Digitare per la ricerca

NAZIONALE

Verifica dei fatti di Mueller

Poi, il direttore dell'FBI Robert Mueller a luglio 20, 2012. (Foto ufficiale della Casa Bianca di Pete Souza)
Poi, il direttore dell'FBI Robert Mueller a luglio 20, 2012. (Foto ufficiale della Casa Bianca di Pete Souza)

Con tutto lo spin messo all'udito Mueller, cosa è effettivamente vero?

(Di Lori Robertson, D'Angelo Gore e Jessica McDonald, FactCheck.org) Mentre l'ex consigliere speciale Robert S. Mueller ha ribadito in testimonianza congressuale ciò che ha detto nel suo voluminoso rapporto sull'inchiesta sulle interferenze russe nella campagna presidenziale 2016, i politici hanno ribadito alcune affermazioni sull'inchiesta e sui suoi risultati.

Mueller testimoniato davanti alla magistratura della Camera e comitati di intelligence il luglio 24. UN versione redatta del rapporto della pagina 448 del consulente speciale era stato pubblicato tre mesi prima, l'aprile 18. Ha concluso che "[il] governo russo ha interferito nelle elezioni presidenziali di 2016 in modo radicale e sistematico", descrivendo in dettaglio le operazioni di hacking e social media coinvolte, come abbiamo spiegato prima.

Il rapporto afferma che "l'indagine ha stabilito collegamenti multipli tra i funzionari della Campagna Trump e le persone legate al governo russo". "Non ha stabilito che la Campagna abbia coordinato o cospirato con il governo russo nelle sue attività di interferenza elettorale". Vedi la nostra storia di 18 di aprile “Cosa dice il rapporto Mueller sui contatti russi"Per saperne di più.

Sulla questione del potenziale ostacolo alla giustizia da parte del presidente Donald Trump, il rapporto "ha trovato molteplici atti del presidente che sono stati in grado di esercitare un'indebita influenza sulle indagini delle forze dell'ordine, comprese le indagini sulle interferenze russe e sulle ostruzioni", ma "non ha tracciato conclusioni finali sulla condotta del Presidente ", ha scritto Mueller, perché gli investigatori si sono astenuti dal dare un giudizio giudiziario. Come ha ripetuto nella sua testimonianza del Congresso, Mueller ha scritto nel rapporto che un'opinione emessa dall'Ufficio del Consiglio legale che ha scoperto che un presidente in carica non poteva essere accusato è stata presa in considerazione nella decisione di non appesantire l'accusa. Per ulteriori informazioni sugli "eventi chiave" esaminati nel rapporto sull'ostruzione, vedere "Cosa dice il rapporto Mueller sull'ostruzione. "

Il procuratore generale William P. Barr ha detto al Congresso in a Lettera di marzo 24 che il Dipartimento di Giustizia non avrebbe denunciato Trump, concludendo che "le prove sviluppate durante le indagini del Consiglio speciale non sono sufficienti per stabilire che il Presidente ha commesso un reato di ostruzione alla giustizia".

Per una panoramica dei momenti chiave durante le indagini in Russia, consultare il nostro cronologia della sonda.

Diamo un'occhiata ad alcune ripetute affermazioni fatte durante e sulla testimonianza di Mueller.

Trump's Cooperation

Claim: "Il presidente Trump ha collaborato pienamente alle indagini". - Rep. Repubblicana Mike Johnson, durante l'udienza

I fatti: Il rapporto Mueller lo contraddice. Ha detto che dopo che Trump ha appreso che era stato indagato in merito all'ostruzione, si è impegnato in "attacchi pubblici alle indagini, sforzi non pubblici per controllarla e sforzi sia pubblici che privati ​​per incoraggiare i testimoni a non collaborare con le indagini". il presidente inoltre non ha collaborato pienamente con le richieste del consulente speciale per un colloquio.

Trump ha rifiutato le richieste per un colloquio di persona e il consulente speciale ha cercato un colloquio per "più di un anno", ottenendo risposte scritte a fine novembre 2018 che includeva più di 30 "non" ricorda "o" ricorda "o ha un "ricordo indipendente" "risponde. La squadra di Mueller ha considerato una citazione, ma alla fine non l'ha perseguita.

