Digitare per la ricerca

MEDIO ORIENTE

I gruppi terroristici che riemergono in Siria, avverte la Cina

I militanti dei combattenti di Hayat Tahrir al-Sham (HTS) assaltano il villaggio di Mushairfa, a nord-est di Hama, durante l'offensiva nord-orientale di Hama (2017). L'immagine fa parte di un video ripreso da una fotocamera con elmetto.
I militanti dei combattenti di Hayat Tahrir al-Sham (HTS) assaltano il villaggio di Mushairfa, a nord-est di Hama, durante l'offensiva nord-orientale di Hama (2017). L'immagine fa parte di un video ripreso da una fotocamera con elmetto. (Foto: YouTube)

Da gennaio Idlib è amministrato dall'alleanza Hayat Tahrir al-Sham, guidata da estremisti dell'ex affiliato siriano di al-Qaeda.

L'inviato cinese al conflitto in Siria, Xie Xiaoyan ha espresso martedì la crescente preoccupazione del suo paese per il riemergere di organizzazioni terroristiche in tutta la Siria, principalmente lo Stato islamico in Iraq e Siria.

Xie è stato segnalato dal sito web del canale arabo Al Arabiya come un invito alla comunità internazionale a tenere conto di tali preoccupazioni mentre il paese dilaniato dalla guerra affronta nuovamente le minacce dei terroristi.

Incontro con l'inviato speciale delle Nazioni Unite in Siria

Le osservazioni dell'inviato sono arrivate a margine di un incontro con l'inviato speciale delle Nazioni Unite in Siria, Geir O. Pedersen, a Ginevra, secondo quanto riferito dal sito Web in lingua inglese di Al Arabiya.

"Ora esiste il pericolo che organizzazioni terroristiche come l'ISIS vengano rianimate, vediamo alcuni segni in alcuni luoghi" ha detto ai giornalisti a seguito di un incontro con Pederson. È stato citato come esortando la comunità internazionale a prestare attenzione.

L'ISIS aveva mantenuto il controllo della Siria e dell'Iraq in 2014 per mezzo del loro proclamato "califfato". Tuttavia, offensive militari contro di loro lo hanno frenato e restaurato molte parti della Siria.

La visita del funzionario cinese di alto livello a Ginevra è arrivata sullo sfondo di una nuova offensiva militare da parte dell'amministrazione del presidente Bashar al-Assad contro elementi terroristici nella provincia di Idlib a nord-ovest del paese, che è l'ultima grande roccaforte dei jihadisti.

Le Nazioni Unite hanno avvertito che un assalto a Idlib potrebbe innescare un disastro umanitario in tutta la regione interessata. Da 2011, la regione di Idlib è stata una destinazione per coloro che sfuggivano allo schieramento di forze guidate dal governo in altre aree del paese. Coloro che sono già fuggiti sono ora contati in centinaia di migliaia.

Fallout umanitario chiamato "molto complicato"

Xie ha anche descritto il fallout umanitario come "molto complicato" Ufficiale cinese ha detto, "Quindi la lotta al terrorismo deve essere continuata. Devono essere finiti. La comunità internazionale dovrebbe prestare attenzione all'avvertimento tempestivo ".

Da gennaio Idlib è amministrato dall'alleanza Hayat Tahrir al-Sham, guidata da estremisti dell'ex affiliato siriano di al-Qaeda.

Da quando 2011, la Repubblica araba di Siria, che ospita quasi 19 milioni di residenti, ha vissuto una guerra civile iniziata dopo una serie di proteste di massa, che hanno richiesto riforme sociali ed economiche.

La guerra ha provocato la morte di centinaia di migliaia, mentre circa cinque milioni o più sono fuggiti dal paese.

Negli ultimi anni, la Russia ha fornito supporto logistico al regime siriano e si è impegnata in battaglie a fianco dell'esercito siriano contro gruppi di opposizione armata in tutto il paese arabo.

Se ti è piaciuto questo articolo, ti preghiamo di prendere in considerazione il supporto di notizie indipendenti e di ricevere la nostra newsletter tre volte a settimana.

tag:
Rami Almeghari

Rami Almeghari è uno scrittore indipendente, giornalista e docente indipendente, con base nella Striscia di Gaza. Rami ha contribuito in inglese a diversi media in tutto il mondo, tra cui stampa, radio e TV. Può essere raggiunto su Facebook come Rami Munir Almeghari e via email come [Email protected]

    1

Potrebbe piacerti anche

1 Commenti

  1. Larry N Stout 22 Agosto 2019

    “La diffusione del male è il sintomo di un vuoto. Ogni volta che il male vince, è solo di default. ”- Ayn Rand

    Ricordamelo: chi ha creato i vuoti di potere in Iraq e Siria?

    Rispondi

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.