Digitare per la ricerca

AMBIENTE

Ero uno scienziato del clima finanziato da Exxon

Clima Exxon
Ero uno scienziato del clima finanziato da Exxon

Uno scienziato del cambiamento climatico Exxon si apre.

(The Conversation, by Katharine Hayhoe, Texas Tech University)

I tentativi deliberati di ExxonMobil di seminare il dubbio sulla realtà e l'urgenza dei cambiamenti climatici e dei loro donazioni ai gruppi di facciata per diffondere informazioni false sui cambiamenti climatici sono state di dominio pubblico per lungo tempo, ora.

investigativo rapporti in 2015 ha rivelato che Exxon aveva i propri scienziati che eseguivano la propria modellizzazione del clima fin dagli 1970: scienza e modellazione che non era solo accurata, ma che veniva utilizzata per pianificare il futuro dell'azienda.

Ora, un studio peer-reviewed pubblicato agosto 23 ha confermato che ciò che Exxon stava dicendo internamente riguardo ai cambiamenti climatici era quantitativamente molto diverso dalle loro dichiarazioni pubbliche. Nello specifico, i ricercatori Geoffrey Supran e Naomi Oreskes ha rilevato che almeno la percentuale di 80 dei documenti interni e delle pubblicazioni peer-reviewed studiate tra 1977 e 2014 erano coerenti con lo stato della scienza - riconoscendo che il cambiamento climatico è reale e causato dagli esseri umani e identificando "ragionevoli incertezze" lo scienziato del clima sarebbe d'accordo con il tempo. Eppure oltre il 80 percentuale degli annunci a pagamento di stile editoriale di Exxon nello stesso periodo specificamente incentrati sull'incertezza e sui dubbi, lo studio ha rilevato.

Il netto contrasto tra la discussione interna sulla ricerca climatica all'avanguardia mentre condurre una campagna di disinformazione sul clima esterna è sufficiente a far saltare in aria molte menti. Cosa stava succedendo a Exxon?

Ho una prospettiva unica - perché ero lì.

Da 1995 a 1997, Exxon ha fornito un parziale supporto finanziario per la mia tesi di master, incentrata sulla chimica del metano e sulle emissioni. Ho trascorso diverse settimane in 1996 come stagista nel loro laboratorio di ricerca Annandale nel New Jersey e anni lavorando alla ricerca collaborativa che ha portato a tre dei studi pubblicati fatto riferimento nella nuova analisi di Supran e Oreskes.

Ricerca sul clima a Exxon

Uno scienziato è uno scienziato, non importa dove lavoriamo, ei miei colleghi Exxon non hanno fatto eccezione. Riflessivo, cauto e in pieno accordo con il consenso scientifico sul clima: sono caratteristiche che ogni scienziato sarebbe orgoglioso di possedere.

Exxon ha un programma per la nostra ricerca? Certo - non è un ente di beneficenza. La loro ricerca e sviluppo era mirata e nel mio caso era mirata a qualcosa che non avrebbe sollevato bandiere rosse negli ambienti della politica climatica: quantificando i benefici della riduzione del metano.

Il metano è un prodotto di scarto rilasciato dalle miniere di carbone e dalle fughe di gas naturale; impianti di trattamento delle acque reflue; scoreggiare e eruttare mucche, pecore, capre e qualsiasi altra cosa che morde le sue chiappe; rifiuti organici in decomposizione in discariche; gigantesche termitai in Africa; e persino, in quantità incredibilmente ridotte, i nostri stessi familiari intolleranti al lattosio.

Su base di massa, il metano assorbe circa 35 volte più del calore della Terra rispetto al biossido di carbonio. Il metano ha una durata molto più breve rispetto al biossido di carbonio, e ne produciamo molto meno, quindi non c'è modo di sfuggire al fatto che il carbonio deve andare. Ma se la nostra preoccupazione è la velocità con cui la Terra si sta scaldando, possiamo ottenere un grande successo per la nostra azienda riducendo le emissioni di metano il prima possibile, continuando a svezzarci dai carburanti a base di carbonio a lungo termine.

Per l'industria del gas e del petrolio, ridurre le emissioni di metano significa risparmiare energia. Quindi non sorprende che, durante le mie ricerche, non abbia avuto alcuna guida pesante o interferenze con i miei risultati. Nessuno ha chiesto di rivedere il mio codice o suggerito modi per "aggiustare" le mie scoperte. L'unico requisito era che un articolo di giornale con un coautore Exxon passasse una recensione interna prima che potesse essere sottoposta a revisione da parte dei pari, una politica simile a quella di molte agenzie federali.

Sapevo cos'altro stavano facendo in quel momento? Non potrei nemmeno immaginarlo.

Appena uscito dal Canada, non sapevo che c'erano persone che non accettavano la scienza del clima - così inconsapevole, infatti, che era quasi un anno e mezzo prima che mi rendessi conto che avrei sposato uno - per non parlare del fatto che Exxon stava finanziando una campagna di disinformazione nello stesso momento in cui sosteneva la mia ricerca sui modi più opportuni per ridurre l'impatto degli esseri umani sul clima.

