Digitare per la ricerca

NAZIONALE

La guerra dell'industria della soda sull'imposta sul sodio

tassa soda industria soda

Recentemente, il numero di studi che suggeriscono che lo zucchero ha effetti negativi sul corpo sono cresciuti in modo esponenziale. Obesità, diabete e osteoporosi sono solo alcune delle conseguenze negative che derivano dal consumo di troppo zucchero. Come risultato di prove crescenti contro la sostanza dolce, i divieti di soda stanno trovando crescente accettazione nel pubblico. Un nuovo rapporto su PRWatch.org ha scoperto che l'industria delle bevande sta combattendo aggressivamente con le mosse apprese dal grande tabacco.

Zucchero, una droga redditizia

Quindi perché mangiamo così tanto zucchero?

Alcuni studi hanno dimostrato che lo zucchero è più avvincente della cocaina. Simile alle droghe illegali, lo zucchero dirotta i sensori del piacere del cervello e rilascia "sostanze chimiche" come la dopamina nel corpo.

Questo ti lascia desiderare sempre di più, e con Coca-Cola contenente nove cucchiaini di zucchero per barattolo, puoi improvvisamente capire perché beviamo così tanto soda. Solo perché è confezionato in bottiglie e lattine dall'aspetto piacevole, non significa che non sia dannoso.

Come riportato da PRWatch, uno studio ha dimostrato che bere due di questi drink al giorno può aumentare il rischio di sviluppare il diabete in percentuale di 26. Un altro studio ha mostrato che gli uomini che bevono una lattina ogni giorno aumentare il rischio di avere un attacco di cuore da 20 per cento.

Combattere lo zucchero con una tassa sul carbonato di sodio

A causa di tali risultati, sono stati fatti dei passi per tentare di ridurre il consumo di questi tipi di bevande. Una delle mosse è attraverso una tassa di soda locale che è stata utilizzata in tutte le città americane in un atto di democrazia locale.

Con il passare del tempo, queste tasse sulla soda si sono dimostrate efficaci.

A Filadelfia, i ricercatori della Drexel University hanno effettuato un'indagine sul consumo di soda prima dell'introduzione della tassa, e poi di nuovo due mesi dopo.

I risultati sono stati impressionanti: il consumo giornaliero di soda era sceso del 40 per cento e il consumo di acqua in bottiglia era aumentato di quasi il 60%.

Sono stati citati anche altri benefici. Il sindaco Jim Kenney ha sottolineato che quasi $ 80 milioni sono stati raccolti nel solo primo anno e che questo denaro è stato speso per l'istruzione e le scuole della comunità.

The Soda Industry Fights Back

L'industria della soda, tuttavia, sta combattendo e sta tentando di introdurre fatture che agiscono a livello statale per vietare alle aree locali di implementare tasse simili.

Un buon esempio di questo è nello stato di Washington, dove Seattle ha implementato una tassa sulla soda. Come riportato da PRWatch, subito dopo l'entrata in vigore della tassa, è stata avviata una campagna di opposizione per impedire ad altre città dello stato di Washington di introdurre un'imposta simile.

L'opposizione era guidata dall'ABA (American Beverage Association), che rappresenta tutti i principali produttori di bevande zuccherate, tra cui Coca-Cola e Pepsi. Finanziato da queste società, l'ABA ha un fondo di $ 79 milioni dedicato esclusivamente al lobbying verso politiche a vantaggio di queste società ma che danneggiano la salute generale dell'America.

L'ABA, ha detto PRWatch, ha utilizzato molte strade diverse per combattere il divieto di soda, compreso l'uso di gruppi di facciata, campagne di pubbliche relazioni e pubblicità televisiva che suggeriscono che l'imposta sulla soda aumenta i costi per le famiglie della classe operaia. PRWatch dice che gli sforzi dell'industria della soda sono simili agli sforzi del grande tabacco negli 1980 per combattere i messaggi antifumo dell'epoca.

Evidenziando gli sforzi delle pubbliche relazioni dell'ABA, PRWatch spiega che gli annunci pubblicitari non includono gli amministratori delegati di queste grandi aziende, ma utilizzano poveri, borghesi o minoranze per diffondere il messaggio dell'ABA con tattiche basate su script, che inducono l'empatia come "veniamo tassati dalla Contea di Cook, sono una mamma single, non posso permettermi questa tassa" o "cerchiamo di offrire il miglior cibo al miglior prezzo ... [ma ] con quella tassa il lavoratore non può più permetterselo. "

L'unico nome allegato alla pubblicità è l'ABA, quindi, non implicando alcuna società di soda reale.

L'ABA sostiene che i posti di lavoro sono persi a causa dell'implementazione delle tasse, ma questo è stato dimostrato essere improbabile. In effetti, gli studi suggeriscono che è successo il contrario e che la disoccupazione è diminuita nelle città che hanno introdotto un divieto di soda.

L'industria afferma inoltre che le persone semplicemente lasciano lo stato per fare acquisti in zone "esentasse", ma, ancora una volta, ciò è stato smentito dallo studio condotto presso l'Università di Drexel, che dimostra che le persone possono semplicemente passare all'acqua potabile.

L'ABA e l'industria della soda non stanno lasciandosi alle spalle

Mentre l'ABA viene mostrato sempre più statistiche e studi che forniscono la prova degli effetti dannosi di queste bevande, nulla sembra in grado di impedire loro di continuare a combattere contro il divieto.

Mentre combattere a livello locale è difficile, la potenza del settore a livello statale è ancora forte. Per questo motivo, hanno spostato la loro attenzione per indebolire i poteri locali implementando restrizioni statali su ciò che i governi locali possono e non possono fare per affrontare "il problema della soda", come spiega PRWatch.

Quanto successo avrà questa campagna, non lo sappiamo ancora.

Tuttavia, con così tanti americani che bevono bibite quotidianamente, (un sondaggio Gallup suggerisce che è tanto quanto 48 per cento degli americani), e la quantità di dati che mostra la nocività di queste bevande, non è un argomento da preso alla leggera.

I sostenitori della tassa sulla soda, come il sindaco di New York Michael Bloomberg, sosterrebbero che non stiamo andando abbastanza lontano con solo una tassa locale, e se il divieto di soda è efficace come suggerisce lo studio Drexel, dovremmo fare un passo in avanti ulteriormente e attuarlo in tutta la nazione.

Può Blockchain abbattere Big Pharma e salvare l'assistenza sanitaria? La salute del corallo pensa così

Se ti è piaciuto questo articolo, ti preghiamo di prendere in considerazione il supporto di notizie indipendenti e di ricevere la nostra newsletter tre volte a settimana.

tag:

Potrebbe piacerti anche

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.