Digitare per la ricerca

AFRICA

Il Sud Sudan è finalmente sulla strada di un governo stabile

Salva Kiir, presidente del Sud Sudan semi-autonomo, attende di ricevere Omar al Bashir nella sua visita nella capitale meridionale Juba.
Salva Kiir, presidente del Sud Sudan semi-autonomo, attende di ricevere Omar al Bashir nella sua visita nella capitale meridionale Juba. Data: gennaio, 2011. (Foto: Al Jazeera inglese. CC BY-SA 2.0 https://creativecommons.org/licenses/by-sa/2.0)

Dopo una disastrosa guerra civile e molte trattative tra fazioni opposte, il Sud Sudan sta iniziando a formare un governo di transizione.

Sia il presidente del Sud Sudan Salva Kiir che il leader ribelle Riek Machar concordato mercoledì formare un governo di transizione entro la metà di novembre. L'annuncio arriva poche settimane dopo che il vicino del Sud Sudan del Nord Sudan, da cui il Sud Sudan si è separato in 2011, ha formato il proprio governo di transizione dopo la fine della presidenza di Omar Al Bashir lunga un anno 30.

Il ministro dell'Informazione nel Sudan del Sud, Michael Makuie Lueth ha detto ai giornalisti che le parti discusso di alcune "questioni minori" e di "principi reciproci" come base per un governo di transizione, che dovrebbe essere istituito entro novembre 12. L'anno scorso, entrambe le parti hanno firmato un accordo che ha posto fine a una guerra civile, che ha causato la morte di centinaia di migliaia di persone e costretto a lasciare un terzo della popolazione, oltre a rovinare l'economia del paese.

Una visita rara

Questa settimana, Machar ha fatto una visita rara nella capitale Juba dalla sua base di Khartoum per incontrare il presidente Kiir. L'attuazione dell'accordo dell'anno scorso è stata ritardata perché il governo di Juba non ha fondi sufficienti per integrare tutte le forze armate in tutto il Sud Sudan.

I funzionari con il governo del Sud Sudan hanno dichiarato che gli incontri di questa settimana hanno lo scopo di risolvere tutte le questioni in sospeso, compresi gli emendamenti costituzionali, il numero di stati regionali e le leggi sulla sicurezza.

I negoziati hanno lo scopo di impegnare il Sud Sudan in un periodo di transizione di tre anni e, secondo quanto riferito, sia Kiir che Machar hanno espresso soddisfazione per i loro colloqui. Alla fine del triennio, il Paese terrà le elezioni.

Prima di recenti accordi

A 2011 dopo decenni di guerra tra il governo centrale del Sudan dell'ex presidente espulso Omar Al Bashir e ribelli nel Sudan meridionale, il Sudan del Sud si è separato dal Sudan. Due anni dopo, il Sud Sudan stesso si è impegnato in un conflitto interno. In 2013 Kiir ha licenziato il suo vicepresidente Machar, e sono seguiti i combattimenti tra i due.

A settembre 2018 entrambe le parti hanno firmato un accordo di pace sotto pressione internazionale e regionale. Machar visitò Juba solo nell'ottobre di quell'anno, dopo essere rimasto a Khartum da quando Kiir lo aveva licenziato in 2013. Promette più visite a Juba ora.

Se ti è piaciuto questo articolo, ti preghiamo di prendere in considerazione il supporto di notizie indipendenti e di ricevere la nostra newsletter tre volte a settimana.

tag:
Rami Almeghari

Rami Almeghari è uno scrittore indipendente, giornalista e docente indipendente, con base nella Striscia di Gaza. Rami ha contribuito in inglese a diversi media in tutto il mondo, tra cui stampa, radio e TV. Può essere raggiunto su Facebook come Rami Munir Almeghari e via email come [Email protected]

    1

Potrebbe piacerti anche

1 Commenti

  1. Larry N Stout Settembre 15, 2019

    Come può il Sud Sudan diventare e rimanere stabile quando l'intero continente africano - e in effetti il ​​mondo intero - è manifestamente molto instabile sotto molti aspetti, tutti con gravi conseguenze.

    Rispondi

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.