Digitare per la ricerca

NAZIONALE

La Camera Democratica rifiuta l'offerta di New York per le dichiarazioni dei redditi di Trump

Rally per chiedere a Donald Trump di rilasciare le sue dichiarazioni dei redditi
Rally per chiedere a Donald Trump di rilasciare le sue dichiarazioni dei redditi. St. Paul, Minnesota. April 15, 2017 (Foto: Fibonacci Blue)

"Se Neal richiede la dichiarazione dei redditi dello Stato di New York, sta minando la sua causa".

Sebbene il legislatore statale di New York abbia approvato una nuova legge per concedere l'accesso alle dichiarazioni dei redditi del Presidente Trump su richiesta del Comitato per i mezzi di sussistenza, il presidente Richard Neal non ha intenzione di chiederle.

Rep. Neal, l'unica persona autorizzata a richiedere i documenti, teme che chiedere la dichiarazione dei redditi dello stato del presidente possa legittimare l'argomento legale dell'amministrazione Trump secondo cui i parlamentari democratici sono in una "spedizione di pesca politica" piuttosto che cercare i documenti finanziari del presidente validi scopi, secondo Bloomberg.

Il rappresentante Neal crede che la facile vittoria per i rendimenti statali di Trump a New York potrebbe mettere a repentaglio la sua citazione per le dichiarazioni federali del presidente.

Le risposte alla decisione di Neal sono miste. Alcuni vedono la sua mossa come un calcolo prudente che alla fine pagherà, mentre altri sostengono che il suo approccio tiepido si ritorcerà contro.

Martin J. Sheil, che ha prestato servizio per oltre 30 come investigatore presso l'IRS, pensa Neal sta facendo la chiamata giusta.

"Se Neal richiede la dichiarazione dei redditi dello Stato di New York, sta minando la sua causa", ha detto Sheil. "Quell'indagine non ha nulla a che fare con le dichiarazioni dei redditi dello stato".

Il rappresentante Hakeem Jeffries ha detto Bloomberg crede che il presidente possa cambiare idea.

"In questo momento in tempo il presidente Neal ha preso questa posizione, ma vedremo come decide di farlo procedere di fronte a continue ostruzioni da parte dell'amministrazione. Ciò potrebbe far cambiare idea al presidente della Commissione delle Vie e dei Mezzi ".

Rep. Pramila Jayapal (D-Wash.), Co-presidente del Congressional Progressive Caucus, e Rep. Maxine Waters (D-Calif.), Presidente della Camera Servizi finanziari Comitato, sostengono che il presidente Neal dovrebbe smettere di esitare.

"Dobbiamo sapere. C'è una clausola sugli emolumenti e una Costituzione per una ragione ", ha detto il rappresentante Jayapal Bloomberg. La clausola sugli emolumenti è una sezione della Costituzione che proibisce ai membri del governo degli Stati Uniti di ricevere regali dagli stati stranieri. Due attuali cause legali contro l'organizzazione Trump, tra cui quella presentata da House Democrats, sostengono che il presidente Trump è in violazione della clausola sugli emolumenti, in quanto i litiganti ritengono che la vasta rete di hotel di lusso e proprietà immobiliari del presidente siano vulnerabili agli attori stranieri che cercano di ottenere influenza con il presidente.

Una recente OpenSecrets l'indagine ha mostrato che il presidente ha interessi commerciali in più paesi 30. Giovedì, il Il Washington Post ha riferito che un ricco sceicco iracheno che esercita pressioni per il cambio di regime in Iran ha pagato per i giorni 26 al lussuoso hotel Trump a Washington DC. Allo stesso modo, i lobbisti dell'Arabia Saudita hanno acquisito notti 500 dai mesi dell'hotel dopo l'elezione di 2016, e T-Mobile abbiamo speso $ 195,000 nell'hotel del presidente mentre facevo pressioni per una fusione con Sprint.

I critici sostengono che il presidente è compromesso dai suoi interessi commerciali e che i suoi registri finanziari devono essere resi pubblici per legge.

Il segretario al Tesoro Stephen Mnuchin ha finora rifiutato l'accesso del Congresso alle dichiarazioni dei redditi di Trump, sostenendo che non esiste uno scopo legislativo legittimo per la richiesta del presidente Neal. Il rifiuto di Mnuchin dovrebbe finire in tribunale, dove gli esperti legali ritengono che Neal abbia il sopravvento.

"Ha un caso così forte, otterrà le dichiarazioni dei redditi federali", ha detto Sheil Bloomberg, argomentando che i registri federali saranno più rivelatori dei ritorni statali. "La legge è così chiara."

progressisti La strategia a rallentamento del presidente Neal consentirà al presidente di superare le elezioni 2020 senza rilasciare i suoi ritorni.

"È difficile essere certi di quanto dureranno queste cose, ma sono sicuramente mesi", ha detto Richard Arenberg, che ha trascorso trent'anni come membro dello staff di Capitol Hill, Bloomberg. "E una volta che ti trasferisci in 2020 e inizi ad avvicinarti alle elezioni, il potenziale è che Trump stia per finire il tempo."

Se ti è piaciuto questo articolo, ti preghiamo di prendere in considerazione il supporto di notizie indipendenti e di ricevere la nostra newsletter tre volte a settimana.

tag:
Peter Castagno

Peter Castagno è uno scrittore freelance con un Master in International Conflict Resolution. Ha viaggiato in tutto il Medio Oriente e l'America Latina per ottenere informazioni di prima mano in alcune delle aree più problematiche del mondo e ha in programma di pubblicare il suo primo libro su 2019.

    1

Potrebbe piacerti anche

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.