Digitare per la ricerca

CONTRO LA GUERRA

Il rapporto ABC degli Stati Uniti e dell'Australia dice che Washington bombarderà l'Iran il mese prossimo

Bandiera dell'Iran

Venerdì l'ABC Australia ha riferito che gli Stati Uniti avrebbero lanciato un attacco missilistico contro l'Iran già il mese prossimo. Il rapporto derivava dal minaccioso tweet del presidente Donald Trump in risposta al tweet del presidente iraniano Hassan Rouhani.

L'australiano ABC riporta le citazioni di alti funzionari governativi nell'amministrazione di Malcolm Turnbull i cui nomi non sono stati identificati. I funzionari hanno detto che l'Australia ritiene che Washington stia preparando un piano per bombardare l'Iran già il prossimo mese. L'ABC ha anche riferito che la base militare segreta australiana Pine Gap nel Territorio del Nord dell'Australia e le altre strutture di difesa del paese avrebbero avuto un ruolo significativo nell'identificare gli oggetti bersaglio.

In seguito al rapporto, sia Washington che Canberra hanno respinto le accuse sui piani degli Stati Uniti di bombardare l'Iran.

Il capo del Pentagono James Mattis ha negato categoricamente che gli Stati Uniti stiano pianificando di bombardare l'Iran e si chiede come l'ABC abbia ottenuto le informazioni e da quali fonti.

"Non ho idea di dove i giornalisti australiani abbiano ricevuto quell'informazione. Sono fiducioso che non è qualcosa che viene considerato in questo momento, e penso che sia completo - francamente, è - è finzione ", Mattis ha detto alla stampa.

Primo Ministro australiano Malcolm Turnbull ha fatto eco alla dichiarazione, riferendosi al fatto che i media australiani facevano affidamento su "fonti anonime" e hanno anche detto che il piano di bombardamento era solo "speculazione".

"Il presidente Trump ha reso le sue opinioni molto chiare a tutto il mondo, ma questa storia ... non ha beneficiato di alcuna consultazione con me, il ministro degli Esteri, il ministro della difesa o il capo della forza di difesa", ha detto Turnball.

L'Australia fa parte dell'accordo multilaterale UKUSA, un accordo per la promozione dell'intelligence tra Stati Uniti, Regno Unito, Nuova Zelanda e Canada. L'accordo è anche noto come accordo "Five-Eyes".

Guerra dei tweet tra Trump e Rouhani

La settimana scorsa, Rouhani ha detto a Washington di non alimentare le tensioni con Teheran, affermando che uno scontro con la Repubblica islamica sarebbe la "madre di tutte le guerre".

Trump ha reagito dicendo che l'Iran avrebbe dovuto affrontare gravi conseguenze se avesse scatenato una guerra con gli Stati Uniti

"Al presidente iraniano Rouhani: MAI, MAI MINACCIA ANCORA GLI STATI UNITI O SUBIRTI LE CONSEGUENZE, LE PERSONE DELLE QUALI TUTTA LA STORIA HANNO MAI SUBITO PRIMA. NON SIAMO PIÙ UN PAESE CHE SAREBBE PER LE VOSTRE PAROLE DI VIOLENZA E MORTE. ESSERE CAUTIOSI! ", Ha twittato Trump.

Poi, il ministro degli Esteri iraniano Javad Zarif ha inviato un beffardo tweet che diceva che la minaccia di Washington non aveva alcun impatto e che gli iraniani non erano impressionati. Zarif ha anche definito il comportamento eccentrico del magnate immobiliare come "erratico e pericoloso".

"COLOR US UNIMPRESSED: Il mondo ha ascoltato un bluster ancora più duro pochi mesi fa. E gli iraniani li hanno sentiti - anche se più civilizzati - per 40 anni. Siamo stati in giro per millenni e abbiamo visto la caduta di imperi, inclusa la nostra, che è durata più della vita di alcuni paesi. ESSERE CAUTIOSI! ", Ha detto Zarif nel suo tweet.

I legami USA-Iran si sono deteriorati da quando l'amministrazione Trump si è ritirata dall'accordo nucleare 2015 Iran, citando il patto dell'era di Obama come "imbarazzante". Secondo l'accordo, all'Iran è stato richiesto di ridurre le scorte di uranio fino al 98%. Come ricompensa, le sanzioni economiche imposte al paese sono state revocate.