Per di più, vedi: "Cosa dice il rapporto Mueller sull'ostruzione, "April 18 e"Testimonianza di Barr, nel contesto, "Maggio 2

Aiuto "accolto"?

Claim: “Oggi il regista ha delineato con parole potenti il ​​modo in cui la Russia è intervenuta massicciamente nelle nostre elezioni, sistematicamente in modo radicale. In che modo, nel corso di tale intervento, hanno adottato molteplici approcci alla campagna di Trump, e lungi dall'evitare il coinvolgimento straniero nelle nostre elezioni, la campagna di Trump l'ha accolta, l'ha sfruttata appieno, l'ha inserita nella sua strategia di comunicazione e messaggistica e poi ha mentito. "- Rep. democratica Adam Schiff, in a conferenza stampa post-udienza

Mueller "ha scoperto che Trump avrebbe beneficiato dell'aiuto della Russia e che la campagna ha accolto con favore tale aiuto". - Rep. Democratica Jerrold Nadler, in un conferenza stampa post-udienza

I fatti: Il rapporto Mueller ha trovato risultati contrastanti sul fatto che la campagna di Trump abbia “accolto” l'interferenza russa. Ha detto che i funzionari della campagna erano "ricettivi" alle offerte di assistenza russa in alcuni casi, ma "evitati" in altri casi.

Il rapporto afferma che ha trovato "collegamenti multipli tra i funzionari della campagna Trump e le persone legate al governo russo. Tali collegamenti includevano la Russia offre assistenza alla Campagna. In alcuni casi, la Campagna è stata ricettiva nei confronti dell'offerta, mentre in altri casi i funzionari della Campagna sono scappati. ”Ad esempio, i russi hanno tentato di far visitare Trump alla Russia durante la campagna, ma sono stati respinti, secondo il rapporto Mueller.

E alla fine, l'indagine "non ha stabilito che la Campagna abbia coordinato o cospirato con il governo russo nelle sue attività di interferenza elettorale".

L'affermazione fuorviante dei democratici è l'opposto di una Trump fatta a giugno, quando lui disse la campagna aveva "respinto" la Russia.

Per di più, vedi: "Cosa dice il rapporto Mueller sui contatti russi, "April 18 e"Video: Trump inganna le offerte russe "Rebuffed", "June 14

Il dossier

Claim: "Le pagine 448 [del rapporto Mueller] - il proprietario del Fusion GPS che ha redatto il dossier Steele che ha dato il via a tutto questo - non è menzionato qui." - Repubblicano Repubblicano Steve Chabot, durante l'udienza

I fatti: Il "dossier", una serie di memo compilati dall'ex ufficiale dell'intelligence britannica Christopher Steele su presunti contatti tra funzionari russi e membri della campagna di Trump, non è ciò che "ha avviato" l'indagine russa.

Volume I del Relazione Mueller dice chiaramente: “Alla fine di luglio 2016, subito dopo la prima versione di documenti rubati di WikiLeaks, un governo straniero ha contattato l'FBI in merito a un incontro di maggio 2016 con il consulente di politica estera della campagna di Trump George Papadopoulos. Papadopoulos aveva suggerito a un rappresentante di quel governo straniero che la Campagna Trump aveva ricevuto indicazioni dal governo russo che avrebbe potuto aiutare la Campagna attraverso la pubblicazione anonima di informazioni dannose per il candidato presidenziale democratico Hillary Clinton. Tali informazioni hanno spinto l'FBI di luglio 31, 2016, ad aprire un'indagine per stabilire se le persone associate alla campagna di Trump si stavano coordinando con il governo russo nelle sue attività di interferenza ".

Appunti del comitato di intelligence della Dueling House di Democratici e Repubblicani anche d'accordo sul fatto che non è stato il dossier a scatenare l'indagine dell'FBI.

Per di più, vedi: "Dossier Not What 'ha iniziato tutto questo, "Marzo 27

Applicazione FISA

Claim: "Tra le altre cose, l'FBI ha usato le accuse di dossier per ottenere un mandato per spiare la campagna di Trump." - Rep. Repubblicana Devin Nunes, nella sua dichiarazione di apertura

I fatti: Il Dipartimento di Giustizia e l'FBI hanno usato il dossier Steele nella sua richiesta di un ordine del tribunale per condurre una sorveglianza elettronica su Carter Page, un ex consigliere di politica estera della campagna di Trump. Ma Page aveva già lasciato la campagna quando l'ufficio di presidenza fece la sua prima richiesta davanti al Tribunale per la sorveglianza dell'intelligence straniera. L'FBI ha presentato la sua richiesta qualche volta in ottobre 2016 e una versione redatta dell'applicazione fa riferimento a Page come a un "ex" consigliere. Pagina è partita dalla campagna di Trump alla fine di settembre di quell'anno.

