Digitare per la ricerca

SALUTE / SCI / TECH

I distributori di oppioidi hanno guadagnato $ 23 milioni nel corso del decennio per alleviare il dolore politico dell'epidemia

Sette delle contee statunitensi 10 con la più alta distribuzione pro capite di oppioidi si trovavano nel Tennessee, nel Kentucky e nella Virginia Occidentale.
Sette delle contee statunitensi 10 con la più alta distribuzione pro capite di oppioidi si trovavano nel Tennessee, nel Kentucky e nella Virginia occidentale. (Foto: Ajay Suresh)

I maggiori distributori di oppioidi della nazione, le loro filiali e i dipendenti hanno dato oltre $ 23 milioni di contributi elettorali ai candidati federali nell'ultimo decennio.

(Di Frank Bass, MapLight) Anche se un'epidemia di abuso di antidolorifici è stata incolpata di numeri record di overdose e riduzione della speranza di vita, i più grandi distributori di oppiacei della nazione, le loro filiali e dipendenti hanno dato oltre $ 23 milioni di contributi elettorali ai candidati federali nell'ultimo decennio.

I candidati federali 1,340 - compresi quasi gli attuali membri del Congresso di 500 - che hanno accettato il denaro variavano da noti legislatori veterani come il rappresentante Ron Kind, un democratico del Wisconsin che ha incassato $ 210,000 dalle compagnie, a nuovi legislatori come il rappresentante Chris. Pappas, un democratico del New Hampshire che ha ricevuto un contributo di $ 15 nella sua campagna vincente 2018.

I legislatori che rappresentano i distretti o gli stati congressuali con tassi di consumo di oppioidi superiori alla media sono stati tra i maggiori destinatari dei contributi della campagna dalla farmacia e dai distributori al dettaglio, un'analisi di MapLight di dati ottenuti da HD Media e The Washington Post trovato. Anche come i legislatori hanno rilasciato circa dichiarazioni 2,000 a proposito della crisi, il denaro versato nelle loro campagne suggerisce una delle ragioni principali per un focus legislativo sulla domanda, piuttosto che sull'offerta.

Mentre la maggior parte degli antidolorifici si riversava negli Appalachi, l'analisi MapLight ha scoperto che i maggiori distributori di oppioidi di 10 hanno diffuso i loro contributi in tutto il paese. Kind, il cui distretto confina con lo Iowa e il Minnesota, è stato il più grande destinatario della Camera di fondi da distributori di oppioidi, riportando $ 210,000 in donazioni. Almeno 563,000 grammi di ossicodone e idrocodone - all'incirca 1,000 milligrammi di antidolorifici per ogni uomo, donna e bambino - sono stati distribuiti nel suo distretto tra 2006 e 2012.

Come molti legislatori, Kind ha denunciato l'epidemia. lui cosponsorizzato un piano in cinque punti per attaccare l'abuso di oppiacei in 2018, rilevando che le visite al pronto soccorso per overdose da oppiacei sono raddoppiate in Wisconsin in un solo anno.

"La nostra epidemia di droga è un momento a portata di mano in Wisconsin", ha detto.

La legislazione, che superato la casa ma è morto al Senato, ha chiesto un maggiore sostegno alle forze dell'ordine, un maggiore accesso alle cure, l'incoraggiamento di trattamenti antidolorifici alternativi, il miglioramento delle pratiche di prescrizione e un maggiore accesso alle cure per la salute mentale - ma non ha offerto piani che scoraggiassero i distributori.

L'ex presidente della Camera Paul Ryan, R-Wisc., Ha ricevuto $ 155,635 dai maggiori distributori di oppioidi, collocandolo tra i maggiori destinatari di dollari per le campagne delle società 10. L'American Action Network (AAN), un'organizzazione conservatrice senza scopo di lucro "soldi oscuri" affiliata a Ryan e al GOP House, speso $ 2.5 milioni durante le elezioni di medio termine di 2018 per convincere gli elettori che i repubblicani stavano lavorando per frenare l'epidemia. (Tra 2016-17, AAN ha ricevuto milioni di $ 7.5 da Pharmaceutical Research and Manufacturers of America, un gruppo commerciale dell'industria farmaceutica che ha contati produttori di oppioidi Purdue Pharma e Mallinckrodt Pharmaceuticals tra i suoi membri.)

