Digitare per la ricerca

AMBIENTE

I disastri catastrofici colpiscono più spesso?

disastri catastrofici

Un economista analizza i dati su disastri catastrofici e rileva che il numero di disastri da miliardi di dollari è aumentato nel tempo.

(The Conversation, Jay L. Zagorsky, The Ohio State University) Non appena le piogge record dell'uragano Harvey sono diminuite da Houston e dalle città limitrofe i residenti della Florida iniziarono a prepararsi per un attacco da una tempesta ancora più potente. E la stagione degli uragani non ha ancora raggiunto il picco.

Questo fa sorgere la domanda: il numero dei principali disastri naturali che colpiscono gli Stati Uniti è in aumento, o la tendenza naturale dei media a sovrascrivere il conflitto lo fa sembrare solo così?

L'amministrazione nazionale oceanica e atmosferica del governo federale mantiene un sito Web che può aiutare a rispondere a questa domanda. La sua lista di disastri da miliardi di dollari torna a 1980 e registra la data, l'ubicazione, il numero di morti e il costo totale di ciascuno.

Come economista, prendo un approccio diverso da come uno scienziato del clima o dell'ambiente potrebbe rispondere alla domanda. I grandi disastri possono provocare enormi danni, come la distruzione di habitat selvatici, il reindirizzamento di grandi fiumi e l'uccisione di persone innocenti. Tuttavia, assegnare valori specifici a questi tipi di danni è difficile.

La valutazione del danno economico diretto di un disastro è relativamente più semplice. Le compagnie di assicurazione e le agenzie governative ricevono richieste di risarcimento danni e perdite per importi specifici. Queste cifre vengono quindi aggiustate in modo che il totale non assicurato produca un totale.

Nella mia analisi, comincerò con queste cifre, ma apporterò un aggiustamento aggiuntivo che ritengo più accurato se catastrofi catastrofiche si verifichino effettivamente a una frequenza maggiore.

Come il governo tiene traccia dei disastri

Il governo ha fatto grandi sforzi per farlo certo i suoi dati sul disastro sono affidabili combinando i dati di agenzie governative come la FEMA, l'USDA e le assicurazioni private.

E non tiene traccia solo degli uragani che stanno facendo notizia in questo momento, ma tutti i tipi di grandi disastridalle tempeste invernali e dalle ondate di calore alle siccità e alle inondazioni. I dati includono anche gli inverni quando le temperature di sub-congelamento distruggono miliardi di dollari di raccolti e uccidono un gran numero di bestiame.

Il governo garantisce il i costi sono misurati accuratamente. Il costo totale di ciascun evento comprende sia le perdite coperte che non coperte dall'assicurazione. Le perdite includono danni a edifici, strade e infrastrutture, così come oggetti distrutti all'interno degli edifici quando si verifica una grave catastrofe. Le cifre includono anche alcuni importi persi dalle aziende perché sono stati temporaneamente costretti a chiudere.

Le cifre, tuttavia, non attribuiscono alcun valore alle vite perse. Anche se una tempesta uccide centinaia, non viene effettuato alcun aggiustamento per queste morti.

Infine, le cifre sono adeguate all'inflazione. Questo è molto importante perché il miliardo di dollari USA 1 in 1980 è in realtà equivalente a $ 3.15 miliardi oggi dopo l'adeguamento per le variazioni di prezzo. I film di Hollywood rompono costantemente i botteghini perché l'industria non aggiusta le vendite di biglietti per l'inflazione. Senza un aggiustamento, i disastri sembrerebbero sempre più costosi nel tempo e, come i film di Hollywood, sembrano distruggere sempre i record per i danni - anche quando non lo fanno.

Cosa mostrano i dati

Dal momento che 1980 ci sono stati disastri 212, i cui calcoli NOAA sono finiti $ 1.2 trilioni di danni.

La mia analisi dei dati NOAA mostra che il numero di disastri da miliardi di dollari è effettivamente aumentato nel tempo. Un anno tipico degli 1980 ha vissuto in media 2.7 tali disastri negli Stati Uniti. Negli 1990 e 2000, quella media era salita a 4.6 e 5.4 rispettivamente di un anno.

Da allora, la frequenza dei disastri costosi è aumentata vertiginosamente. In questo decennio finora, ogni anno ha visto una media di disastri 10.5. La portata di questo aumento equivale a un ulteriore disastro da un miliardo di dollari ogni quattro anni.



