Digitare per la ricerca

MEDIO ORIENTE

Gli Stati Uniti, la retorica iraniana raggiunge il passo della febbre dopo le nuove sanzioni

Donald Trump parla con i media in un hangar al Mesa Gateway Airport a Mesa, in Arizona. (Foto: Gage Skidmore). Il presidente iraniano Hassan Rouhani tiene la conferenza stampa dopo la sua vittoria alle elezioni presidenziali 2017. (Foto: Mahmoud Hosseini)
Donald Trump parla con i media in un hangar al Mesa Gateway Airport a Mesa, in Arizona. (Foto: Gage Skidmore). Il presidente iraniano Hassan Rouhani tiene la conferenza stampa dopo la sua vittoria alle elezioni presidenziali 2017. (Foto: Mahmoud Hosseini)

"La strategia di massima pressione non è pensata per indurre negoziati, ma piuttosto per allontanare l'Iran dal tavolo dei negoziati, innescando ulteriori provocazioni iraniane che potrebbero servire da pretesto per la guerra".

La guerra di parole tra l'Iran e l'amministrazione Trump si è surriscaldata martedì, quando il Presidente Trump ha definito dichiarazioni di funzionari iraniani "ignoranti e offensivi" e ha minacciato "obliterazione" per qualsiasi "attacco da parte dell'Iran su qualcosa di americano".

"La dichiarazione molto ignorante e offensiva dell'Iran, pubblicata oggi, mostra solo che non capiscono la realtà. Qualsiasi attacco da parte dell'Iran su qualcosa di americano sarà incontrato con una forza grande e travolgente. In alcune aree, travolgente significherà obliterazione. Non più John Kerry e Obama! "Il presidente ha scritto in un tweet.

La Casa Bianca ha svelato nuove sanzioni contro i rialzisti iraniani come il leader supremo Ali Khamenei, suscitando commenti denigratori da parte di funzionari iraniani come il presidente Hassan Rouhani, che ha affermato che "la Casa Bianca è afflitta da ritardo e non sa cosa fare", secondo al The Associated Press.

"Hai sanzionato il ministro degli esteri contemporaneamente a una richiesta di colloqui?", Ha detto Rouhani in un discorso televisivo.

L'Iran ha anche avvertito che le nuove sanzioni personalizzate potrebbero portare al chiusura totale di canali diplomatici.

"L'inutile sanzione del leader supremo della rivoluzione islamica (Khamenei) e il comandante della diplomazia iraniana significa chiudere le porte della diplomazia alla" disperata amministrazione "degli Stati Uniti". disse Il portavoce del ministero degli Esteri iraniano, Abbas Mousavi. "Il governo di Trump sta annientando tutti i meccanismi internazionali stabiliti per mantenere la pace e la sicurezza nel mondo".

Il Segretario di Stato Mike Pompeo, che si trovava in Afghanistan per una fermata senza preavviso martedì, ha definito "immatura e infantile" l'affermazione di Rouhani e ha detto che l'amministrazione Trump rimarrà "risoluta" nella campagna di pressione economica che la Casa Bianca sta conducendo contro la Repubblica islamica di Mi sono imbattuto.

Pompeo ha scritto a 2018 op-ed la presunta ayatollah Khamenei ha accesso a un massimo di $ 95 miliardi, che il segretario di stato afferma essere "usato come fondo nero per il corpo della Guardia rivoluzionaria islamica". Trump ha detto che il leader supremo è "alla fine responsabile della condotta ostile del regime "Ma i critici sostengono che l'aumento delle sanzioni personalizzate in un momento di estrema tensione servirà solo a ridurre le possibilità di negoziazione.

"La strategia della massima pressione" disse Jamal Abdi, presidente del National Iranian American Council (NIAC), "non è progettato per indurre negoziati, ma piuttosto per allontanare l'Iran dal tavolo dei negoziati, innescando ulteriori provocazioni iraniane che potrebbero servire come pretesto per la guerra".

Le tensioni tra Stati Uniti e Iran si sono costantemente intensificate da quando il presidente si è ritirato dall'accordo nucleare iraniano e ha reimposto severe sanzioni economiche sulla Repubblica islamica. Nel mese scorso, la probabilità di una guerra su vasta scala è stata amplificata, mentre le petroliere attaccate da incerti assalitori al largo delle coste dell'Iran hanno spinto la Casa Bianca a inviare un nuovo round di soldati statunitensi in Medio Oriente.

A giugno 17, l'Iran ha annunciato che aumenterebbe la produzione di uranio violando l'accordo nucleare e giovedì supererà la soglia.

Il nuovo round di sanzioni arriva dopo che l'Iran ha abbattuto un drone USA la scorsa settimana, che il paese sostiene ha violato il suo spazio aereo. Il presidente ha approvato attacchi aerei di rappresaglia la settimana scorsa, prima di ritirarsi all'ultimo minuto, un episodio che i critici sostengono dimostra la necessità di un'allentazione immediata per scongiurare la guerra catastrofica.

"L'operazione era in corso nelle sue fasi iniziali quando è stata interrotta", secondo il New York Times. "Gli aerei erano nell'aria e le navi erano in posizione."

Il ministro degli Esteri iraniano Javad Zarif è tra i molti commentatori politici che considerano la politica iraniana del presidente molto influenzata dal segretario di stato Pompeo e dalla sicurezza nazionale John Bolton, che hanno entrambi esercitato a lungo un'azione aggressiva contro la Repubblica islamica. Zarif si è riferito a Bolton e Pompeo come "B-Team" di lunedì, e ha affermato che sono più eccitati dal guerrafondai che dal servire autentici interessi americani.

Trump "ha ragione 100% che l'esercito americano non ha attività nel Golfo Persico. La rimozione delle sue forze è pienamente in linea con gli interessi degli Stati Uniti e del mondo. Ma ora è chiaro che il non si preoccupa degli interessi degli Stati Uniti: disprezzano la diplomazia e la sete di guerra " tweeted il ministro degli esteri iraniano.

Se ti è piaciuto questo articolo, ti preghiamo di prendere in considerazione il supporto di notizie indipendenti e di ricevere la nostra newsletter tre volte a settimana.

tag:
Peter Castagno

Peter Castagno è uno scrittore freelance con un Master in International Conflict Resolution. Ha viaggiato in tutto il Medio Oriente e l'America Latina per ottenere informazioni di prima mano in alcune delle aree più problematiche del mondo e ha in programma di pubblicare il suo primo libro su 2019.

    1

Potrebbe piacerti anche

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.