Digitare per la ricerca

SALUTE / SCI / TECH TRENDING TRENDING-HEALTH / SCI / TECH

La nuova Global Artificial Intelligence Arms Arms è "Very Bad News"

Gli airmen dell'analista dello sfruttamento assegnati allo 41st Intelligence Squadron hanno iniziato a utilizzare un avanzato addestramento desktop mobile che utilizza un ambiente per sfidare ogni singolo analista nelle manovre del ciberspazio per raggiungere gli obiettivi della missione a Fort Meade, Md. Air Force Illustration di Staff Sgt. Alexandre Montes
Gli airmen dell'analista dello sfruttamento assegnati allo 41st Intelligence Squadron hanno iniziato a utilizzare un avanzato addestramento desktop mobile che utilizza un ambiente per sfidare ogni singolo analista nelle manovre del ciberspazio per raggiungere gli obiettivi della missione a Fort Meade, Md. Air Force Illustration di Staff Sgt. Alexandre Montes

"E ora ci stiamo dirigendo verso una vera e propria corsa agli armamenti di intelligenza artificiale, che è una pessima notizia."

L'intelligenza artificiale svolgerà un ruolo fondamentale nel plasmare il futuro ordine globale, mentre i paesi competono per sviluppare la tecnologia e sfruttarla a scopi militari. Secondo Vladimir Putin, "chiunque diventerà il leader in questa sfera diventerà il leader del mondo".

Secondo Politica esteragrandi potenze come Stati Uniti, Cina e Russia stanno perseguendo strategie diverse man mano che sviluppano le loro capacità di IA.

Sembra che gli esperti di sicurezza nazionale degli Stati Uniti dubitino che l'IA combaci con il pensiero a livello umano nell'immediato futuro, e l'esercito si è concentrato su progetti di IA specializzati che aiuteranno il processo decisionale piuttosto che crearne uno proprio. Gli obiettivi della Russia consistono nell'applicare l'IA all'hardware militare per creare armi migliori, come i missili autoguidati.

La Cina, tuttavia, ritiene che i computer siano in grado unicamente di sintetizzare la grande quantità di informazioni relative ai militari disponibili e cerchi di sviluppare una IA in grado di prendere decisioni strategiche.

Chi sono i giocatori principali nella corsa alle armi AI?

ea Hunter è un veicolo di superficie senza equipaggio autonomo (USV) lanciato in 2016 come parte del programma DARPA Anti-Sottomarino Warfare Continuous Trail Unmanned Vessel (ACTUV)

Il Sea Hunter, un veicolo autonomo di superficie senza equipaggio, prende il via sul fiume Willamette dopo una cerimonia di battesimo a Portland, in Oregon, in aprile 2016.

Storico e intellettuale popolare Yuval Noah Harari descritta quanto rapidamente si è evoluta la linea temporale della corsa agli armamenti di intelligenza artificiale:

"Cinque anni fa l'intelligenza artificiale sembrava fantascienza. Anche se nel mondo accademico e negli affari privati ​​le persone erano consapevoli del potenziale, almeno, nel campo politico e nei discorsi pubblici non si sentiva quasi nulla a riguardo. Poi un paio di governi hanno capito cosa sta succedendo. La mia impressione è che i cinesi abbiano capito prima cosa stava succedendo. Penso che questo derivi dal loro trauma nazionale dalla rivoluzione industriale, quando hanno perso il treno e sono rimasti indietro e hanno sofferto terribilmente. Faranno di tutto per essere nella parte anteriore della rivoluzione dell'IA. Nell'ultimo anno o giù di lì, anche gli europei e gli americani se ne sono resi conto. E ora ci stiamo dirigendo verso una corsa agli armamenti su vasta scala dell'intelligenza artificiale, che è una pessima notizia. "

The New Statesman's Sebastian Spence crede che l'IA fortificherà e legittimerà il grande governo, affermando che "un più ampio sfruttamento dell'intelligenza artificiale richiederà il tipo di risorse e la legittimità che solo lo stato può fornire. Mentre i governi cercano di sfruttare le capacità del settore privato, diventeranno più forti prima che diventino più deboli ".

As Axios riferisce, gli sforzi della Cina per sviluppare l'intelligenza artificiale hanno superato gli Stati Uniti in numerosi parametri. La Cina ha investito in 31 per le startup AI basate su 2018 negli Stati Uniti, mentre gli Stati Uniti hanno investito solo in 20 e la Cina ha pubblicato i brevetti 641 AI mentre gli Stati Uniti avevano solo 130. Kai-Fu Lee, ex capo di Google China, dice che Stati Uniti e Cina sono bloccati in una corsa agli armamenti di intelligenza artificiale.

La Cina è particolarmente interessata alla tecnologia di riconoscimento facciale, che sarebbe di aiuto nella sorveglianza statale e nell'elaborazione dei microchip, dove è rimasta indietro rispetto agli sviluppatori statunitensi come Nvidia. Lo scorso novembre, gli Stati Uniti hanno accusato una società statale cinese di cercare di sottrarre segreti commerciali alla tecnologia dei semiconduttori, un aspetto cruciale del microprocesso.

Il Times of India ha riferito che l'India e il Giappone stanno cooperando per implementare robot e intelligenza artificiale nei loro settori di difesa, timorosi delle crescenti capacità della Cina.

L'esperienza di IA è così richiesta che gli specialisti vengono prelevati per gli stipendi a sei cifre (alcuni addirittura $ 300,000) immediatamente dopo gli studi universitari. Secondo AxiosLe università americane stanno aggiungendo professori e nuovi programmi per ospitare la corsa agli armamenti di intelligenza artificiale, ma c'è ancora una significativa carenza di talenti.

Preoccupazione grave per la prospettiva della corsa agli armamenti di intelligenza artificiale

Yuval Noah Harari ha detto "nessuno vince una corsa agli armamenti di intelligenza artificiale" e numerosi commentatori hanno espresso le possibilità apocalittiche di concorrenza non regolata per quanto riguarda la tecnologia. Forse, in particolare, Elon Musk avverte che l'IA potrebbe avere conseguenze negative irreversibili sulla società. Il CEO di Tesla e SpaceX crede che una volta che l'intelligenza artificiale raggiunge il punto di superare l'intelligenza umana, potrebbe soggiogare l'umanità con un controllo senza precedenti:

"Almeno quando c'è un dittatore malvagio, quell'umano sta per morire. Ma per un'IA non ci sarà la morte, vivrà per sempre. E poi avresti un dittatore immortale dal quale non potremmo mai scappare. "

Sebbene il progresso tecnologico dell'intelligenza artificiale non possa essere invertito, i governi e le popolazioni possono contribuire a modellare la sua influenza sul mondo stabilendo ora trattati e regolamenti. Il leader cinese Xi Jinping ha chiesto una maggiore collaborazione nel condividere la tecnologia di intelligenza artificiale con il "villaggio globale", per assicurare che nessun singolo paese guadagni il dominio totale attraverso una svolta tecnologica.

Se ti è piaciuto questo articolo, ti preghiamo di prendere in considerazione il supporto di notizie indipendenti e di ricevere la nostra newsletter tre volte a settimana.

tag:
Peter Castagno

Peter Castagno è uno scrittore freelance con un Master in International Conflict Resolution. Ha viaggiato in tutto il Medio Oriente e l'America Latina per ottenere informazioni di prima mano in alcune delle aree più problematiche del mondo e ha in programma di pubblicare il suo primo libro su 2019.

    1

Potrebbe piacerti anche

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.