I dati della DEA hanno mostrato che le due contee primarie nel distretto di Ryan hanno ricevuto 601,000 grammi di pillole antidolorifiche, o circa 1,650 milligrammi per ogni residente.

"Questa epidemia non si preoccupa del partito politico, dello stato sociale, dell'età, della razza o della città natale", ha scritto Ryan in un pezzo pubblicato su 2018 per il Milwaukee Journal Sentinel. "Non importa dove sei stato - o dove stai andando - strappa semplicemente il sostentamento da chiunque sia catturato sul suo cammino. "

Trarre profitto dal dolore

L'epidemia di oppiacei potrebbe aver strappato il sostentamento a decine di migliaia di americani, ma si è rivelato un ottimo affare per i più grandi distributori, che vanno da rivenditori onnipresenti come Walmart e CVS a operatori di basso profilo come JM Smith Corp., una società privata Grossista della Carolina del Sud.

Sei degli otto distributori di oppiacei di proprietà pubblica - Walmart, Kroger, AmerisourceBergen, Cardinal Health, McKesson e CVS Health - hanno registrato entrate per oltre $ 1 trilioni nell'ultimo decennio. I distributori quotati in borsa hanno registrato $ 12 trilioni di ricavi combinati.

Walmart, il più grande datore di lavoro privato della nazione, ha riconosciuto l'esistenza dell'epidemia e ha iniziato a implementare un programma di gestione aziendale in 2017 che includeva la limitazione delle prescrizioni a una fornitura di sette giorni. Il gigante della vendita al dettaglio ha affermato che tenterà di frenare gli abusi richiedendo tutta la medicina del dolore prescrizioni che devono essere archiviate elettronicamente da 2020.

“Siamo in piedi pronto a lavorare con i leader della nostra nazione su una soluzione per combattere la tossicodipendenza e l'abuso di droghe ", ha dichiarato Greg Foran, amministratore delegato della società, in una dichiarazione di 2017.

Nel frattempo, Walmart è emerso come il principale donatore tra i distributori di oppioidi, distribuendo quasi $ 7.7 milioni ai candidati federali durante il decennio. Il rappresentante Steve Womack, un repubblicano dell'Arkansas il cui distretto comprende la sede Bentonville di Walmart, ha ricevuto più di $ 190,000 dal rivenditore, rendendolo il secondo più grande destinatario di donazioni di campagne dai grandi distributori di oppioidi.

Walmart, CVS, Walgreens, Cardinal, McKesson, AmerisourceBergen e Rite Aid sono tra gli imputati in una causa federale intentata da circa 2,000 città, contea e governi tribali. La causa dell'Ohio afferma che i distributori avrebbero dovuto agire per frenare il flusso di miliardi di pillole antidolorifiche attraverso le loro attività, ma invece hanno privilegiato i profitti sulle persone. Cause legali simili in tutto il paese sono in corso, chiedendo miliardi di danni per l'epidemia che ha sostenuto un 180,000 stimato vive tra 2000 e 2015.

Rep. Tulsi Gabbard, D-Hawaii e Ro Khanna, D-Calif., Hanno presentato una delle poche proposte di legge per contenere la distribuzione di oppiacei a maggio. Il conto, il Legge sulla responsabilità delle crisi da oppiacei, penalizzerebbe le multinazionali con una sanzione dell'75 per cento dei loro profitti dalle vendite di oppioidi "durante il periodo in cui l'entità societaria si è impegnata in pratiche di marketing o distribuzione dubbie". Sebbene la legislazione sia principalmente rivolta ai produttori farmaceutici, penalizzerebbe anche le società o persone che "forniscono consapevolmente stati o comunità con una quantità di oppioidi che la persona conosce non è ragionevole dal punto di vista medico".

Il disegno di legge, che è stato presentato in Senato dall'indipendente Bernie Sanders del Vermont, lo farebbe imporre una multa ai dirigenti pari ai loro stipendi, nonché eventuali plusvalenze. Altri dirigenti d'azienda di alto livello potrebbero perdere fino all'25 percento delle loro retribuzioni e delle plusvalenze.

