Digitare per la ricerca

SALUTE / SCI / TECH

I giganti della sanità attaccano i piani sanitari dei democratici di 2020 con Iowa Ad Blitz

Medicare per All Rally di Los Angeles - febbraio 2017
Medicare per All Rally di Los Angeles - febbraio 2017. (Foto: Molly Adams)

La Partnership for America's Health Care Future si è sempre opposta a Medicare for All. Ma ultimamente ha seguito anche proposte sanitarie moderate.

(Di Jessica Piper, Il centro per la politica reattiva) Un gruppo di importanti produttori di droga, compagnie assicurative e ospedali privati ​​si oppone fermamente a Medicare for All e ad altri piani sanitari proposti da 2020 Democrats. E sta spendendo molto in pubblicità ad agosto per dire agli americani perché.

La partnership per il futuro dell'assistenza sanitaria in America - i cui membri includono Blue Cross / Blue Shield, Ricercatori e produttori farmaceutici d'America e il Federazione degli ospedali americani- sta spendendo più di $ 200,000 sulle pubblicità televisive di questo mese, secondo un'analisi dei documenti della Federal Communications Commission disponibili nella politica di OpenSecrets database degli annunci.

PAHCF ha anche speso centinaia di migliaia di annunci su Google e Facebook negli ultimi mesi. Gli annunci criticano sia il Sen. Bernie Sanders'(I-Vt.) Piano Medicare per tutti e alternative più moderate, come un ex vicepresidente Joe Bidenproposta di opzione pubblica che continuerebbe a consentire l'assicurazione privata.

Circa la metà degli annunci TV attualmente identificati sono pubblicati in Iowa, mentre il resto è destinato al mercato di Richmond, in Virginia. Gli annunci di Facebook, che appaiono nelle pagine "Partnership per il futuro dell'assistenza sanitaria in America" e "My Care, My Choice", Hanno preso di mira principalmente gli elettori negli Stati swing, come Pennsylvania, Michigan e Arizona, nonché i primi stati primari.

"I politici possono chiamarlo Medicare for All, Medicare buy-in o opzione pubblica", afferma un annuncio trasmesso dalla CNN durante i dibattiti presidenziali alla fine di luglio. “Ma significano la stessa cosa. Imposte più elevate o premi più elevati, assistenza di qualità inferiore. "

La maggior parte dei candidati presidenziali democratici di 2020, compresi tutti coloro che stanno costantemente votando al di sopra del 2 percento, sostengono l'espansione di una qualche forma di assistenza sanitaria gestita dal governo. Una simile espansione richiederebbe probabilmente aumenti delle tasse, sebbene i candidati affermino che i loro piani abbasserebbero i premi e ridurrebbero i costi sanitari complessivi per l'americano medio.

I dibattiti di luglio, tuttavia, hanno messo in luce alcune differenze tra le proposte dei candidati. Sanders e Sen. Elizabeth Warren (D-Mass.) Hanno entrambi richiesto assistenza sanitaria a pagamento unico, che eliminerebbe l'assicurazione privata. South Bend, Ind., Sindaco Pete Buttigieg ha sostenuto un sistema che consenta alle persone di acquistare Medicare o assicurazioni private a seconda delle loro preferenze.

Sul palco del dibattito, Biden, l'unico dei cinque principali candidati a sostenere un'opzione pubblica, scontrato con Sen. Kamala Harris (D-Calif.). Harris, che ha inciampato sull'assistenza sanitaria all'inizio della sua campagna, ha proposto una lunga transizione verso un sistema Medicare for All che lascia ancora spazio all'assicurazione privata.

Il PAHCF, tuttavia, si oppone a un tale rinnovamento a favore della costruzione dell'Affordable Care Act, che è stato scritto un decennio fa in mezzo lobby intensa dall'industria sanitaria. Bozze precedenti dell'ACA inclusa un'opzione pubblica, ma è stato eliminato dal conto finale.

In un op-ed pubblicato nella La Collina all'inizio di quest'anno, il direttore esecutivo del PAHCF, Lauren Crawford Shafer, ha suggerito di espandere Medicaid negli Stati che non l'hanno già fatto e di aumentare i sussidi federali per gli americani a basso reddito. Una revisione del sistema sanitario, ha sostenuto, avrebbe conseguenze indesiderate sia per gli operatori sanitari che per i pazienti.

"Sia che si chiami Medicare for All, buy-in Medicare o single payer, tali proposte ridurrebbero drasticamente gli importi pagati a medici e ospedali, con il risultato che i fornitori di assistenza sanitaria sarebbero costretti a limitare le cure che forniscono", ha scritto Crawford Shaver.

Attualmente, gli assicuratori privati ​​pagano gli ospedali più di quanto faccia Medicare per gli stessi servizi medici. Le differenze possono essere sconcertanti: per alcune procedure, l'assicurazione privata paga più del doppio rispetto a quanto fa Medicare, secondo un rapporto dall'Ufficio del bilancio del Congresso l'anno scorso.

Ciò significa che gli ospedali rischiano di perdere se più persone passano dall'assicurazione sanitaria privata a Medicare. Alcuni gruppi hanno espresso preoccupazione per il calo delle entrate che costringerebbe i fornitori a licenziare i dipendenti, a eliminare i servizi meno retribuiti o a chiudere completamente gli ospedali in alcune aree rurali.

Diversi gruppi affiliati all'ospedale, incluso il Federazione degli ospedali americani e il Associazione Ospedale Americano, sono tra i membri divulgati 44 del PAHCF.

Elencato come organizzazione 501 (c) (4) in Archiviazione IRS, il PAHCF non è tenuto a rivelare i propri finanziatori e non lo fa volontariamente. Ha ricevuto una sovvenzione di $ 300,000 dall'American College of Radiology Association, un'associazione commerciale 501 (c) (6) per professionisti medici, tra luglio 2017 e giugno 2018.

Poco altro si sa sul PAHCF, lanciato in 2018. Oltre a Crawford Shafer - un partner di Forbes Tate che ha lavorato su questioni relative all'ACA presso il Dipartimento di salute e servizi umani sotto la presidenza Barack Obama - La limatura della FCC nomina Paula Thresher come dirigente. L'indirizzo indicato dal gruppo è uno spazio di collaborazione a Washington, DC

Se ti è piaciuto questo articolo, ti preghiamo di prendere in considerazione il supporto di notizie indipendenti e di ricevere la nostra newsletter tre volte a settimana.

tag:
Ospite Messaggio

Citizen Truth pubblica articoli con il permesso di una varietà di siti di notizie, organizzazioni di difesa e gruppi di controllo. Scegliamo articoli che riteniamo siano informativi e di interesse per i nostri lettori. Gli articoli scelti a volte contengono un misto di opinioni e notizie, tali opinioni sono quelle degli autori e non riflettono le opinioni di Citizen Truth.

    1

Potrebbe piacerti anche

1 Commenti

  1. Larry N Stout 14 Agosto 2019

    Quando impareremo? Il capitalismo non regolato è un gioco rigorosamente miliardario. Le piccole persone (siamo io e te) sono senza nome, invisibili e 100% sacrificabili. Ma continua a votare al Congresso tutti quei politici egoisti che sostengono questo sistema - quelli che valuti così debolmente dopo averli rieletti, di volta in volta.

    Rispondi

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.