Digitare per la ricerca

POLIZIA / CARCERE

Lacerato dalle famiglie, quasi 400 rimane in detenzione dopo i raid ICE nel Mississippi

Stop the Raids Rally Outside ICE Office, maggio 2014.
Stop the Raids Rally Outside ICE Office, maggio 2014. (Foto: Joe Brusky)

I lavoratori 680 di sette unità di trasformazione alimentare sono stati arrestati dall'ICE lo scorso mercoledì nel Mississippi.

(Spedizione di popoli) Almeno le persone 377 restano in detenzione nel Mississippi, negli Stati Uniti, mercoledì, agosto 7, dopo che l'Immigration and Customs Enforcement Agency (ICE) ha effettuato incursioni contro i migranti privi di documenti in sette impianti di trasformazione alimentare. Il raid di mercoledì è stato il più grande raid sul posto di lavoro negli ultimi anni con i migranti 680 arrestati in un giorno.

I migranti detenuti provenivano principalmente dai paesi dell'America Latina, con almeno 120 dal solo Messico. Le incursioni hanno avuto luogo nello stesso giorno in cui Donald Trump avrebbe visitato El Paso, in Texas, dove pochi giorni fa si è svolta una sparatoria di massa, su August 3, che aveva provocato la morte delle persone 22.

Le sette piante attaccate si trovano in sei città del Mississippi: Bay Springs, Canton, Cartagine, Morton, Pelahatchie e Sebastopol. Gli impianti appartengono a cinque grandi aziende, tra cui Koch Foods Inc. e Peco Foods Inc. Intorno a 600 agenti ICE hanno partecipato a queste operazioni, circondando gli impianti in modo da non far fuggire alcun lavoratore dal sito.

Secondo un rapporto di Democracy Now! lo scorso anno Koch Foods ha pagato $ 3.75 milioni in un accordo per una causa collettiva della Commissione sulle pari opportunità di lavoro che li ha accusati di "molestie sessuali, origine nazionale e discriminazione razziale e ritorsioni contro i lavoratori latini" in uno dei suoi stabilimenti nel Mississippi. Gli attivisti affermano che non è insolito che le incursioni dell'ICE mirino a luoghi di lavoro in cui i lavoratori immigrati si sono organizzati contro le condizioni di lavoro sleali e la discriminazione razziale come misura di ritorsione.

Intorno a 30 i detenuti sono stati rilasciati lo stesso giorno su quelli che sono stati definiti "motivi umanitari". Un altro 270 è stato rilasciato subito dopo essere stato elaborato dalle indagini sulla sicurezza nazionale, il che significa che tutti i loro dati e dettagli sono accessibili ai dipartimenti di immigrazione statunitensi, rendendo loro facili obiettivi in ​​futuro.

Tuttavia, i quasi immigrati 400 che continuano a rimanere in detenzione sono ancora separati dalle loro famiglie e dai loro figli. Mercoledì è stato il primo giorno di scuola in Mississippi e dozzine di bambini sono rimasti scioccati nel tornare in case vuote e sono rimasti a chiedersi dove si trovassero i loro genitori. Un gran numero di queste famiglie era stato insediato negli Stati Uniti per molti anni e i loro figli sono nati e cresciuti lì. Ora, con uno o entrambi i genitori che affrontano la deportazione, queste famiglie affrontano un futuro incerto.

I lavoratori furono sottoposti a condizioni difficili mentre gli agenti li stavano radunando per confermare il loro status nel paese. Sono stati ammanettati e costretti a depositare i loro effetti personali con gli agenti ICE. Quindi, sono stati imbarcati su autobus e trasportati in diversi centri di detenzione. Un raid di tali dimensioni richiede generalmente mesi di preparazione.

