Digitare per la ricerca

CONTRO LA GUERRA

In occasione della Giornata mondiale per i rifugiati, aiuta un rifugiato con il Fondo mondiale per i rifugiati Microloan di Kiva

Giornata Mondiale del Rifugiato
Souad e Samira, due amici e beneficiari del prestito Kiva. Pic per gentile concessione di Kiva

Giugno 20 è la Giornata mondiale per i rifugiati e in un momento in cui i rifugiati stanno affrontando ostacoli crescenti in tutto il mondo, c'è un modo per aiutarti. A giugno di 2017, Kiva ha lanciato un fondo mondiale per i rifugiati per sostenere i prestiti a rifugiati, sfollati interni e comunità ospitanti. In 2017, Kiva ha prestato oltre $ 3,000,000 a rifugiati e sfollati in tutto il mondo e punta a due volte in 2018, e nel World Refugee Day abbinerà la tua donazione, raddoppiando il tuo impatto.

Kiva è una piattaforma di microprestito, in cui chiunque può andare su Kiva e prestare "microprestiti" a imprenditori a basso reddito in tutto il mondo. I microprestiti sono prestiti a partire da $ 25, che collettivamente possono aiutare qualcuno a espandere la propria attività, a sistemare la propria casa oa pagare per l'istruzione.

Il microprestito presenta generalmente un alto tasso di rimborso, poiché i beneficiari dei prestiti sono spesso supportati durante il loro prestito, hanno tassi di interesse bassi e possono essere incentivati ​​a rimborsare il loro prestito con l'opportunità di sottoscrivere un prestito più consistente. Il sito web Kiva afferma che ha un tasso di rimborso 96.9%. Kiva non guadagna alcun interesse sui prestiti che facilita, e nemmeno i suoi istituti di credito.

Fondo mondiale per i rifugiati

Al di sopra 68 milione di persone sono stati costretti a lasciare le loro case in 2017 a causa di guerre, violenze e altre minacce. Kiva ha istituito il Fondo mondiale per i rifugiati per aiutare i rifugiati a rimettersi in piedi a lungo termine e non solo a soddisfare i bisogni immediati di emergenza dei rifugiati. I prestiti erogati tramite il Fondo mondiale per i rifugiati di Kiva hanno aiutato i rifugiati a ricostruire le loro case, pagare per documenti legali, pagare le spese mediche, acquistare attrezzature per aggiornare le loro attività e altro ancora.

"I rifugiati e le popolazioni sfollate vivono spesso nelle loro nuove comunità ospitanti per diversi anni, ma lottano per trovare lavoro, avviare imprese o ristabilire una fonte di reddito per le loro famiglie. La situazione richiede un cambio di paradigma verso nuove soluzioni sostenibili che possano sia aiutare gli sfollati sia sostenere le comunità che li ospitano ", ha detto il presidente e presidente del Kiva Premal Shah.

Una guerra civile, un prestito, un'amicizia e un business di successo

Un beneficiario di un prestito Kiva attraverso il Fondo mondiale per i rifugiati è Samira che è fuggita dalla guerra civile siriana con la sua famiglia sette anni fa. Samira e la sua famiglia andarono in Libano, incerti su quello che avrebbero trovato e su come sarebbero stati accolti nel loro nuovo paese.

"Non abbiamo portato nulla da casa nostra, ad eccezione di alcuni vestiti perché pensavamo che saremmo tornati a 2 mesi" disse Samira, mentre racconta la sua storia a Kiva.

Anche Samira era preoccupata per il reddito, poiché l'afflusso di immigrati in Libano significava che i libanesi stentavano a trovare lavoro anche loro. Ma Samira aveva un vicino gentile che si prendeva una simpatia con Samira e le apriva la sua casa e il suo cuore.

"Sentivo che [Samira] era una persona accomodante. Così ho iniziato a chiamarla e invitandola a conoscerla. E lei farebbe lo stesso, " disse Souad, Il vicino di Samira. "Quindi volevo aiutarla. Anch'io ero molto a mio agio con lei. C'era fiducia tra noi e mi sentivo come se fosse una persona onesta ".

Giornata Mondiale del Rifugiato

Souad e Samira, due amici e beneficiari del prestito Kiva. Pic per gentile concessione di Kiva

L'amicizia tra le due donne si è trasformata in un business, grazie in parte a un prestito Kiva. Samira stava facendo i capelli e il trucco per i matrimoni in Libano, ma stava lottando per guadagnare abbastanza denaro. Souad ha suggerito che entrambi hanno stipulato prestiti Kiva per far crescere le loro attività.

Con il prestito Kiva, Samira ha comprato una scorta di abiti da sposa usati che noleggia alle spose siriane a prezzi convenienti per i loro matrimoni. Con la sua nuova attività, è stata in grado di aumentare le sue entrate mensili da $ 300 a $ 600 e trasferire la sua famiglia in un appartamento più grande. I nuovi amici, Samira e Souad, si sono aiutati a rimborsare il prestito, un'esperienza che li ha avvicinati ancora di più.

"Noi diventammo amici. E ora siamo più che sorelle ", ha detto Samira. "Siamo più che famiglia".

Aiuta a sostenere i rifugiati

Kiva ruota intorno all'idea dei microprestiti, il che significa che per un minimo di $ 25 puoi aiutare qualcuno che ha bisogno di un piccolo prestito in uno dei paesi 83 in cui lavora Kiva. Con il tasso di rimborso percentuale 97 di Kiva, sei praticamente garantito per ottenere il tuo rimborso, che è quindi possibile utilizzare per prestare ad un'altra persona. Quindi un prestito $ 25 può andare avanti e essere prestato per sempre.

Puoi anche guardare i profili dei rifugiati e vedere dove vivono e per cosa hanno bisogno di un prestito, il che conferisce all'intero processo di prestito un tocco umano e una sensazione reale di connessione.

Puoi aiutare Kiva a raggiungere l'obiettivo di prestare un milione entro domani andando qui a fare un prestitoe ricorda durante il World Refugee Day che il tuo prestito conta per il doppio grazie ai prestiti di Kiva e dei suoi partner.

La Germania accetta di accogliere 10,000 più rifugiati dal Medio Oriente e dal Nord Africa

Se ti è piaciuto questo articolo, ti preghiamo di prendere in considerazione il supporto di notizie indipendenti e di ricevere la nostra newsletter tre volte a settimana.

tag:
Lauren von Bernuth

Lauren è uno dei co-fondatori di Citizen Truth. Si è laureata in economia politica presso la Tulane University. Trascorre gli anni seguenti a fare il giro del mondo e ad avviare un'attività ecologica nel settore della salute e del benessere. Ha trovato la sua strada verso la politica e ha scoperto la passione per il giornalismo dedicato a trovare la verità.

    1

Potrebbe piacerti anche

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.