Trump ha accusato l'Iran di essere disonesto riguardo alle sue ambizioni nucleari, sostenendo gruppi terroristici e innescando ostilità in Medio Oriente. La settimana scorsa, L'Iran ha intentato una causa contro la Corte internazionale di giustizia contro gli Stati Uniti, chiedendo a Washington di revocare le sanzioni che ha annunciato che sarebbe reintegrata dopo aver ritirato l'accordo con l'Iran.

Se una guerra è davvero esplosa, quanto può essere spaventosa?

Sulla carta, dopo aver confrontato le forze armate di entrambi i paesi, gli Stati Uniti avrebbero battuto facilmente l'Iran se dovesse verificarsi una guerra. Washington assegna $ 554.2 miliardi per le sue spese militari, mentre l'Iran spende solo $ 12.3 miliardi per la sua difesa.

Il fattore più terrificante è che gli Stati Uniti posseggono le testate nucleari 7,200 che sono dieci volte più potenti delle bombe atomiche sganciate su Hiroshima e Nagasaki.

La cosa più preoccupante è il potenziale per la Russia di interferire in caso di guerra, dato che Mosca è uno dei più stretti alleati di Teheran. Una guerra nel Medio Oriente ha il potenziale, ovviamente, di coinvolgere più paesi in tutta la regione.

Il ministro dell'Australia della Difesa Cristiana, Christopher Pyne, parlando in merito alle minacce di Trumps contro l'Iran ha ammonito: "Certamente il presidente Trump ha dichiarato di essere una persona pronta ad agire in un modo che i precedenti presidenti non hanno fatto.

Le organizzazioni 154 chiedono all'UE di interrompere i finanziamenti ai militari israeliani

Se ti è piaciuto questo articolo, ti preghiamo di prendere in considerazione il supporto di notizie indipendenti e di ricevere la nostra newsletter tre volte a settimana.

tag:
Yasmeen Rasidi

Yasmeen è uno scrittore e laureato in scienze politiche all'Università Nazionale di Giacarta. Copre una varietà di argomenti per la verità del cittadino, tra cui la regione Asia e Pacifico, conflitti internazionali e problemi di libertà di stampa. Yasmeen aveva già lavorato per Xinhua Indonesia e GeoStrategist in precedenza. Scrive da Jakarta, in Indonesia.

    1

Potrebbe piacerti anche

Commenti

  1. Peca Blanco Luglio 30, 2018

    spero di no

    Rispondi
  2. Rina Davis-van Tuil Luglio 30, 2018

    Lascia fare a questo dittatore! È un tipico repuke, come papa e baby bush, hanno iniziato le guerre, quindi la tromba deve mostrare al mondo che anche lui può farlo!

    Rispondi
  3. Juan Platen Luglio 31, 2018

    Oh bene!!

    Rispondi
  4. Melvin Hendrix 3 Agosto 2018

    Gli australiani pronti a ribellarsi contro il loro governo saranno al centro dell'attenzione o l'estremismo degli eurolestici ... https://t.co/PejAuOFl5d

    Rispondi
  5. Jose R. Rivera 3 Agosto 2018

    E?

    Rispondi
  6. Jose R. Rivera 3 Agosto 2018

    Ovviamente negheranno qualsiasi progetto, anche se cancellato, ritardato, rinviato. Duh!

    Rispondi
  7. Gail Ladella Settembre 26, 2018

    Sono pazzi!

    Rispondi
  8. Ron Berey Settembre 26, 2018

    Israele sarà felice di sentirlo

    Rispondi
  9. Susan Dow Settembre 26, 2018

    Noto che il titolo trascura di dire "ABC Australia". Un altro clickbait

    Rispondi
  10. Beatriz Salinas Settembre 26, 2018

    Hacker russi!

    Rispondi
  11. Michael Eastwood Settembre 26, 2018

    tRump ha bisogno di una crisi .............

    Rispondi
  12. Neil Alan Bufler Settembre 27, 2018

    Medaglie elettorali.

    Rispondi

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.