Per di più, vedi: "Domande e risposte sul promemoria Nunes, "Febbraio 7, 2018

Costo dell'indagine

Claim: "Nel solo caso Paul Manafort, hai recuperato fino a $ 42 milioni - in modo che il costo della tua indagine per i contribuenti si avvicini allo zero". - Rep. Nadler, durante l'udienza

I fatti: Come parte del suo patteggiamento, Manafort ha rinunciato a stimato $ 42 milioni a $ 46 milioni in proprietà immobiliari e liquidità. L'indagine di Mueller non ha ancora un prezzo finale, ma alla fine di settembre 2018, il costo era di $ 25.2 milioni. Supponendo che le spese siano continuate a un ritmo simile negli ultimi quasi sei mesi del sondaggio, il totale sarebbe di circa $ 34 milioni. Ciò teoricamente metterebbe il totale netto nel nero, ma i fondi introdotti dalle perdite di beni non vanno direttamente alle indagini. Come nostri colleghi di controllo dei fatti a PolitiFact noto, i soldi della confisca vanno in Fondo di decadenza delle attività del Dipartimento di giustizia, un fondo generale che il procuratore generale può utilizzare per pagare "tutte le spese necessarie associate alle operazioni di decadenza" o per coprire "determinate spese investigative generali".

Per di più, vedi: "Reclami preliminari della campagna di Trump, "June 19

Mueller e l'FBI Job

Claim: “È stato riferito che Robert Mueller sta dicendo che non ha fatto domanda e non ha intervistato per il lavoro del direttore dell'FBI (e che è stato respinto) il giorno prima che fosse stato ingiustamente nominato Special Counsel. Spero che non lo dica sotto giuramento in quanto abbiamo numerosi testimoni al colloquio, incluso il Vice Presidente degli Stati Uniti! "- Trump, in un tweet, Luglio 24

I fatti: Quando gli è stato chiesto durante l'udienza del suo 16 di maggio, 2017, incontrando Trump alla Casa Bianca, Mueller ha detto: “La mia comprensione era che non stavo facendo domanda per il lavoro. Mi è stato chiesto di dare il mio contributo su cosa ci sarebbe voluto per fare il lavoro. "

Steve Bannon, ex stratega capo della Casa Bianca, ha anche affermato che Mueller non è venuto alla Casa Bianca per un colloquio di lavoro. In un'intervista con gli investigatori, il rapporto Mueller afferma che “Bannon ha ricordato che la Casa Bianca aveva invitato Mueller a parlare al Presidente per offrire una prospettiva sull'istituzione dell'FBI. Bannon ha affermato che, sebbene la Casa Bianca abbia pensato di implorare Mueller di diventare di nuovo direttore, non è venuto a cercare lavoro. ”

E in un 2018 di giugno Intervista MSNBC, Bannon ha detto che Mueller era lì per "dare consigli sul tipo di persona che dovremmo scegliere di essere direttore dell'FBI".

Se ti è piaciuto questo articolo, ti preghiamo di prendere in considerazione il supporto di notizie indipendenti e di ricevere la nostra newsletter tre volte a settimana.

tag:
Ospite Messaggio

Citizen Truth pubblica articoli con il permesso di una varietà di siti di notizie, organizzazioni di difesa e gruppi di controllo. Scegliamo articoli che riteniamo siano informativi e di interesse per i nostri lettori. Gli articoli scelti a volte contengono un misto di opinioni e notizie, tali opinioni sono quelle degli autori e non riflettono le opinioni di Citizen Truth.

    1

Potrebbe piacerti anche

1 Commenti

  1. Larry Stout Luglio 26, 2019

    Come dicevano in Unione Sovietica, "Non credere mai a nulla fino a quando il governo non lo negherà ufficialmente".

    Rispondi

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.