Digitare per la ricerca

AMBIENTE

Nuovi studi mostrano il costo del cambiamento climatico di trilioni di dollari

Composito di otto immagini girate in sequenza come un tornado formato in Kansas in 2016
Composito di otto immagini girate in sequenza come un tornado formato in Kansas in 2016. (Foto: Jason Weingart)

Secondo lo studio, il Brasile ha perso il 25% del PIL pro capite, la Nigeria ha perso il 29% e l'India ha perso il 31% a causa dei cambiamenti climatici.

Il primo di due nuovi studi sul clima rileva che il cambiamento climatico intensifica il divario globale di ricchezza, mentre il secondo mostra lo scioglimento del permafrost nell'Artico costerà $ 70 trilioni di danni all'economia globale, la maggior parte dei quali sarà inflitta ai paesi poveri nel mondo Sud.

Il sito primo studio, pubblicato in Atti della National Academy of Sciences Lunedì, hanno usato più di una dozzina di modelli climatici per misurare come l'economia di ogni nazione si sarebbe sviluppata senza cambiamenti climatici causati dall'uomo.

Lo studio dice che i costi dei cambiamenti climatici colpiscono i paesi caldi più duramente

"Siamo molto fiduciosi che un ampio sottogruppo di paesi alle basse latitudini dove è caldo sono stati influenzati negativamente dal riscaldamento globale storico, quindi hanno un PIL pro capite più basso oggi di quello che avrebbe avuto il riscaldamento globale non si è verificato," Noah Diffenbaugh , uno dei due professori di Stanford che hanno lavorato allo studio, ha detto Axios.

L'altro professore, Marshall Burke, aveva precedentemente trovato che la produzione economica soffre quando le temperature diventano troppo calde poiché la produttività dell'agricoltura e della manodopera diminuisce.

Secondo lo studio, il Brasile ha perso il 25% del PIL pro capite, la Nigeria ha perso il 29% e l'India ha perso il 31%, rispetto a uno scenario in cui il riscaldamento causato dall'uomo non aveva avuto un impatto sul clima. È interessante notare che i modelli computerizzati hanno mostrato che alcuni paesi, come il Canada e la Norvegia, hanno effettivamente beneficiato delle temperature del riscaldamento.

Solomon Hsiang, un esperto di clima che ha lavorato in precedenza con Diffenbaugh e Burke, ha criticato gli aspetti del nuovo documento. Hsiang era d'accordo con la conclusione dello studio sull'impatto negativo dei cambiamenti climatici sulle economie tropicali, ma contestava l'idea che i ricchi paesi del nord potrebbero trarre beneficio dal cambiamento dei modelli meteorologici.

"Ma la conclusione che i paesi ricchi avrebbero dovuto beneficiare del riscaldamento è molto meno chiara con un supporto limitato in questo studio ... Quando si considera la possibilità che il riscaldamento nell'anno in corso possa influenzare la crescita negli anni futuri, allora il metodo impiegato dallo studio suggerirebbe che la maggior parte o tutti i paesi ricchi hanno probabilmente perso reddito " Hsiang ha detto ad Axios.

Secondo il secondo studio, il costo dei cambiamenti climatici è 10 Times Any Benefit

Secondo secondo studio, pubblicato in Nature Communications April 23, il costo del fusione Artico sarà 10 volte maggiore dei potenziali benefici, che includono una navigazione più semplice per le navi e l'accesso ai minerali. Lo studio ha utilizzato il software di simulazione più avanzato negli Stati Uniti e nel Regno Unito, impiegando settimane a completare mentre correva attraverso una gamma enorme e complessa di variabili.

Lo scongelamento è il permafrost particolarmente preoccupante perché il carbonio e il metano immagazzinati sotto il ghiaccio vengono rilasciati quando il ghiaccio si scioglie. Gli scienziati ritengono che il permafrost si sciolga più rapidamente quando le temperature raggiungono il livello più alto Target 1.5 Celsius, che causerà un ciclo di feedback negativo quando il carbonio viene rilasciato nell'atmosfera.

La perdita del ghiaccio bianco dell'Artico, che serve a deviare parte del calore del sole, è stata anche calcolata in $ 70 trilioni di costi economici. Secondo il World Factbook della CIA, l'intera economia globale valeva $ 78.28 trilioni in 2014.

Se ti è piaciuto questo articolo, ti preghiamo di prendere in considerazione il supporto di notizie indipendenti e di ricevere la nostra newsletter tre volte a settimana.

tag:
Peter Castagno

Peter Castagno è uno scrittore freelance con un Master in International Conflict Resolution. Ha viaggiato in tutto il Medio Oriente e l'America Latina per ottenere informazioni di prima mano in alcune delle aree più problematiche del mondo e ha in programma di pubblicare il suo primo libro su 2019.

    1

Potrebbe piacerti anche

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.