Digitare per la ricerca

AMBIENTE

L'amministrazione Trump revoca gli standard sulle emissioni di carburante della California

California State Route 1 — Pacific Coast Highway - diretto a sud vicino a Laguna Beach, nella Contea di Orange, nel sud della California.
California State Route 1 — Pacific Coast Highway - diretto a sud vicino a Laguna Beach, nella Contea di Orange, nel sud della California. (Foto: https://en.wikipedia.org/wiki/File:PCH_Near_Laguna_Beach.jpg)

“Questa sarà la più grande lotta in materia di legislazione ambientale dal piano di energia pulita. Forse più grande. "

Il presidente Trump ha dichiarato che la sua amministrazione avrebbe revocato mercoledì una rinuncia all'era Obama che ha permesso alla California di stabilire i propri standard di emissioni automobilistiche, l'ultimo passo nella campagna del presidente contro le normative ambientali e l'eredità del suo predecessore.

“Molte più auto saranno prodotte secondo il nuovo standard uniforme, il che significa significativamente più LAVORI, LAVORI, LAVORI! I costruttori di automobili dovrebbero cogliere questa opportunità perché senza questa alternativa alla California, si sarà fuori dal mercato ”, ha twittato Trump il Mercoledì.

La mossa di Trump contro la California fa parte dei suoi sforzi per sostenere l'industria dei combustibili fossili e uccidere gli sforzi per combattere i cambiamenti climatici, poiché la California è da tempo leader nazionale nella regolamentazione delle emissioni automobilistiche. Automobilistiche ampiamente contrario gli sforzi dell'amministrazione Trump per eliminare gli obiettivi di emissione, in quanto eliminerebbero la certezza normativa e danneggerebbero gravemente il mercato.

Il Dipartimento di giustizia ha combattuto contro le richieste dei produttori di automobili, apertura di un'indagine antitrust all'inizio di questo mese in un accordo sugli standard di risparmio di carburante tra i produttori di auto Ford, Volkswagen, Honda e BMW e lo stato della California. I critici sostengono che non vi sono motivi sufficienti per considerare l'accordo tra le imprese e un governo statale una violazione dell'antitrust e ritengono che le indagini siano rappresaglie per l'imbarazzo del presidente.

"Mentre la Casa Bianca ha rinunciato alla propria responsabilità nei confronti del resto del mondo per quanto riguarda il taglio delle emissioni e la lotta al riscaldamento globale, la California ha intensificato", Governatore della California Gavin Newsom ha detto. “È una mossa che potrebbe avere conseguenze devastanti per la salute dei nostri bambini e l'aria che respiriamo, se la California dovesse ribaltarsi. Ma non lo faremo. ”In particolare, i gas a effetto serra dei trasporti sono la principale fonte di emissioni negli Stati Uniti.

Newsom ha parlato di come il cambiamento metterebbe gli Stati Uniti dietro il freno di altri paesi, poiché ogni altra nazione al mondo riconosce la realtà del cambiamento climatico ed è membro dell'Accordo di Parigi. Il cambiamento indurrebbe anche i consumatori a spendere di più per il gas, risultando "in 320 miliardi di litri in più di petrolio bruciato e sputato nella nostra aria", secondo Newsom. “E ha danneggiato la capacità delle case automobilistiche di competere in un mercato globale. Fa male alla nostra aria. Male per la nostra salute. Male per la nostra economia. "

Critici, come il procuratore generale della California Xavier Becerra, ha descritto la mossa come una violazione dei diritti statali, presumibilmente un principio fondamentale della piattaforma repubblicana. Il responsabile dell'Agenzia per la protezione ambientale Andrew Wheeler, che ha lavorato come lobbista del carbone prima di entrare in agenzia e si è impegnato a ridurre le normative ambientali, ha risposto a questa critica: "Abbracciamo il federalismo e il ruolo degli stati, ma il federalismo non significa che uno stato può dettare standard per la nazione".

Becerra non è stato convinto da questa argomentazione, chiamando la mossa dell'amministrazione Trump un "piano disperato per derubare il nostro stato della sua autorità di vecchia data per fissare standard di emissioni dei veicoli" in una conferenza stampa mercoledì.

"Il nostro messaggio a coloro che affermano di sostenere i diritti degli Stati: non calpestare i nostri", ha detto Becerra.

A Washington Post-Kaiser Family Foundation il sondaggio rilasciato venerdì ha rilevato che l'68 percento dei californiani si oppone alla mossa di Trump per ridurre gli standard di chilometraggio, mentre l'61 percento supporta le più forti forze della California.

Il sondaggio ha anche scoperto che 66 percento degli americani a livello nazionale si oppone agli sforzi di Trump per porre fine agli standard di efficienza del carburante piuttosto che mantenere gli obiettivi dell'amministrazione Obama per 2025. 67 percento degli americani ha anche affermato di sostenere gli stati che stabiliscono regole più ambiziose di efficienza del carburante rispetto al governo federale.

Gli analisti ritengono che la prossima battaglia legale tra la California e l'amministrazione Trump potrebbe arrivare fino alla Corte Suprema.

“Questa sarà la più grande lotta in materia di legislazione ambientale dal piano di energia pulita. Forse più grande " tweeted Nathan Richardson della University of South Carolina School of Law.

Se ti è piaciuto questo articolo, ti preghiamo di prendere in considerazione il supporto di notizie indipendenti e di ricevere la nostra newsletter tre volte a settimana.

tag:
Peter Castagno

Peter Castagno è uno scrittore freelance con un Master in International Conflict Resolution. Ha viaggiato in tutto il Medio Oriente e l'America Latina per ottenere informazioni di prima mano in alcune delle aree più problematiche del mondo e ha in programma di pubblicare il suo primo libro su 2019.

    1

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.