Digitare per la ricerca

MEDIO ORIENTE TRENDING-MEDIO ORIENTE

L'Arabia Saudita creerà un gruppo militare sostenuto dagli Stati Uniti nella Siria orientale

Il generale Gen. Terrence J. McKenrick, comandante centrale dell'esercito USA e il generale Dhafer bin Ali Al-Shehri, comandante della zona nord-occidentale delle forze armate saudite, partecipano alla cerimonia di chiusura di Earnest Leader 17 tenutasi nel Regno dell'Arabia Saudita il mese di agosto 10, 2017. Lo scopo dell'esercitazione 17 di Earnest Leader era di migliorare l'interoperabilità e rafforzare le relazioni militari e militari delle Forze terrestri degli Stati Uniti e del Regno Unito (foto dell'esercito americano del maestro Sergente Mark Hanson)
Il generale Gen. Terrence J. McKenrick, comandante centrale dell'esercito USA e il generale Dhafer bin Ali Al-Shehri, comandante della zona nord-occidentale delle forze armate saudite, partecipano alla cerimonia di chiusura di Earnest Leader 17 tenutasi nel Regno dell'Arabia Saudita il mese di agosto 10, 2017. Lo scopo dell'esercitazione 17 di Earnest Leader era di migliorare l'interoperabilità e rafforzare le relazioni militari e militari delle Forze terrestri degli Stati Uniti e del Regno Unito (foto dell'esercito americano del maestro Sergente Mark Hanson)

Dopo aver dichiarato la sconfitta dell'ISIS in Siria, gli Stati Uniti e l'Arabia Saudita sembrano rinforzare le forze di sicurezza nella Siria orientale.

L'Arabia Saudita progetta di creare un gruppo militare nella Siria orientale con il sostegno degli Stati Uniti, secondo un rapporto dell'agenzia di stampa Fars iraniana. La mossa coincide con il continuo aiuto militare di Washington ai militanti di Eufrate, un sobborgo siriano orientale.

Il canale televisivo in lingua araba, al-Mayadeen, ha riferito che la mossa prevista sarà sostenuta dall'assistenza finanziaria e militare attraverso un certo numero di tribù nella regione, come confermano fonti tribali ad Almaydeen TV.

Il canale ha aggiunto che la nuova forza militare è destinata a rafforzare il consiglio militare Deir Ezzur che è collegato con le forze democratiche siriane (SDF) nella regione. L'SDF è una coalizione anti-ISIS sostenuta dagli Stati Uniti, dominata dalle Unità di protezione del popolo curdo (YPG) e da altre più piccole milizie arabe, siriache e turkmene.

Al-Mayadeen ha inoltre sottolineato che Riyadh intende portare nella regione i militanti affiliati al gruppo al-Ghad, comandato da Ahmad al-Jarba nella Siria orientale, che presumibilmente avrebbe combattuto l'esercito turco nell'area. Al-Jarba è un membro dell'opposizione siriana che un tempo era stato presidente della Coalizione nazionale siriana da 2013-2014 ed è un oppositore del presidente siriano Bashar al-Assad.

L'agenzia di stampa Fars ha affermato che Washington ha cercato di creare una forza militare tribale nella Siria orientale composta da militanti 40,000 con miliardi di dollari di finanziamenti dall'Arabia Saudita dall'inizio della guerra in Siria in 2011.

Convogli militari in Siria orientale nelle ultime settimane

In uno sviluppo correlato, il sito di notizie in lingua araba al-Watan Online ha sottolineato che un nuovo convoglio militare di autocarri 50 carichi di armi e altri supporti logistici militari è arrivato nelle aree controllate dall'SDF nel distretto di Deir Ezzur attraverso l'incrocio di Simalka il confine iracheno.

Fars ha anche riferito che all'inizio di questo mese le forze armate statunitensi hanno inviato "decine di camion che trasportano aiuti militari e militari statunitensi" a zone sotto il controllo della SDF nell'Eufrate orientale. La mossa arriva nonostante il fatto che Washington ha dichiarato lo scorso marzo che aveva "100 per cento eliminato" ISIS dalla Siria.

Aggiungendo ai rapporti di movimento nella regione, lunedì l'osservatore siriano per i diritti umani (SOHR) riportato, "Un convoglio comprendente camion 60 contenenti spedizioni logistiche e militari e case prefabbricate è stato inviato nell'Eufrate orientale attraverso la traversata di Simalka nel nord dell'Iraq".

Nel maggio 10, Anche SOHR ha annunciato una serie di camion che entrano nelle aree controllate dalla SDF nell'Eufrate orientale, che il SOHR indicava come 12th tale gruppo dall'annuncio dell'eliminazione di ISIS nella regione.

Il SOHR ha aggiunto che i carichi di camion 20 sono arrivati ​​all'aeroporto di Kobani e alla base militare di Kharab Ashk nel nord di Aleppo.

Il conflitto siriano è scoppiato in 2011 come parte delle insurrezioni della Primavera Araba che hanno visto la protesta araba esplodere in tutto il Medio Oriente. I movimenti richiedevano in gran parte riforme sociali ed economiche.

In Siria, le proteste popolari si sono trasformate in una guerra civile armata, coinvolgendo gruppi islamici, ribelli e oppositori al presidente siriano Bashar al-Asad, provocando lo sfollamento di milioni di siriani.

Se ti è piaciuto questo articolo, ti preghiamo di prendere in considerazione il supporto di notizie indipendenti e di ricevere la nostra newsletter tre volte a settimana.

tag:
Rami Almeghari

Rami Almeghari è uno scrittore indipendente, giornalista e docente indipendente, con base nella Striscia di Gaza. Rami ha contribuito in inglese a diversi media in tutto il mondo, tra cui stampa, radio e TV. Può essere raggiunto su Facebook come Rami Munir Almeghari e via email come [Email protected]

    1

Potrebbe piacerti anche

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.