“Mentre alcune di queste aziende hanno realizzato miliardi ogni anno di profitti, nessuno di loro è stato ritenuto pienamente responsabile del suo ruolo in un'epidemia che sta uccidendo decine di migliaia di americani ogni anno ", ha affermato Sanders, uno dei principali contendenti per la nomina presidenziale democratica di 2020. "In un momento in cui i governi locali, statali e federali stanno spendendo molti miliardi di dollari all'anno per far fronte all'impatto dell'epidemia di oppioidi, dobbiamo ritenere responsabili le aziende farmaceutiche e i dirigenti che hanno creato la crisi".

Sanders ha accettato $ 1,165 in donazioni da parte dei migliori distributori di oppioidi per la sua campagna al Senato; le sue campagne presidenziali 2016 e 2020 hanno raccolto oltre $ 136,000 dai dipendenti delle società 10. Gabbard, anche una contendente di 2020, ha preso $ 14,000 dalle corporazioni per le sue campagne alla Camera e un altro $ 350 per la sua offerta presidenziale. Khanna, che è stato eletto in 2016, non ha riportato contributi dai maggiori distributori di oppioidi.

GovTrack, un sito Web che traccia le prospettive della legislazione, ha emesso il conto a 37 percentuale di probabilità di passare in casa e 47 percentuale di probabilità di ottenere l'approvazione del Senato.

Modifica del modello di business

I dati della Drug Enforcement Administration confermano la saggezza convenzionale secondo cui l'epicentro dell'epidemia di oppioidi si è verificato negli Appalachi. Sette delle contee statunitensi 10 con la più alta distribuzione pro capite di oppioidi si trovavano nel Tennessee, nel Kentucky e nella Virginia Occidentale.

L'analisi di MapLight ha rilevato che la contea di Hamblen, in Tennessee, si è classificata al più alto su base pro capite per la distribuzione di oppioidi, con una medicina del dolore sufficiente per aver fornito a ogni persona milligrammi 12,000 tra 2006 e 2012. La contea è rappresentata al Congresso dal rappresentante Phil Roe, un ostetrico repubblicano in pensione che non ha prelevato denaro dai distributori di oppiacei.

Il capriolo, tuttavia, fa eccezione. Nel vicino Kentucky, il leader della maggioranza al Senato Mitch McConnell, un repubblicano che ha bloccato le misure di riforma del finanziamento della campagna dall'essere preso in considerazione dai legislatori, ha raccolto oltre $ 154,000 dai maggiori distributori nel corso del decennio. Il residente medio dello stato di McConnell ha ricevuto 2,840 milligrammi di antidolorifici tra 2006 e 2012, secondo i dati DEA. Lo stato ha avuto il terzo tasso più elevato di decessi per overdose in base all'età in 2017, secondo i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie.

Quasi sei milligrammi X di antidolorifici pro capite sono stati distribuiti nella Virginia dell'Ovest durante il periodo di sei anni. Il consumo di pillole dello stato ha seguito solo la Florida (3,190 milligrammi a persona) e il Delaware (3,300 milligrammi). Sen. Joe Manchin, DW.Va., il cui sito web ha avuto un intera sezione dedicata alle problematiche legate agli oppiacei da quando 2011, ha introdotto almeno 19 bollette separate per far fronte alla crisi degli oppioidi, prendendo $ 49,550 dai dipendenti dei sei maggiori distributori.

Manchin ha riconosciuto il potere politico dei distributori in un'intervista a 2012 dopo che una proposta per richiedere nuove prescrizioni per l'idrocodone è stata abbattuta al Senato. "Non vogliamo mettere nessuno fuori dal mercato", ha detto al New York Times. "Ma forse le farmacie e i farmacisti della catena devono cambiare un po 'il loro modello di business".

Se ti è piaciuto questo articolo, ti preghiamo di prendere in considerazione il supporto di notizie indipendenti e di ricevere la nostra newsletter tre volte a settimana.

tag:
Ospite Messaggio

Citizen Truth pubblica articoli con il permesso di una varietà di siti di notizie, organizzazioni di difesa e gruppi di controllo. Scegliamo articoli che riteniamo siano informativi e di interesse per i nostri lettori. Gli articoli scelti a volte contengono un misto di opinioni e notizie, tali opinioni sono quelle degli autori e non riflettono le opinioni di Citizen Truth.

    1

Potrebbe piacerti anche

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.