Tali incursioni su larga scala erano comuni sotto la presidenza di George W. Bush, che fondò sia l'Agenzia per la protezione delle dogane e delle frontiere che l'ICE. Mentre il mandato di Barack Obama ha visto meno di queste enormi incursioni. Tuttavia, l'amministrazione Obama ha portato a termine la più grande campagna di espulsione, espellendo quasi 3 milioni di persone, tra cui molti richiedenti asilo e persino coloro che avevano familiari che erano cittadini degli Stati Uniti.

Ora, sotto Donald Trump, il numero di quelli deportati potrebbe essere molto più piccolo in questo momento, ma le condizioni in cui i detenuti sono costretti a vivere sono molto più orribili.

Ad esempio, sotto Trump, la morte dei migranti nei centri di detenzione è diventata un luogo comune. Sono state segnalate morti per migranti 24 mentre erano detenute dall'ICE e sono state riportate morti per 4 di migranti poco dopo il loro rilascio. Sono stati anche segnalati sei decessi di bambini, in stato di detenzione o poco dopo il rilascio.

Inoltre, i rapporti mostrano che i bambini nei centri ICE affrontano regolarmente molestie sessuali. I bambini, che sono separati dalle loro famiglie in detenzione, spesso non sono in grado di accedere alle strutture di base come letti, cure mediche, vestiti puliti, acqua potabile, ecc. Infatti, Sarah Fabian, un avvocato del Dipartimento di Giustizia che rappresenta l'amministrazione Trump ha provato sostenere in tribunale che fornire ai detenuti solo una coperta in Mylar e pavimenti in cemento non viola i loro diritti umani.

Gli adulti devono affrontare condizioni altrettanto orribili nei centri di detenzione. Sono sradicati dalle loro vite senza una data di rilascio stabilita e spesso non sono in grado di entrare in contatto con le loro famiglie all'esterno. Condizioni finanziarie difficili che rendono difficile trovare un avvocato, soprattutto di fronte a giudici che non sono in grado di soddisfare le richieste di asilo, a volte anche nelle condizioni più difficili.

Con l'amministrazione Trump che guida la narrazione che questi migranti, che sono definiti "alieni illegali", stanno creando un'atmosfera non sicura e rubando posti di lavoro, ciò che è dimenticato è le condizioni create dagli Stati Uniti nei paesi dell'America Latina che sta costringendo centinaia di migliaia di persone a fuggire dalle loro case in primo luogo.

Correlati: come la politica degli Stati Uniti ha creato la crisi dei rifugiati in America Centrale

Le politiche imperialiste degli Stati Uniti, che considerano l'America Latina il suo cortile per l'estrazione e lo sfruttamento delle risorse naturali, sono state responsabili di molte operazioni di cambio di regime nella regione.

Questi lasciano dietro di sé governi corrotti e violenti che agiscono per conto degli interessi degli Stati Uniti, mentre i diritti e le esigenze delle persone vengono ignorati. Quando le stesse persone fuggono dai loro paesi in cerca di vite migliori, affrontano un'esistenza ancora più insicura negli Stati Uniti.

Se ti è piaciuto questo articolo, ti preghiamo di prendere in considerazione il supporto di notizie indipendenti e di ricevere la nostra newsletter tre volte a settimana.

tag:
Ospite Messaggio

Citizen Truth pubblica articoli con il permesso di una varietà di siti di notizie, organizzazioni di difesa e gruppi di controllo. Scegliamo articoli che riteniamo siano informativi e di interesse per i nostri lettori. Gli articoli scelti a volte contengono un misto di opinioni e notizie, tali opinioni sono quelle degli autori e non riflettono le opinioni di Citizen Truth.

    1

Potrebbe piacerti anche

1 Commenti

  1. sottovento 13 Agosto 2019

    Perché il ghiaccio non va dopo che queste aziende sono una, vergogna, chiacchiere di denaro e la povera classe operaia i vulnerabili vengono abusati. AMERICA SIAMO MIGLIORI DI QUESTO STAND UP E FACCIAMO ALCUNI RISCHI DI RUMORE QUESTO ODIO PAURA MONGERING

    Rispondi

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.