Digitare per la ricerca

AMBIENTE MEDIO ORIENTE

Il denaro dei contribuenti per finanziare una compagnia petrolifera saudita?

Struttura Am Aramco
Una struttura Aramco. (Immagine via YouTube)

Il Regno Unito sta prendendo in considerazione l'utilizzo di denaro dei contribuenti per finanziare un nuovo progetto Aramco in Malesia mettendo in discussione un conflitto di etica.

Dovrebbero le violazioni dei diritti umani, uccidere i giornalisti e bombardare lo Yemen squalificarti dai fondi dei contribuenti? Il Regno Unito non è così sicuro. Il governo britannico sta pensando di finanziare un progetto di Saudi Aramco, un gigante petrolifero statale dell'Arabia Saudita considerato il più redditizio al mondo.

Se l'accordo dovesse passare, il Regno Unito firmerà un prestito di $ 2 miliardi, che verrebbe utilizzato per finanziare un'importante raffineria petrolchimica in Malesia chiamata progetto PRefChem. La raffineria è una joint venture tra la compagnia petrolifera statale malese Petronas e Aramco.

La rivelazione arriva grazie a una relazione di Testimone globale e mentre l'Arabia Saudita è ancora condannata a livello internazionale per il recente presunto omicidio sostenuto dal saudita del giornalista del Washington Post, Jamal Khashoggi. Le incursioni aeree dell'Arabia Saudita nello Yemen hanno anche ucciso migliaia di persone e creato una delle più devastanti crisi umanitarie del nostro tempo, poiché milioni di civili dello Yemen soffrono la fame e un'epidemia di colera derivante dalla guerra.

Secondo Global Witness, UK Export Finance (UKEF), un controverso fornitore di linee di credito per gli acquirenti esteri di beni del Regno Unito, ha recentemente annunciato che potrebbe utilizzare fondi pubblici per aiutare il progetto petrolchimico malese.

Campeggiatore di Climate Change presso Global Witness, Adam McGibbon ha detto"Considerato il presunto omicidio di Jamal Khashoggi, che ha portato il segretario al commercio internazionale britannico Liam Fox a lasciare un evento di alto profilo a Riyadh, questo accordo sembra eticamente discutibile e incoerente da parte del governo britannico.

"Come se questa non fosse una ragione sufficiente per l'export finance nel Regno Unito di stare alla larga, l'inchiostro si sta asciugando sul rapporto 2018 dell'Agenzia internazionale dell'energia, che ci dice che non possiamo costruire più infrastrutture a combustibili fossili se vogliamo mantenere il cambiamento climatico un limite sicuro. Il denaro dei contribuenti del Regno Unito potrebbe essere speso a sostegno dei giganti del petrolio con un enorme progetto di raffineria che dimostra che il governo britannico non ha credibilità sui cambiamenti climatici e ha dimenticato gli impegni presi con l'accordo di Parigi ", ha aggiunto McGibbon.

Storicamente, la UKEF era nota per il prestito di ingenti quantità di denaro ai combustibili fossili, infatti la percentuale di 99.4 di fondi provenienti dalla UKEF nell'ultimo periodo misurabile è andata ai combustibili fossili, secondo una ricerca del Overseas Development Institute.

Secondo il geografo Richard Heede, Aramco dell'Arabia Saudita è il primo produttore di emissioni di carbonio nel mondo ed è in cima alla lista da quando 1995. Heede ha trascorso anni a tracciare le emissioni globali di carbonio e ha compilato un database dei principali produttori di emissioni di carbonio da 1890, che è stato pubblicato nel Rivista di scienzee. Solo in 2013, Aramco ha prodotto 1707 milioni di tonnellate di CO2 che rappresentano la percentuale di 3.39 delle emissioni totali globali.

Il potenziale accordo britannico - Aramco sottolinea la difficile relazione dell'Occidente con l'Arabia Saudita. L'Occidente condanna le violazioni dei diritti umani dell'Arabia Saudita sia internamente che a livello internazionale in luoghi come lo Yemen, ma allo stesso tempo continua a vendere armi dell'Arabia Saudita e a sostenere la loro guerra nello Yemen. Dal punto di vista ambientale, i finanziamenti forniti dall'occidente per il produttore numero uno di emissioni di carbonio nel mondo sembrano contraddire le agende internazionali sul riscaldamento globale.

Come ha affermato la McGibbon, "Con una mano il Regno Unito afferma di essere un leader del clima e spende miliardi per combattere i cambiamenti climatici all'estero. Con l'altra mano fornisce miliardi per alimentare il cambiamento climatico finanziando progetti di combustibili fossili in tutto il mondo. Questa ipocrisia deve cessare, e Theresa May ha bisogno di eliminare gradualmente il supporto ai combustibili fossili di UKEF se vogliamo avere una speranza di evitare i peggiori effetti dei cambiamenti climatici ".

Se ti è piaciuto questo articolo, ti preghiamo di prendere in considerazione il supporto di notizie indipendenti e di ricevere la nostra newsletter tre volte a settimana.

tag:
Leighanna Shirey

Leighanna si è laureata in inglese al Pensacola Christian College. Dopo aver insegnato il liceo inglese per cinque anni, ha deciso di perseguire il suo sogno di scrivere e montare. Quando non lavora, le piace viaggiare con suo marito, passare il tempo con i suoi cani e bere troppo caffè.

    1

Potrebbe piacerti anche

Commenti

  1. Jason Dagless 26 Novembre 2018

    Mi stavo chiedendo perché quel ragazzo si è perdonato così in fretta. Questo o qualcuno voleva comprare più getti da una lista di fornitori in calo.

    Rispondi
  2. Michael Joseph 26 Novembre 2018

    Merda

    Rispondi
  3. Charles Freedom 26 Novembre 2018

    davvero?

    Rispondi
  4. Jane Meglio 26 Novembre 2018

    Questo spiegherebbe perché l'uomo di Cheeto non penalizzerà i sauditi

    Rispondi
  5. Gloria Morales Mata 26 Novembre 2018

    Rendi l'America grande di nuovo usando i nostri dollari delle tasse per finanziare stupide merda.

    Rispondi
  6. Mary Sue Driver 26 Novembre 2018

    È incredibile quello che sotto il tavolo ti daranno bustarelle !! 😡😡😡😡😡

    Rispondi
  7. Asoka Ishaya 27 Novembre 2018

    Deve essere fermato

    Rispondi
  8. Ronald Phillips 27 Novembre 2018

    Trump sta facendo soldi su questo. Ora sai perché non rompere i legami.

    Rispondi
  9. Shirley Hawkins 27 Novembre 2018

    Sai repubblicano colpevole. Chiudili tutti, ingannando le tasse americane

    Rispondi
  10. Janice Iannaccone 27 Novembre 2018

    Sì, perché sono incredibilmente poveri. Dammi una pausa !!!

    Rispondi

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.