I numeri presentano un'immagine vera?

Anche con l'aggiustamento dell'inflazione, una delle ragioni principali per cui abbiamo disastri più costosi è semplicemente che l'economia è molto più grande oggi di quanto non fosse negli 1980.

Quando l'economia era più piccola, i disastri hanno causato meno danni economici. C'erano meno case, fabbriche e edifici per uffici da distruggere, quindi era più difficile per un disastro naturale causare un miliardo di dollari di danni.

Dal 1980, il L'economia americana è più che raddoppiata. L'economia è cresciuta da $ 6.5 trilioni fino a $ 17 trilioni misurati dal PIL corretto per l'inflazione. Per tenere conto di ciò, i dati NOAA dovrebbero essere adeguati per il dimensioni dell'economia. In altre parole, una tempesta che sta accadendo oggi causerà più danni di una identica che si verifica decenni prima semplicemente perché c'è ancora molto da distruggere.

Un semplice aggiustamento che incorpora la crescita economica divide la cifra annua del PIL corretta per l'inflazione secondo il valore 1980 e moltiplica la risposta di $ 1 miliardi. Ciò si traduce in una cifra, in ogni anno, che equivale all'ammontare minimo del danno necessario per essere economicamente equivalente a $ 1 miliardi di distruzione in 1980.



Ad esempio, la cifra risultante per 2010 è $ 2.3 miliardi. In altre parole, una tempesta che ha causato $ 1 miliardi di danni in 1980 avrebbe causato circa $ 2.3 miliardi in 2010.

Anche se questo non è un aggiustamento perfetto e presuppone che tutte le parti dell'economia crescano più o meno allo stesso ritmo, crea una misura più accurata di disastri di miliardi di dollari in modo significativo rispetto ai dati ufficiali.

Escludendo le tempeste sotto il cutoff corretto e rifacendo l'analisi statistica, abbiamo riscontrato un ulteriore disastro da un miliardo di dollari ogni anno 25, non ogni quattro anni. Quindi la frequenza di questi disastri naturali è in aumento, ma non così veloce come suggeriscono i dati grezzi di NOAA.

Perdere la lotteria

In generale, le persone tendono a sopravvalutare l'impatto of eventi a bassa probabilità. Ad esempio, molte persone devono pensare di avere una possibilità abbastanza decente a vincere lotterie giganti; altrimenti, nessuno comprerebbe i biglietti.

I disastri sono come le lotterie, tranne che le persone perdono quando il loro numero arriva. Mentre milioni di persone sono state colpite da Harvey, centinaia di milioni in più non erano nel percorso dell'uragano. Tuttavia, le notizie e la drammatica copertura dal vivo fanno preoccupare tutti noi di essere in pericolo.

Anche in questo caso, dato il numero di disastri costosi sta aumentando - se lentamente - i politici e i politici dovrebbero pensare a rafforzare i codici di costruzione e fare altri cambiamenti per garantire che siamo meglio preparati e meno a rischio. Se gli edifici commerciali e residenziali sono progettati per gestire una maggiore probabilità di essere sommersi dall'acqua, dal vento e dal fuoco, i costi di pulizia e il tempo necessario per riprendersi dai disastri naturali cadrà.

The ConversationE cosa puoi fare? Essere preparato. Non si sa mai quando il disastro potrebbe colpire. Fare un piano. Avere acqua di scorta, torce elettriche, cibo e le carte importanti accessibili in un unico posto nel caso sia tempo di fuggire.

Jay L. Zagorsky, Economista e ricercatore scientifico, The Ohio State University

Questo articolo è stato pubblicato in origine The Conversation. Leggi il articolo originale.

Se ti è piaciuto questo articolo, ti preghiamo di prendere in considerazione il supporto di notizie indipendenti e di ricevere la nostra newsletter tre volte a settimana.

tag:
Lauren von Bernuth

Lauren è uno dei co-fondatori di Citizen Truth. Si è laureata in economia politica presso la Tulane University. Trascorre gli anni seguenti a fare il giro del mondo e ad avviare un'attività ecologica nel settore della salute e del benessere. Ha trovato la sua strada verso la politica e ha scoperto la passione per il giornalismo dedicato a trovare la verità.

    1

Potrebbe piacerti anche

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.