Eppure le scelte di Exxon hanno contribuito direttamente alla situazione in cui ci troviamo oggi, una situazione che per molti aspetti sembra irreale: quella in cui molti rappresentanti eletti si oppongono all'azione per il clima, mentre la Cina guida gli Stati Uniti in energia eolica, solare, investimento economico in energia pulita e persino l'esistenza di un cittadino cap e politica commerciale simile allo sfortunato conto Waxman-Markey di 2009.

Decisioni personali

Quest'ultimo studio sottolinea il motivo per cui molti chiedono a Exxon di essere ritenuti responsabili per aver consapevolmente fuorviato il pubblico su una questione così critica. Per gli scienziati e gli studiosi, tuttavia, può alimentare un altro, diverso, ma allo stesso modo, un dibattito morale.

Siamo disposti ad accettare un sostegno finanziario che viene offerto come un contentino alla coscienza pubblica?

Il concetto di offerta di pagamento letterale per il peccato non è una novità. Dalle indulgenze del Medioevo alle critiche che alcuni hanno livellato alle compensazioni di carbonio oggi, noi umani abbiamo sempre cercato di evitare le conseguenze delle nostre azioni e di alleggerire la nostra coscienza con buone azioni, in particolare di tipo finanziario. Oggi molti gruppi industriali seguono questo percorso familiare: sostenere la negazione della scienza con la mano sinistra, mentre si dà alla ricerca e alla scienza all'avanguardia con la destra.

Come accademico, come si dovrebbero considerare le fonti di finanziamento?
Gabe Chmielewski per Mays Communications, CC BY-NC-ND

Il sito Progetto globale sul clima e l'energia alla Stanford University conduce ricerche fondamentali sulle tecnologie energetiche efficienti e pulite - con Exxon come sponsor fondatore. Il filantropo e donatore politico David Koch ha dato un 35 milioni di dollari senza precedenti al Museo Nazionale di Storia Naturale Smithsonian in 2015, dopo di che tre dozzine di scienziati hanno chiesto al museo di tagliare i legami con lui per il finanziamento di gruppi di pressione che "travisano" la scienza del clima. Shell ha sottoscritto il programma "Atmosphere" del London Science Museum e ne ha fatto uso infangare le acque su ciò che gli scienziati sanno del clima.

Potrebbe essere facile puntare il dito contro gli altri, ma quando succede a noi, la scelta potrebbe non sembrare così chiara. Qual è il più importante: il beneficio della ricerca e dell'istruzione o il rifiuto dei fondi contaminati?

La risposta appropriata alle offerte moralmente contaminate è una domanda antica. Nel libro di Corinthians, l'apostolo Paolo risponde a una domanda su cosa fare con il cibo che è stato sacrificato agli idoli: mangiare o rifiutare?

La sua risposta illustra la complessità di questo problema. Il cibo è cibo, dice - e allo stesso modo, potremmo dire che il denaro è denaro oggi. Sia il cibo che i soldi, tuttavia, possono implicare alleanza o accettazione. E se colpisce gli altri, potrebbe essere necessaria una risposta più perspicace.

Cosa dobbiamo fare come accademici? In questo nostro mondo editoriale aperto e trasparente, la dichiarazione dei sostenitori finanziari è importante e necessaria. Alcuni sostengono che un finanziatore, per quanto libero e distante i legami, getta un'ombra sulla ricerca che ne risulta. Altri rispondono che i fondi possono essere utilizzati per sempre. Quale porta il maggior peso?

Dopo due decenni nelle trincee della scienza del clima, non sono più la persona che ero. Sono fin troppo consapevole, ora, di coloro che liquidano la scienza del clima come una "beffa liberale". Ogni giorno mi attaccano Facebookmi denigrare Twitter e anche inviare la lettera occasionale a mano - che chiede apprezzamento per l'arte, se non il contenuto. Quindi ora, se la Exxon fosse venuta a chiamare, cosa avrei fatto?

Non c'è una risposta giusta a questa domanda. Parlando per me stesso, potrei chiedere loro di dare quei fondi ai politici che approvano una politica climatica ragionevole e tagliare i loro finanziamenti a coloro che non lo fanno. O ammiro la risposta pratica di un collega: utilizzare un onorario finanziato da Koch per acquistare un abbonamento a vita nel Sierra Club.

The ConversationNonostante non ci sia una risposta facile, è una domanda che ci pone ogni giorno sempre di più, e non possiamo più scavalcare la recinzione. Come accademici e scienziati, abbiamo alcune scelte difficili da fare; e solo riconoscendo le implicazioni più ampie di queste scelte siamo in grado di prendere queste decisioni con gli occhi ben aperti, piuttosto che a metà chiusi.

Katharine Hayhoe, Professore e direttore, Centro di scienza del clima, Texas Tech University

Questo articolo è stato pubblicato in origine The Conversation. Leggi il articolo originale.

Se ti è piaciuto questo articolo, ti preghiamo di prendere in considerazione il supporto di notizie indipendenti e di ricevere la nostra newsletter tre volte a settimana.

tag:
Lauren von Bernuth

Lauren è uno dei co-fondatori di Citizen Truth. Si è laureata in economia politica presso la Tulane University. Trascorre gli anni seguenti a fare il giro del mondo e ad avviare un'attività ecologica nel settore della salute e del benessere. Ha trovato la sua strada verso la politica e ha scoperto la passione per il giornalismo dedicato a trovare la verità.

    1

Potrebbe piacerti anche

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.