasiliano ha accettato di estromettere il diplomatico in quel momento per evitare l'ira dell'amministrazione Bush.

Anche Hasan intervistato Thomas Countryman, un veterano del dipartimento di stato che ha lavorato con Bolton, che ha descritto il consigliere di sicurezza nazionale estromesso come offensivo per il suo staff, odioso da qualsiasi forma di accordo internazionale e disposto a trattenere informazioni dai suoi capi per spingere la sua agenda a favore della guerra. Countryman sostiene che Bolton ha avuto un'influenza gravemente negativa sulle relazioni degli Stati Uniti con Iraq, Iran, Corea del Nord e Russia.

Hasan osserva Bolton come un "chickenhawk", qualcuno che ama mandare altri in guerra ma che non combatterà mai in uno stesso. Nel suo libro di reunion 25 della Yale University, Bolton ha spiegato perché ha evitato la guerra in Vietnam: “Confesso che non desideravo morire in una risaia del sud-est asiatico. Ho considerato la guerra in Vietnam già persa. "

I critici hanno ipotizzato che i media più diffusi come MSNBC e CNN daranno rapidamente il benvenuto a Bolton, nonostante il suo record di veemente riscaldamento a caldo fino a quando critica Trump.

"Quattro parole", ha twittato il redattore di Daily Beast Noah Shachtman. “MSNBC collaboratore John Bolton. "

Se ti è piaciuto questo articolo, ti preghiamo di prendere in considerazione il supporto di notizie indipendenti e di ricevere la nostra newsletter tre volte a settimana.

tag:
Peter Castagno

Peter Castagno è uno scrittore freelance con un Master in International Conflict Resolution. Ha viaggiato in tutto il Medio Oriente e l'America Latina per ottenere informazioni di prima mano in alcune delle aree più problematiche del mondo e ha in programma di pubblicare il suo primo libro su 2019.

    1

Potrebbe piacerti anche

1 Commenti

  1. Larry N Stout Settembre 10, 2019

    In ritardo. Buon viaggio.

    Rispondi

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.